Keystone
Vincent Ducrot
BERNA
10.12.19 - 11:020
Aggiornamento : 12:48

Nuovo ceo delle FFS: il successore di Andreas Meyer sarà Vincent Ducrot

Le Ferrovie federali hanno confermato le indiscrezioni di stampa. «Sicurezza, puntualità e pulizia sono per me prioritari», ha sottolineato il 57enne

di Redazione
Leg/Do/Ats

BERNA - Il Consiglio d’amministrazione delle FFS ha nominato il friburghese Vincent Ducrot ceo delle FFS. Oggi direttore generale dei Trasporti pubblici friburghesi, il 57enne succederà all’inizio di aprile 2020 ad Andreas Meyer, che lascerà la carica alla fine di marzo. «Ducrot conosce i trasporti pubblici svizzeri come le proprie tasche e dal 1993 al 2011 ha già lavorato per le FFS, di cui dieci anni alla testa di Lunga percorrenza», indica l'ex regia federale in una nota.
 
«Vincent Ducrot conosce a fondo la ferrovia integrata, è molto ben inserito nel settore dei trasporti pubblici nonché nel mondo politico e ha buone relazioni con i partner sociali», ha dichiarato Monika Ribar, presidente del Consiglio d’amministrazione delle FFS. In un’epoca caratterizzata da una forte crescita del traffico e da un gran numero di cantieri, le FFS devono stabilizzare e migliorare il proprio core business senza perdere di vista le tendenze future. «Proprio in questo Vincent Ducrot è la persona giusta per raccogliere le sfide dei prossimi anni.»

Il futuro CEO delle FFS ha precisato quanto sia importante il dialogo con il personale, i clienti, i committenti e i partner sociali. Nell’esercizio ferroviario è fondamentale saper convincere con la qualità: «Sicurezza, puntualità e pulizia sono per me prioritari», ha sottolineato Ducrot. «A questi si aggiunge una buona informazione alla clientela, soprattutto in caso di disagi nel traffico ferroviario.» Ed è più che felice di tornare alle FFS.

Il Consiglio d’amministrazione ha colto l’occasione per ringraziare sentitamente l’attuale CEO Andreas Meyer.

In mattinata, la notizia della nomina di Ducrot era stata anticipata dall’Aargauer Zeitung e dal Blick. A supporto di tale tesi, il foglio argoviese citava fonti del settore ferroviario. Il Blick citava invece l'ex amministratore delegato delle FFS, Benedikt Weibel: «È una scelta favolosa», ha affermato il 73enne. Due diverse fonti confermavano la notizia anche a Keystone-ATS.   

In settembre, Ducrot, 57 anni, aveva smentito di nutrire ambizioni per il posto di Meyer, dichiarando al Freiburger Nachrichten di essere «troppo vecchio» per l'incarico. Tuttavia, aveva aggiunto: «Non bisogna mai escludere niente».

L’ingegnere bilingue francese-tedesco ha studiato al politecnico di Losanna. Stando almeno al suo profilo Linkedin, il 57enne non parlerebbe italiano.

Le ricerca di un successore di Meyer non era compito facile. Il suo sostituto dovrebbe infatti anche accontentarsi di un compenso inferiore al milione di franchi. 

Un friburghese appassionato di trasporti pubblici - Vincent Ducrot, futuro CEO delle FFS, è un uomo che conosce molto bene il settore dei trasporti pubblici. Per oltre otto anni, il friburghese ha iniettato dinamismo nei trasporti pubblici del suo cantone (TPF).

Prima di assumere la direzione delle TPF il 1° luglio 2011, aveva già lavorato per le Ferrovie Federali Svizzere dal 1993. Tra il 1999 e il 2011 era stato a capo del traffico a lunga percorrenza. Aveva anche rappresentato le FFS nel comitato direttivo della linee ferroviarie friburghesi.

Il suo impegno personale ha portato ad una crescita senza precedenti delle TPF. Sotto la sua guida, il numero di passeggeri è passato da 25,7 milioni nel 2011 a 32,4 milioni l'anno scorso. Il coronamento della sua visione è giunto solo pochi mesi fa, con l'apertura del centro operativo e di manutenzione di Givisiez.

Questa struttura, frutto di un investimento di 120 milioni di franchi, ospita treni, autobus e filobus, una novità assoluta in Svizzera. Lo scorso marzo, Ducrot ha invitato la stampa per presentare i quattro edifici di 44.000 metri quadrati, di cui 16.000 sotterranei. Il sito, alla periferia di Friburgo, offre lavoro a 700 persone e ha una superficie complessiva di 70.000 metri quadrati, l'equivalente di 13 campi da calcio.

Vincent Ducrot ha trasformato le TPF in holding ed è il promotore del costante ammodernamento delle infrastrutture, con un investimento medio annuo di 90 milioni di franchi svizzeri, e della messa in servizio di nuove stazioni (Belfaux, Pensier, Münchenwiler-Courgevaux, Montbovon e Châtel-St-Denis). Con la crescita dell'azienda, il numero di dipendenti è pure aumentato passando da 700 a quasi 1200. Nel 2018 le TPF hanno realizzato un fatturato di 154,1 milioni di franchi (+11%) e un utile di 10,9 milioni di franchi, quasi il doppio rispetto all'anno precedente.

Di formazione informatico, Ducrot ha contribuito alla digitalizzazione dell'azienda. Dopo la maturità a Bulle, il futuro direttore generale delle FFS ha ottenuto la laurea come ingegnere elettrico al Politecnico federale di Losanna (PFL). Ha conseguito anche un titolo post-laurea presso il Center for Industrial Management (BWI) del Politecnico federale di Zurigo (ETH Zurich). Ducrot è vedovo e padre di sei figli (quattro ragazze e due ragazzi).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Norys Cerda Lara 9 mesi fa su fb
Ha proprio la faccia di uno che risolverá i problemi 😂😂
Sergio Nobile 9 mesi fa su fb
Mah, dubito che cambierà qualcosa. Vediamo che pasticci riescono a combinare l'anno prossimo con le coincidenze dei nuovi collegamenti...
Flavio Boffi 9 mesi fa su fb
Speriamo ad avere in futuro un posto a sedere... questo sarebbe, da anni, molto gradito per il nostro Cantone Ticino!
vulpus 9 mesi fa su tio
Ottima scelta si direbbe. Però le FFS durante questo periodo di transizione dovrebbero già preoccuparsi di formare un delfino, da non arrivare al pensionamento del direttore e poi tornare ad approvviggionarsi all'estero.
volabas 9 mesi fa su tio
La partenza direi con il piede giusto .Buon lavoro
Vesna Setek 9 mesi fa su fb
E prezzi!
KilBill65 9 mesi fa su tio
Ma….Speriamo sia meglio di Meyer!!…...
occhiaperti 9 mesi fa su tio
@KilBill65 Non ci vuole molto per essere migliore che AM! Egli ha rovinato le FFS....
Francesca Molteni Beti 9 mesi fa su fb
Speriamo che migliorino le cose, a parte che far peggio del suo predecessore la vedo dura....
interceptors 9 mesi fa su tio
Le premesse mi sembrano buone! Buon lavoro, che non sarà poco..
Giulio Clementi 9 mesi fa su fb
Ottimo profilo. Buon lavoro monsieur Ducrot.
Alessio Nesurini 9 mesi fa su fb
Chi si accontenta gode
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Giornata ricca di temi alle Camere federali
Legge sul CO2, Covid-19, nomine, stupefacenti, sicurezza delle informazioni e dazi doganali
FOTO
BERNA
1 ora
Infine, gli attivisti per il clima sono stati sgomberati
La polizia ha invitato i manifestanti a lasciare Piazza federale e attorno alle 4 è passata all'azione
TURGOVIA
9 ore
In oltre 500 a festeggiare sulla barca e senza mascherina
È accaduto sul lago di Costanza. La festa era autorizzata, ma non sono state rispettate le norme anti covid.
BERNA
13 ore
Covid: il 20% dei positivi non presenta sintomi
È la conclusione a cui è giunto uno studio effettuato all'Università di Berna.
BERNA
14 ore
Gas lacrimogeni e getti d'acqua, la polizia interviene a Berna
Una manifestazione in Piazza federale, e un'altra che vi si è aggiunta: la polizia ha avuto un pomeriggio di fuoco
BELLINZONA
15 ore
Processo FIFA: l'accusa chiede 36 mesi per Valcke
Con la possibilità di sospenderne una parte con la condizionale, con lui alla sbarra Nasser Al-Khelaifi e Joel Pahud
SVIZZERA
18 ore
Easyjet Svizzera, buona estate nonostante il virus
Il direttore generale Jean-Marc Thévenaz si aspetta che le tariffe aeree possano scendere
SVIZZERA / EUROPA
18 ore
Mega-fusioni bancarie in vista? «Ci stiamo preparando»
Secondo Sergio Ermotti sono ormai «inevitabili».
SVIZZERA
19 ore
I premi salgono ancora, purtroppo
Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari
SVIZZERA
20 ore
Altre 286 infezioni, 14 ricoveri e 3 decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 50'664. Le vittime sono almeno 1'773.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile