Depositphotos (archivio)
Alla donna è stata inflitta una pena pecuniaria sospesa di 50 aliquote giornaliere da 30 franchi e ad una multa di 300 franchi.
SVIZZERA
04.06.19 - 12:280
Aggiornamento : 15:25

Scopre la password e legge le e-mail dell’ex marito: condannata

Il Tribunale federale ha confermato la pena pecuniaria sospesa inflitta ad una donna

Email

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LOSANNA - Accedere ad un account email è punibile anche se la password viene scoperta per caso. Il Tribunale federale (TF) ha confermato la pena pecuniaria sospesa con la condizionale inflitta per l'indiscrezione di una donna separata dal marito.

La ricorrente aveva trovato i dati di accesso su un documento che il marito aveva lasciato nell'ufficio che condividevano nel vecchio domicilio coniugale. Poiché nutriva dubbi sul suo diritto di accedervi, aveva fatto alcune ricerche su internet e chiesto informazioni ad un parente procuratore che le aveva riferito che tale azione non fosse illegale.

In una sentenza pubblicata oggi, il Tribunale federale è di tutt'altro avviso: il modo in cui sono stati ottenuti i dati di accesso non è decisivo. Non è necessario un comportamento attivo per commettere il reato di accesso indebito a un sistema di elaborazione di dati.

Mancanza di consenso - La Corte conferma così la decisione presa lo scorso ottobre dal Tribunale cantonale argoviese. Ritiene inoltre che il marito aveva lasciato involontariamente in giro i suoi dati di accesso e che tale omissione non possa essere considerata come un consenso all'accesso alle sue email.

La donna, condannata a una pena pecuniaria sospesa di 50 aliquote giornaliere da 30 franchi e ad una multa di 300 franchi, riteneva che l'accesso indebito ad un sistema per l'elaborazione di dati implica un'energia criminale per essere punibile. Come ad esempio nel caso dell'hacking o del phishing.

I giudici di Mon Repos hanno anche respinto l'argomento secondo cui la ricorrente sarebbe caduta in errore a causa dell'illegittimità delle informazioni fornite dal parente procuratore da lei contattato. La donna non poteva fidarsi poiché non si trattava di un'informazione ufficiale, afferma il TF.

Inoltre, aveva ancora cercato informazioni su internet, come hanno dimostrato analisi svolte dalla polizia scientifica nel computer di sua proprietà. Tale comportamento mostra che aveva una sensazione generale di fare qualcosa di illecito. In queste circostanze, il TF conclude che può essere escluso l'errore di valutazione sull'illegalità

Commenti
 
francox 8 mesi fa su tio
Come dice Teresa Mannino, bisogna imparare dalle mogli.
miba 8 mesi fa su tio
...il marito aveva lasciato involontariamente in giro i suoi dati di accesso... Proprio un bel pollo!:):):)
Raul Arslan 8 mesi fa su fb
O mamma mia chi sa cosa successo..
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
RUAG International taglia 90 posti a Emmen
I tagli avverranno nei prossimi due anni nel settore delle aerostrutture
GRIGIONI
2 ore
Contagiati due bambini nei Grigioni. Un caso in Argovia
Annullata la maratona di sci engadinese che avrebbe portato nella regione ben 17'000 persone. Il quinto caso in Argovia
SVIZZERA
3 ore
Coronavirus, in Svizzera quattro casi tutti importati
Le autorità sanitarie federali hanno aggiornato la popolazione sulla situazione
ZURIGO
3 ore
Coronavirus: ospiti cinesi dimezzati
Le aspettative di Svizzera Turismo: un calo del 50% nel primo trimestre dell'anno
SVIZZERA
5 ore
Si nasconde la droga negli stivali (ma non benissimo)
Il tentativo maldestro di un 37enne olandese, che viaggiava con 1 kg di stupefacenti, non ha ingannato le autorità
SVIZZERA
6 ore
«La nuova legge sulla caccia è un buon compromesso fra uomo e lupo»
Parola di Simonetta Sommaruga che si è pronunciata sul nuovo disegno che saremo chiamato a votare il 17 maggio prossimo
GRIGIONI
7 ore
Due casi di coronavirus nei Grigioni
Ora in Svizzera i pazienti con la malattia sono quattro, di cui uno in Ticino
GINEVRA
8 ore
Il coronavirus è arrivato anche a Ginevra
Come indicato dalle autorità cantonali, si tratta di un informatico che era stato a Milano
GINEVRA
9 ore
Coronavirus, annullato il salone dell'alta orologeria
La manifestazione doveva tenersi dal 25 al 29 aprile
SVIZZERA
9 ore
Raiffeisen: nel 2019 l'utile netto è aumentato del 54%
La banca prevede un 2020 con «una performance commerciale stabile»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile