Keystone
ZURIGO
05.07.19 - 07:150
Aggiornamento : 11:57

Pilatus ricorre contro la decisione del DFAE

Oggetto del contenzioso è la decisione di sospendere tutte le attività del costruttore di aerei in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti

ZURIGO - Pilatus ha annunciato oggi che ricorrerà al Tribunale amministrativo federale (TAF) contro la decisione della Direzione politica del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) di sospendere tutte le attività del costruttore di aerei in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti.

La decisione è stata recepita «con grande preoccupazione e incomprensione», si legge in un comunicato di Pilatus, che ritiene «inopportuno» il tempo concesso di 90 giorni entro il quale gli è stato imposto di "cessare il supporto logistico sul posto".

Il servizio clienti è un pilatro importante per il gruppo, da cui dipende quasi la metà del personale della della sede centrale di Stans (NW), viene aggiunto. Secondo l'azienda, il divieto imposto dal DFAE la scorsa settimana pone Pilatus in una posizione di enorme svantaggio rispetto agli altri costruttori di aerei e avrà gravi ripercussioni: "In considerazione dello stretto legame tra vendite e supporto logistico, risulta di fatto un futuro divieto di esportazione". Secondo il costruttore, «il Consiglio federale non era apparentemente a conoscenza della portata della decisione del DFAE».

L'azienda si sente dunque costretta a ricorrere al TAF «per chiarire la base giuridica e creare certezza di diritto per Pilatus, i suoi collaboratori e altre aziende svizzere». «Abbiamo fatto tutto correttamente», garantisce il presidente del consiglio di amministrazione Oscar Schwenk, citato nella nota.

Una decina di giorni fa, il DFAE aveva annunciato che la competente direzione del dipartimento aveva esaminato i servizi di supporto della società in quattro Stati arabi (Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Qatar e Giordania), che includono il supporto tecnico, la gestione dei pezzi di ricambio e la risoluzione dei problemi relativi al velivolo PC-21 e ai simulatori.

Stando al DFAE, queste attività rappresentano un sostegno a forze armate e sono quindi soggette all'obbligo di notifica secondo la Legge federale sulle prestazioni di sicurezza private fornite all'estero (LPSP). Dopo aver esaminato la situazione, si è giunti alla conclusione che i servizi forniti da Pilatus violano la legge, poiché incompatibili con gli obiettivi di politica estera di Berna.

La Direzione politica del DFAE è inoltre dell'avviso che esistano indizi secondo cui il costruttore nidvaldese non abbia rispettato l'obbligo di notifica previsto dalla legge. Ha dunque sporto denuncia presso il Ministero pubblico della Confederazione.

Pilatus vuole l'effetto sospensivo - Con il ricorso contro la decisione della Direzione politica del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) di sospendere tutte le attività in Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, Pilatus vuole ottenere anche un effetto sospensivo.

Il ricorso al Tribunale amministrativo federale (TAF) non ha però automaticamente questo effetto, ha spiegato all'agenzia Keystone-ATS il presidente del consiglio d'amministrazione Oscar J. Schwenk. Il DFAE ha infatti escluso questo automatismo. Secondo Schwenk si tratta di una pratica inusuale e per questo è necessario fare una richiesta separata per la sospensione.

Schwenk ha sottolineato che la decisione presa dal DFAE potrebbe avere gravi conseguenze sull'immagine dell'azienda, e che già numerosi clienti hanno chiamato, chiedendo se anche nei loro Paesi potrebbe succedere una cosa simile. Contestata è in particolare la richiesta di «cessare il supporto logistico sul posto» entro 90 giorni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore

In migliaia a protestare contro l'attacco turco in Siria

A Ginevra, Berna e Lucerna si è chiesto a gran voce la fine immediata della guerra e dell'oppressione del popolo curdo

SVIZZERA
12 ore

Le coltivazioni di tabacco sono sempre più rare

Attualmente il tabacco in Svizzera cresce su un'area complessiva di 398 ettari, principalmente nei cantoni di Vaud e Friborgo

SVIZZERA
13 ore

Nuove crepe sugli F/A-18

"L'inconveniente" è stato riscontrato in quindici cerniere degli undici dei 30 caccia finora esaminati. Tuttavia, gli aerei sono sempre disponibili per il servizio di polizia aerea

FOTO
SAN GALLO
16 ore

Basta un solo attimo sulla strada e la Corvette non c'è più

L’uomo al volante ha riportato lievi ferite, mentre per la passeggera è intervenuta la Rega. I pompieri hanno dovuto liberarli dalle lamiere

GERMANIA/SVIZZERA
1 gior

In macchina con i nonni, muore bimbo svizzero di 9 anni

La loro macchina è stata violentemente tamponata mentre viaggiavano in autostrada a sud di Monaco di Baviera

SAN GALLO / TURGOVIA
1 gior

8 colpi e 800'000 franchi di bottino, catturato l'uomo mascherato

Davanti alla procura il 26enne ha confessato di essere l'artefice delle varie rapine compiute ai danni di banche e distributori di benzina nella Svizzera orientale negli ultimi anni

SVIZZERA
1 gior

Roger e Xenia non hanno fatto pubblicità occulta

La Commissione svizzera per la lealtà ha risposto al reclamo presentato dall'associazione svizzero-tedesca di protezione dei consumatori

FOTO
ZURIGO
1 gior

Esperimenti sui cani, l'Uni si difende: «Non sapevamo nulla»

La ZHAW di Zurigo dichiara di non essere a conoscenza dei test effettuati in un laboratorio tedesco che agiva su mandato di un'azienda farmaceutica che collaborava con la scuola: «Test inaccettabili»

SVIZZERA
1 gior

Quasi 40'000 firme contro il 5G

Una petizione che chiede una moratoria sullo sviluppo della tecnologia mobile è stata depositata oggi presso il Dipartimento federale delle comunicazioni

SVIZZERA
1 gior

Deal o No-Deal: la Svizzera è preparata alla Brexit

Cinque accordi sono stati elaborati con il Regno Unito che verrebbero applicati a partire dal momento in cui le intese bilaterali tra Berna e Londra non saranno più valide

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile