Depositphotos (archivio)
La donna ha conosciuto il medico su una piattaforma online di incontri e lo ha accusato di averla costretta a fare sesso nel suo appartamento.
SVIZZERA
29.08.19 - 13:050

Nessuno stupro, il TF conferma l'assoluzione del medico

La presunta vittima aveva presentato ricorso puntando il dito contro il Tribunale cantonale di Zurigo, che aveva assolto l'uomo ribaltando la condanna in primo grado

LOSANNA - Il Tribunale federale (TF) ha confermato l'assoluzione di un medico zurighese, accusato di stupro da parte di una donna. I due si erano conosciuti su una piattaforma online, principalmente destinata a uomini benestanti e giovani donne.

I giudici di Losanna, in una sentenza pubblicata oggi, hanno interamente respinto il ricorso dell'accusatrice. La presunta vittima puntava il dito contro il Tribunale cantonale di Zurigo, che aveva assolto l'uomo ribaltando la condanna di primo grado.

La donna criticava la massima istanza cantonale per non aver preso in considerazione il fascicolo relativo a un secondo processo nei confronti del medico. Un'altra persona, anch'essa di sesso femminile, lo aveva accusato di averla trattenuta, minacciata, insultata e violentata. Il caso era però stato archiviato, in quanto le due parti si sono accordate.

Mon Repos ha giudicato corretta la procedura del tribunale cantonale, che non ha tenuto conto di quel caso. Un decreto d'abbandono passato in giudicato equivale infatti a un'assoluzione, scrive il TF.

In un primo momento, nel settembre 2017, il medico era stato condannato dal Tribunale distrettuale di Zurigo per violenza carnale, ripetuta coazione sessuale e sequestro di persona. L'imputato era stato punito con una pena detentiva di tre anni, in parte da scontare.

Come detto però, in appello l'uomo, sulla cinquantina, è stato assolto e ha ricevuto 20'000 franchi di riparazione morale. La donna si è dunque rivolta, senza successo, al TF, accusando il medico di averla costretta a fare sesso nell'appartamento di lui.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
15 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
17 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
19 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
19 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
19 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
21 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
21 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
22 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
23 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile