20 Minuten
BERNA
07.12.19 - 08:040
Aggiornamento : 12:16

Una misteriosa ereditiera ricercata in Svizzera

Un ricco austriaco è deceduto un anno fa a Vienna lasciando un enorme patrimonio alla propria figlia illegittima che dovrebbe vivere nel canton Berna

BERNA - Due avvocati austriaci sono alla ricerca di una misteriosa ereditiera che dovrebbe vivere in Svizzera. La donna sarebbe la figlia illegittima di Franz Etschmann, un facoltoso milionario deceduto nel 2018 a Vienna. In quanto unica discendente in vita, la misteriosa fortunata - come riportato da Tele Bärn - ha il diritto di reclamare gran parte della fortuna accumulata dal padre. 

Franz Etschmann abbandonò Vienna per trasferirsi in Svizzera nel 1961. Nel nostro Paese visse tre anni. E durante questo periodo ebbe una figlia, concepita al di fuori del matrimonio. Figlia di cui successivamente ha perso le tracce. Nel 1964 ritornò nella capitale austriaca e si sposò altre due volte. Ma senza mai mettere al mondo un altro bambino.

Per questo motivo i suoi avvocati si trovano ora a Berna. Alla ricerca di quella figlia perduta che non sa di essere l'erede di un bel gruzzolo. Secondo le loro stime, la donna misteriosa dovrebbe avere tra i 55 e i 57 anni e potrebbe reclamare «diverse centinaia di migliaia di franchi».

I due legali trascorreranno almeno una settimana nella capitale elvetica per tentare di ritrovare quella figlia perduta. Se la loro missione fallirà, resterà una sola strada percorribile: «Tutti i soldi andranno allo Stato austriaco», precisa uno dei due avvocati.

L'impresa non sarà sicuramente facile da portare a termine, come spiega l'archivista della Città di Berna Roland Gerber: «È molto complicato che il nome di Etschmann compaia negli archivi. Non è nemmeno sicuro che esistano informazioni riguardo alla figlia». Ma le complicazioni non finiscono qui. «Se l'erede si manifestasse, dovrebbe dimostrare di essere realmente sua figlia. Un certificato di nascita che porta il nome del padre sarebbe l'ideale», precisa il legale assunto dal defunto.

Le ricerche di eredi misteriosi non sono una rarità per i due avvocati così come i viaggi all'estero. «È incredibile quante poche persone scrivano un testamento prima di morire».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CAMPAGNA
8 ore
Studentessa covid-positiva, 109 persone messe in quarantena
È successo ad Arlesheim, a casa tutta la classe e anche i partecipanti a una festa del locale centro giovani
SVIZZERA
9 ore
Il clima ha avvicinato i giovani alla politica?
La questione climatica è diventata un tema di grande importanza per i giovani, nonostante la politica sia poco seguita
ZURIGO
10 ore
Condannato per l'omicidio della moglie, in seconda istanza il tribunale lo assolve
La donna uccisa nel 2009 a colpi di pistola aveva una relazione extraconiugale, per il giudice però mancano le prove
SVIZZERA
12 ore
Christine Lévy sarà (anche) “Miss. Corona”
La nuova direttrice dell'UFSP da ottobre guiderà ad interim la Task Force per il coronavirus
SVIZZERA
12 ore
Pochi medici di famiglia fino al 2030, poi c'è ottimismo
Lo sostiene l'Associazione Medici di famiglia e dell'infanzia Svizzera (mfe)
SVIZZERA
13 ore
«Ora tocca a voi!»
La campagna dell'Ufficio federale della sanità pubblica è indirizzata a tutti ma in particolare ai giovani
SVIZZERA
14 ore
Per Migros sarà un anno da record
Più attenzione ai piccoli negozi con la pandemia: «Se la gente lavora di più a casa, farà acquisti dietro l'angolo»
ZURIGO
15 ore
Tre Pink Panther in gabbia
Condanne tra cinque e sette anni e mezzo di prigione per tre presunti membri della banda balcanica di rapinatori.
ZURIGO
15 ore
Non metti tua figlia in quarantena? Arriva la polizia
Gli agenti hanno suonato il campanello alle 21.25 e hanno consegnato al padre la lettera del medico cantonale
SVIZZERA
17 ore
Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»
Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile