Archivio Keystone
SVIZZERA
25.08.19 - 15:320

Quando i treni bruciano il rosso

Nel 2018 sono stati ignorati 363 segnali ferroviari: si tratta di un record

BERNA - Semafori e altri segnali ignorati sulla rete ferroviaria elvetica? Il 2018 è un anno da record, con ben 363 episodi, come si evince dai dati dell’Ufficio federale dei trasporti, resi noti oggi dalla SonntagsZeitung. Quando nel 2010 è stata introdotta la registrazione dei casi, ne erano stati contati 224. Di solito si tratta di distrazione del macchinista dovuta ad altri compiti.

Le situazioni in cui sono stati ignorati i segnali ferroviari hanno sinora portato al ferimento di 108 persone, di cui quindici in modo grave. Nel 2013 un macchinista ha inoltre perso la vita a causa di una collisione con un altro treno regionale. Per quanto riguarda i danni materiali, si parla di costi per 56 milioni di franchi.

«I macchinisti sono sempre più sotto pressione: ci sono più segnali ferroviari, la velocità dei treni è più alta, e ci sono maggiori accelerazioni» afferma Hubert Giger, presidente del Sindacato svizzero dei macchinisti e aspiranti.

Secondo le FFS, gli episodi riguardano soprattutto i macchinisti più giovani. Ma l’azienda non se ne sta con le mani in mano: offre corsi di aggiornamento, e mette a disposizione esperti per il chiarimento di dubbi e corse accompagnate. Non sono ancora disponibili i dati per il 2019, ma le FFS dicono che si osserva un’inversione di tendenza.

Commenti
 
tkch 5 mesi fa su tio
Purtroppo non sono i corsi e gli accompagnamenti a ridurre i problemi. Anzi, aumenteranno lo stress. Forse ridurre il carico di lavoro? Ma questo vale per tutti i trasporti pubblici e non solo...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA/CINA
7 ore
Le multinazionali elvetiche in Cina: «Lavorate da casa e lavate le mani»
Le aziende stanno monitorando attentamente la diffusione del virus della nuova polmonite cinese
ZURIGO
10 ore
«La neve industriale è comune vicino agli inceneritori»
A tu per tu con una meteorologa sul fenomeno che stamani ha interessato la regione di Zurigo: fiocchi di neve, che però non erano di vera neve
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
12 ore
Ecco la più piccola moneta d'oro del mondo
Realizzata dalla zecca federale, ha un diametro inferiore ai tre millimetri e pesa solo 63 milligrammi
ARGOVIA
12 ore
Figlia sottratta alla madre, pene sospese per il padre e la nonna
La vicenda era balzata alla ribalta della cronaca nel maggio del 2015 quando la bimba fu rintracciata in Francia con la donna
ZURIGO
16 ore
Proteste anti-WEF, poliziotto ferito
Un agente zurighese è stato colpito all'occhio da un razzo pirotecnico, riportanto lesioni «non irrilevanti»
ZURIGO
18 ore
Ragazza investita mentre attraversava le strisce
La giovane di 17 anni è rimasta gravemente ferita ieri sera a Horgen
VAUD
19 ore
Ogni giorno 50'000 spinelli fumati, ma la cocaina rende di più
Uno studio permette «di capire l'universo in cui vivono i consumatori di droga»
FOTO
ZURIGO
21 ore
Sulla Limmat il risveglio è bianco... ma è un fake
Si tratta di "neve industriale". Affinché si formi, sono necessarie temperature fredde, nebbia alla giusta altezza e ciminiere industriali
SVIZZERA
22 ore
Così gli aeroporti svizzeri si preparano per il coronavirus
Tutte le misure messe in atto, soprattutto a Zurigo, anche se per ora siamo lontani dagli scanner di temperatura di Stati Uniti e Cina
SVIZZERA
22 ore
La moneta di Roger Federer torna in vendita
Swissmint ne mette a disposizione altri 37mila esemplari, il sito di vendita è subito k.o.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile