Keystone
+10
ZURIGO
10.07.19 - 14:530
Aggiornamento : 15:54

Protesta contro le banche, liberati gli ambientalisti

Sono tutti ritenuti colpevoli di coercizione e in alcuni casi di violazione di domicilio

ZURIGO - Sono quasi tutti tornati in libertà oggi gli 83 attivisti per il clima che lunedì hanno bloccato le entrate di Credit Suisse, sulla centralissima Paradeplatz a Zurigo, e di UBS a Basilea. Per due di loro la procura zurighese ha chiesto la detenzione preventiva.

In base al codice di procedura penale, il pubblico ministero ha 48 ore di tempo per rimettere a piede libero i fermati o per chiedere la carcerazione preventiva. A Zurigo la detenzione preventiva è stata richiesta per due sospettati per i quali esiste «un rischio di fuga o di inquinamento delle prove», scrive in una nota il Ministero pubblico generale

Nella città sulla Limmat le forze dell'ordine hanno posto in stato di fermo due giorni fa 64 persone, fra cui tre minorenni. Per questi ultimi è intervenuta la magistratura dei minorenni. Quattro attivisti sono stati rilasciati ieri, ma i procedimenti nei loro confronti proseguono.

Altri 54 attivisti maggiorenni sono stati liberati questa mattina e nei loro confronti sono stati emanati decreti d'accusa: sono tutti ritenuti colpevoli di coercizione e in alcuni casi di violazione di domicilio. Per un'altra persona rilasciata il procedimento è stato trasferito in un altro cantone.

Dei 61 adulti arrestati, 29 sono uomini e 32 sono donne. 44 sono svizzeri, undici sono di nazionalità tedesca, due sono austriaci e altri due francesi. La nazionalità di due attivisti non è invece nota.

A Basilea fermate 19 persone
A Basilea, dopo lo sgombero degli attivisti che bloccavano l'entrata di UBS sulla Aeschenplatz, sono state 19 le persone arrestate e «sottoposte a un controllo d'identità», scrive oggi in una nota il Ministero pubblico della città sul Reno. Si tratta di 12 uomini e 7 donne e, per nazionalità, di 5 svizzeri, 9 tedeschi, 2 finlandesi, 1 austriaco, 1 greco e 1 persona degli Stati Uniti.

Alcuni dei fermati sono stati rilasciati martedì sera, gli altri oggi. La procura renana ha avviato nei loro confronti procedimenti per i sospetti di coercizione, sommossa, danneggiamento e impedimento di atti dell'autorità.

Solidarietà dai giovani dello sciopero per il clima
Le azioni di lunedì sono state organizzate dal collettivo "Climate Justice", che attraverso i social ha accusato le grandi banche di finanziare azioni dannose per il clima. I dimostranti chiedono alla piazza finanziaria svizzera di ritirare immediatamente qualsiasi investimento nel carbone, nel petrolio e nel gas.

I manifestanti hanno ricevuto la solidarietà dei giovani che da mesi organizzano lo sciopero per il clima. «Per noi, ogni protesta contro chi distrugge il clima, come Credit Suisse e UBS, è giustificata», scrivono alcuni di loro in un testo ripreso oggi dal Tages Anzeiger. Anche Greenpeace ringrazia in una nota gli attivisti «per il loro coraggioso impegno per una maggiore protezione del clima e per un futuro che valga la pena di vivere».

Keystone
Guarda tutte le 12 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera 182 nuovi contagi
Nessun decesso, e sette ospedalizzazioni. I dati aggiornati dall'Ufsp
SVIZZERA
2 ore
Quel ritorno a scuola, all'ombra della seconda ondata
Lunedì in diversi cantoni le scuole riapriranno i battenti, ecco quali misure adotteranno
FOTO
SVIZZERA
3 ore
Centauri in sfilata "occupano" il passo del Gottardo
Oltre 200 motociclisti si sono riuniti per manifestare contro due iniziative socialiste anti-rumore
GERMANIA
4 ore
I segni (forse) indelebili che il Covid-19 lascia sul cuore
Li hanno riscontrati dei ricercatori tedeschi, anche su pazienti giovani e che erano stati malati in modo lieve
SVIZZERA
5 ore
Martullo-Blocher: «Con la crisi del Covid-19, mai come ora, prima i nostri»
La consigliera UDC sul piede di guerra, in vista della chiamata alle urne per l'Iniziativa sulla limitazione
BERNA
6 ore
Telecamere nascoste per stanare il ladro di monete
Le ha installate Migros in una filiale bernese. Ma ora la giustizia ha scagionato il collaboratore accusato di furto
SVIZZERA
15 ore
Giovani, chiedetevi: «Devo veramente andare a quella festa?»
È l’appello del capo delle emergenze dell’Oms, Mike Ryan
SVIZZERA
19 ore
«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS
Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola
OBVALDO
20 ore
Titlis: boom di turisti elvetici, ma non è sufficiente
Gli impianti di risalita sono presi d'assalto, ma manca comunque circa il 70% dei visitatori
SVIZZERA / LIBANO
20 ore
Nessun aiuto svizzero al Governo libanese
Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile