Google maps
SVIZZERA
07.10.19 - 12:270

Razzi contro il consolato turco, l'inchiesta prosegue

A gennaio 2017 la polizia aveva isolato tracce di DNA, riconducibili a un'attivista di sinistra. Il procedimento dovrà concludersi con un'archiviazione, un'accusa o un decreto penale

BERNA - Ci sono elementi sufficienti per procedere contro la persona che nel gennaio 2017 avrebbe lanciato degli oggetti pirotecnici contro il consolato turco di Zurigo. È quanto ritiene la Camera dei ricorsi penali del Tribunale penale di Bellinzona che ha annullato una decisione di sospensione dell'inchiesta penale.

Nel gennaio 2017, la polizia aveva isolato tracce di DNA sul luogo del misfatto, riconducibili a un'attivista di sinistra, il cui profilo genetico era già stato registrato in precedenza.

Poiché la donna si era rifiutata di rispondere alle domande e in assenza di altri elementi, la Procura federale aveva sospeso l'indagine. La Turchia aveva reagito inoltrando ricorso e vincendolo.

In una sentenza pubblicata oggi con la data dell'11 settembre, la Camera dei ricorsi penali intravvede nella vicenda un caso simile accaduto nel 2002, quando ad essere preso di mira da fuochi pirotecnici fu il consolato generale spagnolo. All'epoca, la stessa attivista di sinistra era stata condannata, sempre sulla base di tracce genetiche lasciate sul posto.

Visto questo secondo caso, stando alla Camera dei ricorsi penali il Ministero pubblico non può semplicemente sospendere l'inchiesta, rimanendo a braccia conserte. Tale atteggiamento contraddice il principio di celerità: insomma, l'inchiesta deve andare avanti e concludersi con un'archiviazione, un'accusa o un decreto penale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Molestie e mobbing non se ne vanno con il telelavoro
A dirlo è una professoressa dell'Università di Ginevra. Molestare a distanza sarebbe addirittura più facile.
SVIZZERA
1 ora
I giornali tornano nei bar
Caffè e informazione: dal prossimo venerdì sarà di nuovo possibile, come prevede il nuovo piano di protezione
SVIZZERA
2 ore
Solo tre contagi in più di ieri
Il virus nel nostro Paese si diffonde sempre meno.
SVIZZERA
2 ore
Boccata d'ossigeno: Indice PMI in ripresa
I responsabili degli acquisti possono guardare al futuro con più ottimismo
VIDEO
SVIZZERA
3 ore
Quando prelevi al bancomat non lasciarti distrarre
La nuova campagna "Card Security" di Prevenzione Svizzera della Criminalità
SVIZZERA
3 ore
"Stop all'olio di palma", raccolte 56'000 firme
Il referendum mira a interrompere l'accordo di libero scambio con l'Indonesia
SVIZZERA
4 ore
L'ambasciatore difende la Cina: «Siamo stati trasparenti»
Geng Wenbing ha precisato che gli sforzi della Cina stanno ottenendo il riconoscimento e l'elogio dell'Oms
SVIZZERA
5 ore
Bisognerà ripensare la mobilità del futuro
In futuro bisognerà trovare il modo di coniugare i nuovi bisogni di mobilità con la protezione del clima.
SVIZZERA
6 ore
Rendite ponte per gli over 60, l'UDC minaccia il referendum
Per i democentristi si tratta di un invito a licenziare i lavoratori anziani.
FOTO
ZURIGO
15 ore
«Non è solo un problema degli Usa, è anche nostro»
Oltre un migliaio di persone hanno manifestato a Zurigo. La Polizia: «Protesta pacifica, nessun disordine»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile