Keystone (archivio)
La regolamentazione vuole evitare che si ripeta la situazione dello scorso anno.
ARGOVIA
05.07.19 - 11:060

Niente scarico per Beznau se l'Aare supera i 25 gradi

In quel caso la produzione d'energia dovrà essere ridotta o azzerata

DÖTTINGEN - La centrale nucleare argoviese di Beznau non potrà scaricare questa estate la sua acqua di raffreddamento nell'Aare se la temperatura del fiume dovesse superare i 25 gradi o rischiasse di farlo. In tale caso la sua produzione di energia dovrà essere ridotta o addirittura azzerata, scrive in una nota diramata oggi l'Ufficio federale dell'energia (UFE). Il gestore Aspo critica la decisione.

Nell'estate del 2018, particolarmente calda, la temperatura dell'Aare presso la centrale di Beznau aveva superato i 25 gradi per diversi giorni, a volte in modo significativo, rammenta l'UFE. La regolamentazione transitoria per l'estate 2019, disposta il 4 luglio, dovrà permettere di evitare il ripetersi di situazioni del genere.

Di conseguenza, eventuali ricorsi contro tale decisione sono privati dell'effetto sospensivo, afferma l'ufficio federale, che ha aperto una procedura per l'eventuale adeguamento o per un nuovo rilascio dell'autorizzazione riguardo all'immissione di acqua di raffreddamento di Beznau, situata nel comune argoviese di Döttingen.

Il gruppo energetico Axpo, che gestisce la centrale, ha subito reagito criticando in una nota la decisione dell'UFE. A suo avviso, l'imposta limitazione d'esercizio "è chiaramente eccessiva e non è proporzionata". Axpo ritiene che non ci sia urgenza per simili misure. Ancora non ha deciso se contestarla con un ricorso: intende prima valutare la disposizione nei dettagli, scrive nel comunicato.

L'attuale autorizzazione di immissione per la centrale nucleare di Beznau - rammenta l'UFE - si basa su una ordinanza del 1975 sulle acque di scarico, sostituita nel 1999 dall'ordinanza sulla protezione delle acque. Quest'ultima stabilisce che l'immissione di acqua di raffreddamento non deve far salire la temperatura del fiume al di sopra dei 25°C. Possono però essere concesse deroghe alle centrali nucleari se l'immissione è necessaria per importanti motivi come la sicurezza del reattore o dell'approvvigionamento.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
27 min
Annullato il divieto di ingresso per un presunto jihadista
Per il Tribunale amministrativo federale è stato violato il diritto dell'interessato a consultare il dossier. Inoltre il presupposto del divieto è stato considerato insufficiente
SVIZZERA
1 ora
Perchè due banane al muro arrivano a costare 120.000 franchi?
L’esposizione di Cattelan all’ Art Basel di Miami fa discutere. E dalla Svizzera arriva una critica illustre: «I prezzi nel mercato dell’arte sono folli».
SVIZZERA
1 ora
Festa federale di lotta, il primo bilancio sorride
Conti chiusi con un utile di 850mila franchi. Il festival ha attirato 420.000 spettatori
ZUGO / STATI UNITI
2 ore
La crema svizzera che rende il volto di Trump arancione
Il cosmetico, un cosiddetto concealer, è prodotto dalla Bronx Colors di Hünenberg
BERNA
2 ore
Non si hanno tracce di un giovane turista messicano
Il 22enne si sarebbe dovuto recare da Berna a Zermatt
SVIZZERA
3 ore
Roche: anche la quinta generazione al comando
Sette rappresentanti sono stati inclusi nel principale gruppo di azionisti, che controlla il 45,01% del colosso farmaceutico basilese
SAN GALLO
5 ore
Di nuovo apprendista a 46 anni: «In cantiere non ce la facevo più»
La storia di Sandro che ha trovato una seconda vita (e carriera) in un'azienda di autotrasporti, busta paga? 4'000 franchi. L'esperto: «È il futuro»
SVIZZERA
5 ore
Cuba: turisti bernesi puntuali in aeroporto, il volo era già partito
A questi appassionati di salsa non è mai arrivata l'email che la compagnia Edelweiss ha correttamente inviato ai suoi viaggiatori
SVIZZERA
6 ore
Swiss Re vende la sua filiale britannica
ReAssure è stata acquistata per 3,25 miliardi di sterline (circa 4,2 miliardi di franchi) alla compagnia londinese Phoenix Group
BERNA
8 ore
«C'è gente che chiama il 144 migliaia di volte all'anno»
Un bernese è stato recentemente condannato al pagamento di 600 franchi. Dietro simili telefonate, spesso, si nascondono patologie psichiche
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile