keystone (archivio)
SVIZZERA
11.07.19 - 14:170

Caso FIFA, confermata la ricusazione di Lauber

La richiesta del procuratore generale della Confederazione è stata respinta dalla Corte d'appello del TPF

BERNA - La domanda di revisione depositata da Michael Lauber contro la ricusazione nell'inchiesta sulla FIFA è irricevibile. La richiesta del procuratore generale della Confederazione è stata respinta oggi dalla Corte d'appello del Tribunale penale federale (TPF).

Lauber sosteneva che uno dei tre giudici che hanno preso la decisione sulla ricusazione, il ticinese Giorgio Bomio-Giovanascini, avrebbe dovuto lui stesso ritirarsi per un'asserita prevenzione nei suoi confronti.

Nella decisione pubblicata oggi, il TPF ha bollato come irricevibile la domanda del Ministero pubblico della confederazione (MPC). Una revisione può infatti essere chiesta solamente contro giudizi e ordinanze definitive. La pronuncia di ricusazione non rientra in queste categorie.

La Corte dei reclami penali, lo scorso 17 giugno, aveva in parte accolto due istanze di ricusazione contro il procuratore generale Lauber e i membri della task force dell'MPC istituita nel 2015 per occuparsi delle inchieste sugli scandali di corruzione che hanno coinvolto la Federazione internazionale di calcio (FIFA).

Più precisamente, aveva accolto le domande di ricusazione formulate da due degli imputati in questi procedimenti - l'ex segretario della FIFA Jérôme Valcke e l'ex capo delle finanze della federazione Markus Kattner - nei confronti di Lauber, dell'ex procuratore federale capo Olivier Thormann (che è ora giudice alla Corte d'appello del TPF) e di un altro procuratore federale.

A Lauber sono rimproverati gli incontri informali non registrati - contrari alle regole di procedura - con il presidente della FIFA Gianni Infantino, incontri che secondo il TPF possono far sorgere dubbi sull'imparzialità del procuratore generale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Abuso di crediti Covid: oltre un miliardo sotto la lente
Il Controllo federale delle finanze ha trasmesso alla SECO 4'646 garanzie per ulteriori approfondimenti
ZURIGO
9 ore
Super ricchi: immutata la classifica dei top 3 svizzeri
In testa sempre la famiglia erede del gruppo Roche.
SVIZZERA
9 ore
Il vaccino? «Dapprima alle coppie “internazionali”»
La proposta: le persone non sposate con una relazione a distanza dovrebbero avere un accesso prioritario al vaccino
SVIZZERA
10 ore
La Svizzera è sempre più l'Eldorado ferroviario d'Europa
In media, ogni anno, prendiamo 74 volte il treno percorrendo 2'505 chilometri.
SVIZZERA
13 ore
«In Svizzera si potrà andare a sciare»
Lo assicura il consigliere federale Alain Berset durante un odierno incontro coi media
FOTO
ZURIGO
13 ore
Zurigo ricorda il suo Köbi con una targa
Nel primo anniversario della sua morte, la Città ha posto la placca commemorativa sulla casa in cui è cresciuto.
SVIZZERA
13 ore
Un'app impedisce ai minori di acquistare alcol
Si chiama Jack ID-Scan e permette di determinare velocemente l'età dell'acquirente
SVIZZERA
14 ore
Che batosta per la Posta
Il Covid ha affossato i ricavi nei primi tre trimestri. Ma si vede una luce in fondo al tunnel
BERNA
14 ore
Polemiche su come la Procura federale ha gestito il dossier della 28enne
Fra chi pensa che ci siano stati errori e leggerezza e chi è convinto che abbia agito correttamente, la politica divisa
SVIZZERA
16 ore
Covid, in Svizzera altri 4'509 casi e 79 decessi
Nelle ultime ventiquattro ore sono stati effettuati 28'740 test, con un tasso di positività del 15,7%
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile