Keystone
VAUD
24.07.19 - 14:390

Cane sequestrato dalle autorità: non può essere venduto

Secondo il Tribunale federale bisogna attendere la conclusione del procedimento in materia di protezione degli animali

LOSANNA - Un cane lucernese sequestrato dalle autorità non può essere venduto fino alla conclusione del procedimento in materia di protezione degli animali. Lo ha deciso il Tribunale federale (TF). Il Tribunale cantonale aveva considerato giustificata la vendita a causa dei costi previsti per il mantenimento dell'animale.

Nella sua disposizione la corte lucernese partiva dal presupposto che la proprietaria del cane, a causa della sua situazione finanziaria, non sarà in grado di rimborsare tali spese. Pertanto per la collettività sussiste il rischio di dover coprire i costi per l'alloggiamento del quadrupede.

Quest'ultimo era stato sequestrato, assieme a un altro cane e a un coniglio, dopo un controllo del servizio veterinario cantonale. Nel frattempo uno dei cani è morto, mentre il coniglio era stato subito soppresso, si legge nella sentenza del TF pubblicata oggi.

Alla donna era stato vietato a tempo indeterminato di tenere animali, decisione contro la quale ha inoltrato ricorso presso il Tribunale cantonale. L'ufficio di veterinaria aveva quindi richiesto la sospensione del procedimento e una decisione in merito al diritto di sopprimere o vendere i cani. La corte ha disposto la vendita.

Una decisione ora revocata dai giudici losannesi, secondo i quali l'intromissione nel diritto di proprietà della donna è sproporzionato. L'interesse pubblico alla vendita dell'animale - affermano - non prevale e un eventuale mancato rimborso dei costi è sopportabile.

Nella sua sentenza il TF sottolinea inoltre che la proprietaria ha citato diverse persone disposte a prendersi a carico il cane durante il procedimento: questa possibilità non è stata esaminata approfonditamente dalla corte lucernese.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
3 ore
Quei flirt (pericolosi) tra secondini e detenuti
L'ultimo caso è avvenuto nella prigione-ospedale Curabilis nel Canton Ginevra. Il più eclatante fu quello di Hassan Kiko e Angela Magdici
BERNA
5 ore
Le spara «per passione», arrestato
Una donna di Thun ferita da un colpo di pistola. È in gravi condizioni. In manette un uomo
SVIZZERA
5 ore
Le piazze svizzere contro il 5G
Manifestazioni oggi a Berna, Ginevra e Zurigo. I dimostranti «preoccupati per la salute»
DAVOS
6 ore
Tagliata fuori dalla foto con Greta
L'attivista ugandese Vanessa Nakate polemizza con l'agenzia AP: «Discriminata perché di colore»
VAUD
10 ore
Il predatore sordo che la giustizia non ha saputo fermare
Per almeno un decennio un giovane ha abusato sessualmente di diverse ragazze con il suo stesso handicap. E questo nonostante le condanne
FOTO
ARGOVIA
12 ore
Il piede incastrato tra gas e freno, poi lo schianto
Il tamponamento, avvenuto ieri sera ad Aarburg, ha provocato il ferimento di sei persone
NIDVALDO
13 ore
Camionista ubriaco fermato sull'A2
L'uomo, diretto verso sud, è stato intercettato ieri sera a Beckenried. La polizia nidvaldese gli ha ritirato la patente
ARGOVIA
14 ore
Minaccia un tassista con il coltello: arrestato un 26enne ad Aarau
Fuggito a mani vuote, l'aggressore è stato in seguito fermato dalla polizia
SVIZZERA
14 ore
Gli 007 elvetici «non sorvegliano i politici»
Il direttore del SIC difende l'operato dei servizi segreti svizzeri e smonta la polemica. Anche se i dubbi su certe attività rimangono
SVIZZERA
16 ore
Traffico nei cieli per il WEF, nonostante il clima
Durante il Forum sono stati rilevati mille movimenti aerei in più. Numero stabile rispetto allo scorso anno
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile