Keystone
La manifestazione a Svitto contro il razzismo il 13 aprile. L'ormai ex esponente dell'UDC ha attaccato un manifestante con lo spray al peperoncino.
SVITTO
12.11.19 - 15:500

Travestito da Ku Klux Klan, il politico lascia l'UDC

Il giovane attaccò con dello spray al peperoncino il partecipante a una manifestazione antirazzista post Carnevale

SVITTO - È arrivata la conferma. Tra le 13 persone che sfilarono a Carnevale travestite da membri del Ku Klux Klan c'era un giovane esponente dell'UDC del canton Svitto. Giovane che ha lasciato il partito in seguito all'apertura di un'inchiesta nei suoi confronti. Pare infatti che abbia attaccato con dello spray al peperoncino il partecipante ad una manifestazione antirazzista.

La manifestazione si è tenuta lo scorso 13 aprile a Svitto, in riposta proprio alla sfilata degli "incappucciati" suprematisti bianchi fra il 4 e il 5 marzo.

Il giovane - di cui non viene precisata l'età - sedeva nel comitato di una sezione locale UDC e ha deciso di «trarre le conseguenze delle sue azioni». «È stato convenuto che il suo ritiro dal partito fosse la cosa migliore per lui e per l'UDC», ha detto a Keystone-ATS Roland Lutz, presidente dell'UDC svittese, confermando un'informazione di Radio SRF.

La vittima dell'attacco con lo spray al peperoncino non ha sporto denuncia. Il giovane era tuttavia coinvolto in un'inchiesta aperta in seguito al furto di uno striscione della "Alleanza Svitto Multicolore" ("Bündnis Buntes Schwyz"), che aveva organizzato la marcia antirazzista. L'inchiesta non è ancora terminata, ma la Procura ha fatto sapere che sarà probabilmente archiviata «per insufficienza di prove».

La manifestazione contro il razzismo ha riunito circa 300 persone, che a loro volta sono state oggetto di provocazioni da parte di una quarantina di militanti di estrema destra. La "Alleanza multicolore" l'ha organizzata in segno di protesta contro il gruppo di persone che hanno partecipato al carnevale travestite da membri del Ku Klux Klan.

In relazione a quell'episodio era circolato un video con tredici persone, in seguito fermate ed interrogate dalla polizia. Gli indagati sono sono dodici cittadini svizzeri della regione, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, e una tredicesima persona non meglio specificata. Sono tutti sospettati di discriminazione razziale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Su Facebook spuntano i gruppi per aggirare la quarantena
A partire da oggi, chiunque ritorni in Svizzera dal Kosovo deve trascorrere dieci giorni in quarantena.
SAN GALLO
7 ore
Dispersi nella Thur, recuperati i corpi delle vittime
Erano intrappolati tra le pietre della cascata dalla forte pressione dell'acqua
SONDAGGIO
SVIZZERA
8 ore
L'autista? Per lui la mascherina non è un obbligo
Va usata, da oggi, sui trasporti pubblici. Ma alcuni pendolari si chiedono perché i conducenti non la indossino.
VAUD
10 ore
Abusò di 18 giovani donne: 15 anni al “guru del sesso”
Si tratta di un 66enne riconosciuto colpevole di una trentina di episodi commessi in dieci anni nel Canton Vaud
SVIZZERA
13 ore
La mascherina: ecco come ci cambia la vita
Da oggi sui mezzi pubblici è obbligatoria. Cosa significa per la nostra quotidianità?
SVIZZERA
15 ore
Fare pipì contro un muro gli è costato caro
Il giovane aveva subito un trauma cranico nel 2017 durante la festa della Vendemmia a Neuchâtel.
SVIZZERA
15 ore
Sui mezzi pubblici con la mascherina: «Bilancio positivo»
FFS e BLS si dicono molto soddisfatte: al primo giorno sono poche le persone senza protezione
SVIZZERA
17 ore
Meno di 50 nuovi contagi
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'315. I morti rimangono 1'686.
FOTO
SAN GALLO
18 ore
Dispersi nella Thur: «Per loro non ci sono più speranze»
I corpi del 30enne e della 26enne sono verosimilmente intrappolati sotto la cascata situata fra Brübach e Henau.
SVIZZERA
19 ore
Richiamate le mountain bike «Rocky Mountain»
I triangoli anteriori potrebbero incrinarsi e dare luogo a incidenti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile