Depositphotos - foto d'archivio
ZURIGO
14.10.19 - 11:470
Aggiornamento : 12:09

I costi della salute crescono? Ha la febbre e chiama l’ambulanza

L'uomo, che aveva 37,8, ha aspettato i soccorritori sulla porta di casa ed è subito montato sul mezzo di soccorso. «Ho preso una pastiglia, ma la temperatura non scendeva»

ZURIGO - La cassa malati che aumenta viene spesso collegata all'incremento in parallelo dei costi della salute. Costi che continuano a lievitare anche a causa delle frequenti consultazioni per piccolezze presso i medici o il pronto soccorso. C'è perfino chi chiama l'ambulanza per 37,8 di febbre. È accaduto a Zurigo, dove un uomo di 37 anni ha allarmato i soccorsi perché la sua temperatura non scendeva dalla sera prima, nonostante avesse ingerito delle medicine.

Chiamata alle 3 del mattino - Il paramedico dell’ambulanza Toby Merkly alle tre del mattino ha trovato un momento per sdraiarsi e riposare qualche minuto sul lettino, quando ha ricevuto una nuova chiamata. «Il rapporto sulla missione era “maschio, 37 anni, febbre”. “Febbre?”, ci siamo chiesti ma in casi gravi può essere indicatore di un problema ben più grosso». L’ambulanza è quindi partita, ma a sirene spente.

37,8 di febbre - Alla porta i due soccorritori hanno trovato il 37enne con un bimbo tra le braccia, che è subito salito sull’ambulanza. Come prima cosa gli hanno chiesto di consegnare il piccolo alla madre, anche lei presente e in buona salute, considerato che lui era malato. Con l’ausilio del termometro, hanno appurato che la temperatura dell’uomo era di 37,8 gradi. Lui ha spiegato che la sera prima aveva la febbre e ha quindi preso un farmaco, ma le cose non erano migliorate e la temperatura non scendeva.

«L'ambulanza solo per emergenze» - Merkly ha un blog sul sito della Città di Zurigo in cui racconta “storie emozionanti di vita quotidiana” dal servizio ambulanza e dei pompieri. Sull’accaduto scrive: «Ho fatto un respiro profondo e ho educatamente ma in modo fermo spiegato che l’ambulanza interviene solo in caso di emergenza! Gli ho consigliato di curarsi, tornare a letto ed eventualmente andare dal medico lunedì».

Costi della salute alle stelle - Questo rappresenta un caso estremo e proprio per questo è stato raccontato nel blog di Toby Merkly. Ma il tasso di ricorso alle urgenze risulta sempre più elevato. E santésuisse (l'organizzazione mantello che raggruppa le casse malati) prevede che i costi della salute dovrebbero aumentare del 3% nel 2019 e nel 2020. In alcuni settori, questo incremento potrebbe superare anche il 5% (fisioterapia e cure a domicilio). Per porre un freno a quest'evoluzione alcune casse malattia stanno addirittura valutando nuovi modelli, uno dei quali prevede una prima visita di accertamento presso una farmacia.

Ticino primo in classifica - E il Ticino nel 2016 si è piazzato al primo posto in Svizzera per numero di persone che si sono rivolte al pronto soccorso: 296 consultazioni ogni mille abitanti, con la media svizzera a 197. Nell'anno in rassegna - rivela uno studio dell'Osservatorio svizzero (Obsan), istituzione creata da Confederazione e Cantoni - il 14% degli svizzeri era stato almeno una volta al pronto soccorso, per un totale di 1,7 milioni di ammissioni, circa 4500 al giorno. La fattura totale dei pronti soccorsi nel 2016 è stata di 624 milioni di franchi, con la consultazione media che è costata 382 franchi.

Daniel Müller - www.stadt-zuerich.ch
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
13 ore
Le chat di Whatsapp restano criptate
La Confederazione non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità giudiziarie
SVIZZERA
13 ore
Accordo quadro: «Nessuna firma se non si chiariscono i punti in sospeso»
Il Consiglio federale risponde all'interrogazione inoltrata da Marco Chiesa dopo le dichiarazioni dell'ambasciatore Matthiessen
SVIZZERA
15 ore
«Malgrado le opposizioni, il 5G non è a rischio»
Il CEO di Swisscom ritiene di poter coprire entro la fine dell'anno oltre il 90% del Paese con la rete mobile di nuova generazione
SVIZZERA
15 ore
Autopostale: «Vigilanza lacunosa da parte di Berna»
La Commissione della gestione del Consiglio degli Stati punta il dito contro il Consiglio federale: «È evidente che si dovrà aumentare la vigilanza sulle aziende parastatali»
SVIZZERA
18 ore
Un argoviese ha diretto la prigione della tortura in Siria
Lo svizzero Thomas C. è stato tra i primi europei a partire per la Jihad e in breve tempo ha scalato le gerarchie dello Stato Islamico. Ha formato alcuni terroristi che hanno colpito l'Europa
SONDAGGIO
SVIZZERA
18 ore
Il 40% di chi lavora vorrebbe continuare a farlo anche dopo l'età della pensione
La maggior parte gradirebbe proseguire a tempo parziale mentre il 5% sarebbe volentieri disponibile a un tempo pieno
SINGAPORE / SVIZZERA
19 ore
UBS multata dalle autorità di Singapore per 8,1 milioni di franchi
La colpa: i suoi collaboratori avrebbero ingannato diversi investitori. I clienti raggirati saranno risarciti, promette la banca
SVIZZERA
19 ore
Il Governo risponde a Quadri: «La sospensione di Schengen non è fattibile»
Il consigliere nazionale leghista auspicava la decisione dopo la riapertura dei porti italiani
SVIZZERA / SUDAFRICA
21 ore
Incidente con una giraffa, il turista svizzero è morto
L'uomo si era gravemente ferito domenica nel Parco Nazionale Kruger, una riserva grande circa la metà della Svizzera
ITALIA / ZURIGO
22 ore
Eutanasia a Zurigo, rinvio a giudizio per il presidente di Exit-Italia
Le indagini sono state avviate su denunce dei familiari della donna, che soffriva di depressione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile