keystone
BERNA
10.07.19 - 18:570

Cosa succede se sono dei minori a stuprare?

Dei ragazzini sono accusati di stupro a Mülheim, in Germania. Ma la legge è perlopiù impotente in caso di minori

ZURIGO - Ha fatto scalpore la notizia che vede accusati cinque ragazzini, tra i 12 e i 14 anni, dello stupro di una ragazza di 18 anni a Mülheim, in Germania. Un quattordicenne è stato arrestato per recidiva. Ma le autorità sono impotenti: la legge penale in Germania non ha potere sotto i 14 anni. I ragazzini sospettati, insomma, presto potranno tornare alle loro vite.

In Svizzera - Decine di bambini vengono segnalati ogni anno in Svizzera per stupri o atti correlati (vedi articolo di Tio/20Minuti di ieri). Lo scorso anno sono 82 i casi che hanno visto coinvolti bambini tra i 10 ei 14 anni in accuse di violenza sessuale con altri bambini. In 13 casi è stato denunciato uno stupro.

Nessuna detenzione - Nel 2017, 54 minori di 14 anni sono stati condannati per violenza sessuale sui minori o violenza sessuale. Due, invece, i minori di 14 anni condannati per stupro.

Anche in Svizzera, tuttavia, i giovani che delinquono riescono spesso ad evitare il carcere. La detenzione può essere decisa solo dopo i 15 anni, come precisa il diritto penale minorile.

Secondo l'avvocato e politico dell'UDC, Valentin Landmann, la legge deve essere adattata. «È ormai un fenomeno che va consolidandosi quello che vede dei dodicenni girare armati di coltello e pronti ad usarlo, o pronti a usare violenza su altri». Secondo Landmann, insomma, in caso di reati gravi occorrono correttivi nel diritto penale minorile.

«Non si tratta di trattare bambini e adolescenti come gli adulti», afferma Landmann. «Ma questi nuovi sviluppi devono essere presi in considerazione. È un dato di fatto che alcuni bambini oggi siano più precoci».

Vi è infatti uno spostamento correlato all'età nei reati gravi. «Anche l'immigrazione, con l'arrivo di persone di altre culture e religioni ha un'influenza. Se le donne vengono trattate in modo diverso in una società diversa dalla nostra, questo fattore ha certamente una suggestione sui bambini e sul loro comportamento».

Per i minori di 15 anni è previsto un ammonimento, o prestazioni personali che in linea di principio non vanno oltre i 10 giorni.

L’autorità di protezione dei minori ha comunque la possibilità di ordinare una misura protettiva che prevede, ad esempio, il collocamento presso privati oppure istituti educativi o di cura.

Secondo Thomas Richter, capo dell'Istituto per la prevenzione della violenza, tali misure hanno più senso della reclusione: «Qui è possibile lavorare meglio ai problemi dei bambini rispetto che in una prigione».

Importante, secondo Richter, è una buona rete di sicurezza: «I bambini che hanno problemi li si nota prima ancora che commettano un crimine. Il carcere per loro non è certo una soluzione. Se dovessero finire dietro le sbarre ne uscirebbero non certo migliorati».

Secondo il diritto penale giovanile, l'attenzione deve essere rivolta alle misure di risocializzazione e istruzione. Questo è quanto prevede la Convenzione sui diritti dell'infanzia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Ecco il primo rifugiato con un impiego fisso presso La Posta
L'azienda descrive così Henok Afewerki: «Da ragazzo dal futuro incerto a collaboratore della logistica con ottime prospettive»
FOTO
SAN GALLO
2 ore
Ne hanno fatto esplodere un altro
Preso di mira la notte scorsa un bancomat a Sevelen. I danni ammontano a circa 100mila franchi
SVIZZERA
2 ore
Svizzeri in vacanza? Sicurezza e prossimità
Il TCS ha elencato una serie di consigli per le vacanze all’estero
ZURIGO
3 ore
«Mentre camminavo la scarpa ha iniziato a squagliarsi da sola»
L'incredibile vicenda accaduta a una zurighese. La colpa sarebbe del dispositivo antitaccheggio nella suola, per gli esperti però è un enigma
SVIZZERA
3 ore
Preferenza indigena e obbligo d'annuncio: «Raccontiamola giusta»
Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale chiedendo di fare luce sulla reale efficacia della misura implementata nel 2018
GINEVRA
3 ore
È il grande giorno del Léman Express
La rete - sulla quale circoleranno 240 treni al giorno - viene inaugurata oggi. Fra tre giorni sarà aperta al pubblico
SVIZZERA
5 ore
La ripresa congiunturale? Solo nel 2021
Gli esperti della SECO pronosticano che il PIL continuerà a crescere anche l'anno prossimo (+1,7%) e quello seguente (+1,2%)
SVIZZERA
5 ore
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
BERNA
6 ore
Preventivo, dissimulazione del viso e disoccupati anziani
Riprendono con questi temi i lavori al Consiglio nazionale dopo il rinnovo del Consiglio federale di ieri
SVIZZERA
8 ore
«I genitori devono capire che la violenza non funziona»
Per molti lo schiaffo è ancora considerato come un gesto innocuo. Gli esperti mettono in guardia. Le storie dei lettori
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile