Tipress
SVIZZERA
15.09.19 - 13:570

Asilo, i rifugiati arrivati nel 2015 costeranno un miliardo di franchi ai comuni

Per alcuni di essi questo comporta un aumento della spesa sociale e si rischia di dover aumentare le imposte

BERNA - L'onda lunga dell'arrivo in massa di richiedenti l'asilo nel 2015 comporterà nei prossimi tre anni per i comuni un aumento dei costi pari a 1 miliardo di franchi.

La cifra si basa su una stima effettuata sulla base delle previsioni di sei cantoni, riferisce oggi la SonntagsZeitung. Da solo il canton Berna si aspetta sino al 2022 oneri supplementari per 140 milioni.

Questo poiché la Confederazione si ritira dal finanziamento dei rifugiati riconosciuti e di quelli che beneficiano di una accoglienza temporanea dopo rispettivamente cinque e sette anni. Per alcuni comuni questo comporta un aumento della spesa sociale e si rischia di dover aumentare le imposte, osserva il domenicale.

Gli importi in gioco vengono confermati dalla Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale (COSAS). «Sì, i nostri specialisti arrivano alla stessa conclusione», afferma il presidente Christoph Eymann in un'intervista alla SonntagsZeitung. «Sui cantoni e sui comuni arriverà un aggravio enorme».

«L'atteso miliardo fa paura, ma non dobbiamo capitolare», afferma il consigliere nazionale di Basilea Città e del PLD, il partito liberale democratico che a livello cantonale è ancora separato dal PLR (ma ne fa parte a livello nazionale). «Servono nuove misure per far fronte alla situazione».

Eymann ammette che è difficile pensare di riuscire a integrare i nuovi arrivati nel mondo del lavoro. «E se non ci riusciremo, cosa che dobbiamo forse temere, la Confederazione non si potrà sganciare: dovrebbe aumentare il suo impegno finanziario per sgravare cantoni e comuni».

Il presidente del COSAS dice di capire che i comuni si sentano abbandonati a loro stessi. A suo avviso in primo luogo deve giocare la solidarietà intercantonale, con una perequazione finanziaria. Poi si dovrà pensare seriamente a un coinvolgimento della Confederazione.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
45 min

Le prostitute recensite non ci stanno: «Anche alcuni clienti sono disgustosi»

Non piacciono a tutte i forum dove si valutano le prestazioni. Ma c'è chi apprezza: «Una buona recensione significa un buon lavoro»

SVIZZERA
1 ora

L'industria dei videogiochi svizzera è in crescita

La Swiss Game Developers Association spera che il governo svizzero voglia sfruttare il potenziale di questo settore nella prossima legislatura

LUCERNA
9 ore

L'aggressore 23enne affronta la Polizia. La vittima: «Non vedo più da un occhio»

Il 21 settembre aveva letteralmente spaccato la faccia a un 33enne incontrato in stazione. La polizia, quindi, aveva diffuso le immagini della video sorveglianza

VALLESE
11 ore

Chamoson, l'auto trovata nel Rodano è quella della tragedia

I cadaveri dei due dispersi non sono stati per contro ritrovati nell'abitacolo

SVIZZERA / SPAGNA
13 ore

Gli indipendentisti catalani in Svizzera: «Viste da qui, queste sentenze sono inconcepibili»

Per la sezione elvetica dell'Assemblea Nacional Catalana, le condanne di oggi sono «uno scandalo nell'Europa democratica»

GINEVRA
14 ore

A processo il vicepresidente di Exit Romandia: «Ha aiutato un'86enne a morire»

I fatti risalgono all'aprile del 2017: la donna, in buona salute, aveva chiesto di poter lasciare questo mondo insieme al marito gravemente malato

FOTO
ZURIGO
16 ore

Ruba l'auto, forza il posto di blocco e investe una poliziotta

Un'agente di 39 anni è rimasta ferita gravemente. Il conducente, un cittadino svizzero, è stato fermato e arrestato

FOTO
BASILEA CITTÀ
17 ore

Bus frena bruscamente per evitare una bicicletta, sette feriti

Diversi passeggeri sono caduti a terra a causa della frenata d'emergenza del mezzo. Il ciclista non si è fermato sul luogo dell'incidente. La polizia cerca testimoni

LOSANNA
17 ore

Il Politecnico di Losanna rinuncia al concorso di Elon Musk

I ricercatori intendono concentrarsi sull'aspetto ecologico di questo tipo di trasporto del futuro

VIDEO
ZURIGO
18 ore

Un'enorme pozza di sangue sul tram, è mistero sulle cause

La vicenda è avvenuta attorno alla mezzanotte di domenica sul tram numero 2 della città di Zurigo. La compagnia di trasporti: «Oltre 2000 orme insanguinate». La polizia: «Stiamo indagando»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile