keystone (archivio)
BERNA
27.08.19 - 17:590

Nuovi jet da combattimento, nessuna riserva sul finanziamento

La Commissione delle finanze non ha nulla da ridire sui 6 miliardi di franchi destinati all'acquisto dei nuovi caccia

BERNA - La Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati (CdF-S) non ha nulla da ridire sul credito di 6 miliardi di franchi al massimo destinato all'acquisto dei nuovi caccia da combattimento.

Questa somma dovrà essere attinta dal budget del Dipartimento federale della difesa senza intaccare i fondi destinati agli altri dipartimenti, si legge in una nota odierna dei servizi parlamentari.

Gli aspetti finanziari del progetto sono inclusi nel decreto di pianificazione preparato dal Consiglio federale per l'acquisto dei nuovi jet, decreto tra l'altro attaccabile mediante referendum.

Sugli aspetti finanziari la CdF-S redigerà un rapporto destinato alla sua commissione della politica di sicurezza incaricata dell'esame preliminare del progetto governativo.

In caso di referendum, il popolo non deciderà sul tipo di velivolo, bensì solo sul principio di acquisto. Il governo si pronuncerà sul tipo di aviogetto dopo un'eventuale consultazione che potrebbe tenersi nell'autunno 2020.

Sin dall'inizio del progetto per il Consiglio federale era chiara la necessità che fosse il popolo a pronunciarsi sugli aerei da combattimento, anche se di principio le acquisizioni militari non sono sottoposte a referendum. Una mozione in tal senso è stata adottata dal Parlamento nel dicembre 2018. Secondo l'Esecutivo, una votazione popolare è un'aspettativa dell'opinione pubblica di cui occorre tener conto.

Gli ultimi due progetti relativi all'acquisto di aerei da combattimento erano già stati sottoposti al voto popolare: l'acquisizione degli F/A-18 era stata resa possibile nel 1993 in seguito a un'iniziativa popolare; l'acquisto dei Gripen era invece stato respinto nel 2014 dopo un referendum contro il fondo che avrebbe dovuto essere istituito a tale scopo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore

In migliaia a protestare contro l'attacco turco in Siria

A Ginevra, Berna e Lucerna si è chiesto a gran voce la fine immediata della guerra e dell'oppressione del popolo curdo

SVIZZERA
12 ore

Le coltivazioni di tabacco sono sempre più rare

Attualmente il tabacco in Svizzera cresce su un'area complessiva di 398 ettari, principalmente nei cantoni di Vaud e Friborgo

SVIZZERA
13 ore

Nuove crepe sugli F/A-18

"L'inconveniente" è stato riscontrato in quindici cerniere degli undici dei 30 caccia finora esaminati. Tuttavia, gli aerei sono sempre disponibili per il servizio di polizia aerea

FOTO
SAN GALLO
16 ore

Basta un solo attimo sulla strada e la Corvette non c'è più

L’uomo al volante ha riportato lievi ferite, mentre per la passeggera è intervenuta la Rega. I pompieri hanno dovuto liberarli dalle lamiere

GERMANIA/SVIZZERA
1 gior

In macchina con i nonni, muore bimbo svizzero di 9 anni

La loro macchina è stata violentemente tamponata mentre viaggiavano in autostrada a sud di Monaco di Baviera

SAN GALLO / TURGOVIA
1 gior

8 colpi e 800'000 franchi di bottino, catturato l'uomo mascherato

Davanti alla procura il 26enne ha confessato di essere l'artefice delle varie rapine compiute ai danni di banche e distributori di benzina nella Svizzera orientale negli ultimi anni

SVIZZERA
1 gior

Roger e Xenia non hanno fatto pubblicità occulta

La Commissione svizzera per la lealtà ha risposto al reclamo presentato dall'associazione svizzero-tedesca di protezione dei consumatori

FOTO
ZURIGO
1 gior

Esperimenti sui cani, l'Uni si difende: «Non sapevamo nulla»

La ZHAW di Zurigo dichiara di non essere a conoscenza dei test effettuati in un laboratorio tedesco che agiva su mandato di un'azienda farmaceutica che collaborava con la scuola: «Test inaccettabili»

SVIZZERA
1 gior

Quasi 40'000 firme contro il 5G

Una petizione che chiede una moratoria sullo sviluppo della tecnologia mobile è stata depositata oggi presso il Dipartimento federale delle comunicazioni

SVIZZERA
1 gior

Deal o No-Deal: la Svizzera è preparata alla Brexit

Cinque accordi sono stati elaborati con il Regno Unito che verrebbero applicati a partire dal momento in cui le intese bilaterali tra Berna e Londra non saranno più valide

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile