Ti Press (archivio)
SVIZZERA
21.09.19 - 14:170
Aggiornamento : 18:49

Giallo sulle cellule staminali sparite a Ginevra

Migliaia di campioni di tessuto e di sangue del cordone ombelicale sembrano essere scomparsi. Sul caso indaga l'Ufficio federale della sanità pubblica

GINEVRA - Il destino delle cellule del cordone ombelicale affidate alla società svizzera Cryo-Save da migliaia di famiglie è avvolto nella nebbia. Non sono più a Ginevra, afferma l'Ufficio federale della sanità pubblica elvetico (UFSP) che sta conducendo un’indagine sulla biobanca. Forse sono in Polonia, a Varsavia, conservate (in subappalto) da un'altra società.

La Cryo-Save di Plan-les Ouates disponeva dal 2016 di un'autorizzazione per l'importazione, l'esportazione e la conservazione di cellule staminali ricavate dal sangue cordonale. Offrendo quindi la possibilità ai neogenitori di conservare a pagamento - attorno a 2'500 franchi per 20 anni - campioni di tessuto e di sangue del cordone ombelicale, a uso e consumo esclusivo del figlio qualora in futuro ne avesse bisogno.

Ma in agosto l'UFSP ha deciso di revocare l'autorizzazione alla Cryo-Save poiché la filiale era stata cancellata dal registro di commercio del Canton Ginevra. La società infatti aveva trasferito in Polonia le cellule staminali conservate, secondo le sue stesse indicazioni, e i referenti non risultavano più raggiungibili dalle autorità. 

Tra il 10 e l’11 settembre sono anche state fatte perquisizioni a Plan-les-Ouates, che sembrano confermare che i campioni biologici siano effettivamente stati trasferiti. Dove e come, però, non è ancora stato possibile accertarlo. E nemmeno se siano state trasferite tutte, o solo in parte.

Nel frattempo le famiglie coinvolte, all'oscuro di quanto sta succedendo e senza notizie precise per scambiarsi informazioni e rimanere aggiornate si stanno riunendo in alcuni gruppi social.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Violentò donne e bambini, ora chiede il suicidio assistito
Negli anni '70 e '80 Peter Vogt ha violentato oltre una decina di donne e bambini. Ora vorrebbe farla finita, ma sul caso si stanno chinando le autorità
SVIZZERA / ITALIA
4 ore
«Mi hanno rapita e uno ha allungato le mani»
Un «racconto da brividi» quello fornito dalla svizzera, prima scomparsa e poi ritrovata ad Agrigento. Si sospetta la violenza sessuale, ma è da verificare l'attendibilità della giovane
ZURIGO
5 ore
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
SVIZZERA
6 ore
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
VAUD / ZURIGO
7 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
8 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
9 ore
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
9 ore
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
10 ore
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
11 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile