Depositphotos (archivio)
La malattia ha causato già due morti quest'anno in Svizzera.
SVIZZERA
21.10.19 - 14:580
Aggiornamento : 15:37

Boom di morbillo, oltre 200 casi nel 2019

La cifra riguarda il periodo fra gennaio e fine settembre. Lo scorso anno i casi furono 34

BERNA - Nei primi nove mesi dell'anno l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha registrato un numero di casi di morbillo sei volte superiore a quelli segnalati l'anno precedente. Tuttavia, la malattia è considerata debellata in Svizzera.

Per la precisione, fra gennaio e fine settembre 2019 l'UFSP ha contabilizzato 214 casi di morbillo, contro i 34 casi del 2018, si legge su una nota odierna.

L'incidenza è aumentata da 4 casi (nel 2018) a 25,1 casi per milione di abitanti. Gli episodi si sono verificati in 13 cantoni - 83 nel solo canton Berna.

Secondo la nota dell'UFSP, il 20% delle persone colpite aveva meno di dieci anni, il 23% aveva tra i 10 e i 19 e il 57% aveva più di 20 anni. La maggior parte dei casi (84%) può essere ricondotta a un focolaio specifico. Nel 16% dei casi l'origine non è stata trovata. Il 91% dei 172 pazienti di cui era noto lo stato di vaccinazione non è risultato esser stato sottoposto a "trattamento preventivo" o lo è stato solo in misura insufficiente.

Due morti - La maggior parte dei casi è riconducibile a uno dei 30 focolai che secondo l'UFSP si sono verificati tra gennaio e maggio. I più importanti sono stati registrati nei cantoni di Ginevra, San Gallo, Zurigo, Berna e Neuchâtel.

Il morbillo non è affatto una malattia innocua, rende attenti l'UFSP, sottolineando che ha causato già due morti quest'anno. Il primo caso riguarda un trentenne, non vaccinato, che era stato contagiato da parenti. L'uomo era stato rivaccinato 67 ore dopo l'esposizione. Tuttavia questa vaccinazione era arrivata troppo tardi e il giovane aveva di nuovo contratto la malattia. È morto a casa in poco tempo dopo che sono comparsi i primi sintomi.

Il secondo caso riguarda un uomo di 70 anni immunodepresso a causa di un tumore. È morto pochi giorni dopo l'insorgere di una polmonite indotta proprio dal morbillo, nonostante le cure intensive ricevute in ospedale. Inoltre, dall'inizio dell'anno, 45 pazienti affetti da morbillo hanno dovuto essere ricoverati in Svizzera.

Obiettivo: eliminare il morbillo - La Svizzera si era posta l'obiettivo di eliminare il morbillo nel 2010. Tale obiettivo è stato raggiunto nel periodo 2016-2018: alla fine di luglio l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha così dichiarato per la prima volta il morbillo endemico debellato in Svizzera. Così negli anni 2016-2018 la Confederazione figura per la prima volta fra i 35 paesi della regione europea dell'OMS che hanno eliminato la malattia.

Secondo le linee guida dell'OMS il morbillo è considerato debellato quando per tre volte di seguito non si presenta una catena di trasmissione di durata superiore a 12 mesi. La Svizzera continua a soddisfare questi criteri nonostante le epidemie segnalate all'inizio dell'anno, scrive l'UFSP.

Dallo scorso mese di giugno non si segnalano infatti nuove catene di trasmissione. Ciononostante sono stati adottati ulteriori provvedimenti da parte della Confederazione.

Il morbillo è generalmente in aumento in Europa. Solo nei primi sei mesi di quest'anno, l'OMS ha indicato circa 90'000 casi.

L'UFSP sottolinea che la vaccinazione è il metodo più sicuro per proteggere se stessi e i propri figli dai rischi del morbillo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
1 ora
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
2 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
SVIZZERA
14 ore
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
16 ore
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
SVIZZERA
19 ore
Se fai il macchinista ti diamo 10mila franchi in più
Per far fronte alla carenza di macchinisti, le FFS hanno lanciato una campagna di promozione. Che prevede ad esempio un ritocco verso l'alto della busta paga durante la formazione
FOTO E VIDEO
GINEVRA
21 ore
Attivisti per l'ambiente bloccano il terminal dei jet privati
«Vogliamo denunciare questo mezzo di trasporto assurdo», urlano a gran voce. «Un aereo privato emette CO2 per passeggero venti volte superiori a quelle di un normale aereo di linea»
SVIZZERA
22 ore
Presidenza del Nazionale, nel 2022 toccherà ai Verdi
È quanto hanno deciso ieri i capigruppo in Parlamento dei differenti partiti. Saranno i popolari-democratici a saltare il turno
ARGOVIA
23 ore
Tredici ladri arrestati, uno è scomparso nel Reno
Circa 130 agenti hanno collaborato al fermo di alcuni presunti scassinatori. A Frick gli occupanti di un'auto sono fuggiti tuffandosi nel Reno. Di uno di loro si sono perse le tracce
SVIZZERA
1 gior
Deceduto l'ex ambasciatore Benedict de Tscharner
Nato nel 1937, ha svolto una lunga carriera diplomatica che lo ha portato a Vienna e Bruxelles e infine a Parigi, dove ha rappresentato la Svizzera dal 1997 al 2002
SAN GALLO
1 gior
Auto contro un Piranha dell'esercito
I dieci militari sono rimasti illesi, mentre l'85 a bordo del veicolo è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile