Ti Press
SVIZZERA
17.11.19 - 12:310

Traduzioni, a Palazzo federale si pensa ai robot

La Confederazione ha lanciato un progetto pilota. Il potenziale di risparmio è notevole, ma resta il problema della sicurezza dei dati

di Redazione
ats

BERNA - Interventi parlamentari, rapporti e regolamenti tradotti non più da esseri umani, bensì da robot grazie al software Deepl. È la soluzione che sta studiando la Confederazione, che ha lanciato un progetto pilota. Il potenziale di risparmio è notevole, ma resta il problema della sicurezza dei dati.

Già da un anno i funzionari dell'Amministrazione federale stanno usando il servizio multilingue Deepl per tradurre numerosi documenti, riporta la SonntagsZeitung nella sua edizione odierna. Secondo la portavoce della Cancelleria federale Ursula Eggenberger, citata dal domenicale, la valutazione sarà completata nel corso delle prossime settimane.

Affidarsi a uno strumento automatico comporterebbe economie ragguardevoli. Ogni anno, la Confederazione, oltre a rivolgersi a privati, fa tradurre circa 370'000 pagine ai suoi 450 specialisti. Non è ancora chiaro quante persone potrebbero perdere il lavoro: «Su questo non vogliamo speculare», afferma Eggenberger.

Ma l'Associazione svizzera dei traduttori, terminologi e interpreti (ASTTI) è ovviamente inquieta di fronte all'avanzata dei robot nel settore. Anche perché, fa notare al giornale la presidente dell'organizzazione Roxane Jacobi, «i testi tradotti con Deepl vengono memorizzati sui server esterni dell'azienda tedesca, al fine di migliorare gli algoritmi». La confidenzialità e la protezione dei dati non è pertanto garantita e neanche la versione a pagamento offre garanzie assolute in tal senso.

Un timore che sembra confermato pure da Swisscom. Il leader elvetico delle telecomunicazioni era interessato a Deepl, con il quale ha condotto test con esiti molto positivi. Nonostante ciò, proprio per questioni legate alla sicurezza delle informazioni, ha rinunciato a usare questo software. «Stiamo lavorando a un'altra soluzione per le traduzioni che soddisfi i criteri in materia di protezione dei dati», spiega sempre alla SonntagsZeitung la portavoce della società Annina Merk.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
CANTONE/SVIZZERA
8 ore
«Si faccia di più per il clima»
Le manifestazioni si sono svolte in tutta la Svizzera. Gli attivisti hanno fatto sentire la loro voce anche a Bellinzona
NEUCHÂTEL
11 ore
Pugnalò due volte la ex, condannato a quattro anni e mezzo di prigione
L'imputato è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio. Il giudice: «Il rischio di conseguenze mortali era elevato».
SVIZZERA
15 ore
«Genero biglietti per il treno gratis, come e quando voglio»
Sfruttando una falla nel sistema informatico delle FFS, un 16enne è riuscito a ottenere diversi biglietti senza pagarli.
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
17 ore
King Roger ora ha anche un tram tutto suo
A Basilea è entrato in funzione un convoglio dedicato al campione della racchetta.
SVIZZERA
18 ore
Covid-19: altri 1288 casi e 36 ricoveri in Svizzera
Ieri erano stati registrati 1478 contagi e 13 ospedalizzazioni. Una settimana fa rispettivamente 952 e 22.
NEUCHÂTEL
21 ore
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
CANTONE/ SVIZZERA
22 ore
Più sicurezza nelle gallerie (non soltanto nel San Gottardo)
A seguito dell'incidente del 24 ottobre 2001, è scattato un programma da 1,6 miliardi per rendere più sicuri i tunnel
SVIZZERA
1 gior
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
1 gior
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
1 gior
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile