BERNA
03.06.19 - 17:270
Aggiornamento : 04.06.19 - 08:35

Il boato delle Ferrari rovina il Ponte dell’Ascensione

I cittadini che abitano nella zona dell’aerodromo di Gstaad non hanno avuto pace lo scorso weekend. Le autorità: «Abbiamo sottovalutato l’evento»

SAANEN-GSTAAD - Boati, motori tirati fino ai 300 km/h e frenate. Il fine settimana lungo dell’Ascensione non è stata un’oasi di pace per i cittadini che abitano nei pressi dell’aerodromo di Gstaad. In pista, nella frazione di Saanen (canton Berna), si sono infatti tenuti i test drive di Ferrari. Che sono durati una settimana.

L’aeroporto si trova in una conca. Il rumore, di conseguenza, rimbomba arrecando disturbo agli abitanti della zona. «Non è possibile - commenta uno di loro a 20 Minuten -. Vengono qui a gareggiare?».

Secondo le testimonianze, i test iniziavano alle 9 del mattino e proseguivano fino alle 18. «Il rumore era insopportabile». I cittadini lamentano inoltre di non avere ricevuto alcuna comunicazione preventiva da parte del Comune.

Uno dei residenti ha preso contatto con l'autorità che ha rilasciato l’autorizzazione. Uno degli impiegati dell'ufficio gli avrebbe confidato di avere sottovalutato l’evento. Inizialmente pensavano si trattasse solo di un test drive Ferrari, ma è diventato luogo d’incontro per gli appassionati del Cavallino rampante e ha richiamato un’affluenza che non era prevista.

A seguito dei continui reclami, nel corso della manifestazione il percorso presso l’aerodromo è stato accorciato. Ma il rumore non è diminuito.

Il sindaco di Saanen, Toni von Grünigen, non ha per il momento voluto rilasciare dichiarazioni, riservandosi la possibilità di analizzare meglio il caso. Anche l'azienda Ferrari, dal canto suo, non ha voluto commentare le lamentele legate al rumore e al disturbo arrecato.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
1 ora
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
1 ora
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
10 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
12 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
17 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
18 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
18 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
19 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
19 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile