Keystone
Rinchiusi in campi con le madri
SVIZZERA / SIRIA
18.12.19 - 17:080

Il rimpatrio dei bambini svizzeri fallisce a causa delle madri

Le donne, legate al jihadismo, non vogliono lasciarli tornare nella Confederazione senza di loro

di Redazione
Ats

BERNA / DAMASCO - Berna sta compiendo grandi sforzi per portare nella Confederazione i bambini svizzeri dai campi della Siria settentrionale. I rimpatri sono però finora falliti perché le madri, legate al jihadismo, non sono disposte a lasciar andare i figli senza di loro, precisa il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE).

Della questione si è occupato "Rundschau", programma di approfondimento della televisione SRF, che tratterà l'argomento stasera. La trasmissione, citando i casi di almeno sette bambini ad al-Roj, si chiede come mai il DFAE non si stia prendendo cura dei prigionieri svizzeri nella regione e se Berna stia intraprendendo sforzi per visitare i campi e le prigioni come quella di al-Hasakah.

Secondo il dipartimento, che sarà citato nel servizio di "Rundschau" e le cui dichiarazioni sono già a disposizione di Keystone-ATS, l'assistenza è impossibile in Paesi con cui non esistono relazioni diplomatiche o in aree in cui lo Stato competente non esercita alcun controllo. Questo è proprio il caso della Svizzera in Siria, che dunque non ha accesso alle prigioni.

Il DFAE si è comunque messo in contatto con le autorità straniere per esaminare la possibilità di singoli rimpatri di cittadini svizzeri minorenni. Per gli adulti invece la Confederazione non adotta attivamente misure in grado di portare a un ritorno.

La tesi del DFAE è dunque che la Svizzera si impegna da tempo nell'interesse dei bambini e continuerà a farlo con determinazione, con l'obiettivo di rimpatriarli. Tuttavia, la ragione per cui essi si trovano ancora in regioni di crisi è soprattutto da far risalire alle madri, considerate viaggiatrici mosse dal jihadismo, che rifiutano di far partire i figli da soli.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Vaud
2 ore
Mortale a Bullet: la vittima è un 16enne
Il ragazzo stava guidando la sua moto con il fratello minore di 14 anni. Aperta un'inchiesta sulla dinamica
SONDAGGIO
SVIZZERA
17 ore
La Svizzera come l'Irlanda: «Sigarette a quindici euro»
Le associazioni attive nella prevenzione suggeriscono di prendere spunto dall'esempio estero
SVIZZERA
18 ore
Manifestazioni in diverse città svizzere
Proteste contro i provvedimenti anti-Covid. Ma a Berna è sceso in piazza il fronte opposto
SVIZZERA
18 ore
La panne ha messo k.o. soprattutto i certificati esteri
Il guasto si è verificato durante alcuni lavori di manutenzione da parte dei tecnici dell'Ue
SVIZZERA
21 ore
I Verdi liberali puntano al Governo federale
Lo ha affermato il presidente Jürg Grossen nell'ambito dell'odierna assemblea dei delegati
SVIZZERA
22 ore
La Svizzera esclusa (in parte) dal turismo asiatico
Swiss non può volare a Singapore. Il motivo: non ci sono ancora abbastanza cittadini con due dosi di vaccino
SAN GALLO
22 ore
Completamente ubriaco, si addormenta in auto... in mezzo alla strada
È successo questa mattina alle cinque a San Gallo. La sua patente straniera è stata annullata
SVIZZERA
23 ore
Carrozze a prova di tifosi
Le FFS ne stanno preparando 35. Saranno usate per il trasporto dei tifosi diretti alle partite in trasferta
Glarona
1 gior
Omicidio a Netstal: trovata morta in un parcheggio una 30enne
Il presunto autore si è consegnato alla polizia in seguito all'atto
SVIZZERA
1 gior
I malati di Long-Covid in campo per convincere i non vaccinati
L’UFSP si prepara per la sua offensiva di vaccinazione e cerca persone ancora affette dagli strascichi della malattia.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile