Depositphotos - foto d'archivio
SVIZZERA
15.05.19 - 11:020
Aggiornamento : 14:58

Adescata a 13 anni, diventa vittima di un pappone. E lo protegge

La ragazzina è stata costretta a prostituirsi e a fare sesso con estranei. È stata drogata e stuprata. Ora è in un istituto per minori, ma non racconta la verità

BERNA - Aveva solo 13 anni quando è stata sedotta. Un uomo l’ha fatta innamorare e poi l’ha costretta ad avere rapporti sessuali con altre persone, ad assumere droghe, a prostituirsi. È stata anche stuprata. È una storia inquietante quella raccontata dalla Berner Zeitung. Parla di una ragazzina appena adolescente vittima di una persona che l’ha distrutta non solo nel fisico, ma anche nell’animo.

La 13enne incontra l’uomo nell’estate del 2016, nel canton Berna. È la prima volta che i suoi genitori le permettono di andare in piscina da sola. Si incontrano altre volte, sempre più spesso. E lui la seduce. Ma i genitori non si accorgono di nulla. «Non abbiamo notato niente - raccontano amareggiati al giornale -. Solo che ogni tanto era triste».

Fino a quando un giorno la ragazza dice di essere stata violentata. Ha paura di rimanere incinta e chiede aiuto alla madre. Ma non rivela nulla, mente per proteggere l’uomo di cui si è innamorata.

Quando la ragazzina va in gita scolastica, però, sua mamma decide di controllarle il cellulare. E rimane scioccata: nelle chat ci sono foto del suo corpo nudo, discorsi legati al sesso e alle perversioni di sua figlia.

È a quel punto che si rende conto che la sua bambina è rimasta vittima di un “loverboy”: uomini che adescano delle ragazze con mille lusinghe, le convincono di essere innamorati di loro e le costringono a fare sesso con altri uomini filmandosi. All’inizio il “loverboy” è il principe dei sogni, è comprensivo, fa loro regali. Il suo comportamento, però, cambia in fretta. Rende metodicamente la vittima dipendente da lui e la isola sempre di più dagli amici e dalla famiglia. Una volta raggiunta la dipendenza emotiva, può chiederle praticamente tutto: pratiche sessuali hardcore, sesso con i suoi “amici”, che in realtà sono clienti paganti o produttori di film porno. A quel punto diventa un protettore, un pappone.

E così è accaduto anche alla 13enne del canton Berna. L’uomo l’ha drogata, l’ha portata da altre persone, l’ha stuprata e l’ha costretta a prostituirsi. Una volta si è svegliata in un bosco, era stata picchiata e violentata. Ma ha chiamato ancora lui per chiedergli aiuto.

Quando i genitori si sono resi conto della situazione, hanno avvertito il centro di consulenza e segnalazione svizzero contro la tratta di esseri umani e lo sfruttamento sessuale ACT212. La 13enne è stata portata in un posto sicuro, accolta all’interno di un istituto minorile.

Ma la ragazza continua a proteggere l’uomo che le ha rovinato la vita, in piena sudditanza psicologica. I genitori sperano che un sostegno psicologico possa aiutarla a capire quello che ha subito e a superare un giorno il trauma.

1 anno fa Adescate da un "loverboy": «Per molte ragazzine è il primo grande amore»
Commenti
 
volabas 1 mese fa su tio
il tuo è un commento; quindi deduco tu sappia la versione di questi pargoletti innocenti
matteo2006 1 mese fa su tio
Aprite il blog qui ma non per il progetto pilota del CF con i rifugiati? Certi argomenti meglio non commentarli.
Tato50 1 mese fa su tio
@matteo2006 E su quella donna insultata a Lugano da tre "pivelli" e denunciata da uno dei genitori ? Un articolo che meritava qualche commento su come certi "pargoletti" crescono e non si capisce perché <;-))))
lo spiaggiato 1 mese fa su tio
@Tato50 Prima di commentare bisognerebbe sentire la versione dei ragazzi... :-))))
Pierfrancesco Ferrari 1 mese fa su fb
Non preoccupatevi che la Legge non esiste. Il Giudice gli darà un paio di aliquote da 30 Fr e finità lì. Ma se la sentenza la facesse il POPOLO?
Beatrice Biondo 1 mese fa su fb
Paura
Anna Amabile 1 mese fa su fb
a parte l'età, per cui andrebbe castrato...
Olivia Ferrari 1 mese fa su fb
Sembra Sindrome di Stoccolma, speriamo venga seguita al meglio e possa liberarsi da questa brutta dipendenza e riappropriarsi della propria vita, e lui che marcisca in prigione a vita!!!
Amir Deranjic 1 mese fa su fb
Dai dove sono i coglioni che difendono i pedofili? Tutti i pedofili alla al muro, e quelli che gli difendono alla gogna.
Angela Koutantis 1 mese fa su fb
Amir Deranjic perchè c'è chi li difende?
Amir Deranjic 1 mese fa su fb
Angela Koutantis purtroppo si, gli "difendono" dicendo che sono malati psicologicamente
Rosanna Valli 1 mese fa su fb
certi energumeni non hanno diritto di continuare a vivere
Romina Tomaz Leitao 1 mese fa su fb
E queste persone se La cavano sempre , invece se rubi un biscotto 🍪 ergastolo
Luisanna Simoni 1 mese fa su fb
Dobbiamo tutti un po vigilare con i giovani perché un po con queste cose un po la droga e tutte queste porcherie schiavitizzano i giovani e questo non deve proprio succedere. Questi crimini devono essere severamente puniti.
volabas 1 mese fa su tio
e poi la madre ha visto le conversazioni al cellulare, quindi presumo si sappia chi sia; quindi fuori il nome in pubblico, e poi una visita al tipo la si puo' sempre fare, altrimenti continuate con il pietismo e buonismo
volabas 1 mese fa su tio
Mi spiace per la ragazzina, e mi incazzo da bestia; ma qualcosa non mi torna, famiglia in primis.
Alessandro Milani 1 mese fa su fb
Conoscendo le pene patetiche in svizzera se la caverà con una multa.. condizio ale ecc...quando x certi animali.minimo camera a gas..sedia eletterica...lobotomia...scc
Guido Trinci 1 mese fa su fb
Alessandro Milani io sono una persona comprensiva e pacata. Ma casi come questo meritano occhio per occhio dente per dente. Deve essere ridotto a meno di un essere umano per le cose atroci che ha fatto. Deve essere rinchiuso e umiliato, disumanizzato finché non diventa un agnellino. Ha rovinato una vita consapevolmente, e ora non ha più diritti ad avere diritti.
Gianna Frigeri Camponovo 1 mese fa su fb
Ma i genitori ..... mi chiedo ..... dormivano????
pulp 1 mese fa su tio
Forse ci si dovrebbe anche interrogare sullo stato sociale di certi adolescenti, che fondamentalmente non hanno dei veri rapporti sociali, fatti di amici e conoscenti ma solo di nicknames o comunque persone virtuali che frequentano sui "social" che di sociale non hanno proprio nulla.
Maxy70 1 mese fa su tio
Con la dovuta delicatezza e da parte di persone QUALIFICATE, é un caso che andrebbe presentato nelle scuole, quale sensibilizzazione per gli / le adolescenti.
Deborah Vaina 1 mese fa su fb
Che uomini malati che girano!! Schifosi bastardi!!
Violet Barrow 1 mese fa su fb
Se lo protegge vuol dire che a casa sua funziona niente
Tati Past 1 mese fa su fb
Se lo protegge sa che ci saranno ripercussioni... Sempre a puntare sentenze come esperti. Mah!?
Giuliana Zinni 1 mese fa su fb
Violet Barrow esistono conseguenze mentali e dipendenze patologiche.
Tati Past 1 mese fa su fb
La conoscete la sindrome di stoccolma.... Ecco, seppur a casa funziona tutto, ne può essere affetta e non è nè semplice né scontato!
Silvana Camozzi 1 mese fa su fb
Rovinata per sempre bimba psico fisicamente che tristezza i finita
matteo2006 1 mese fa su tio
Ora spiegatemi il senso che può avere questo blog? vi pare il caso di aprire i commenti per questo articolo quando non si apre per altri articoli del calibro "Zone 30 per la qualità di vita del borgo" per esempio? Lasciate sfogare la gente sul cartello 30 e il municipale che lo vuole mettere non so una ragazza 13enne e la sua famiglia!
Akın Şeker 1 mese fa su fb
La svizzera sempre più bella
Ellefson Ticino 1 mese fa su fb
Ergastolo botte e lavori socialmente utili. Pulire merda dei cani, gabinetti della autostrada Milano, ecc
Barbara Prestigiacomo 1 mese fa su fb
Ellefson Ticino troppo poco
Dilma Elena Cruise 1 mese fa su fb
Sappiamo che non è la unica
negang 1 mese fa su tio
A 13 anni non e' colpa della ragazza ! Il tipo andrebbe internato in modo che lavori per risarcire a vita la poveretta alla quale nessuno potrà' mai restituire il periodo da teen ager che non ha vissuto oltre allo schifo subito.
La Fuvi 1 mese fa su fb
Pena di morte!
Erion Rejan 1 mese fa su fb
La Fuvi troppo poco, meglio vivo e torturato.
La Fuvi 1 mese fa su fb
Erion Rejan si anche, che schifo leggi insulse. Vai in galera per un radar, per pedofilia giri a piede libero
Erion Rejan 1 mese fa su fb
Vedo crescere sempre di più i miei figli e insieme a loro cresce la mia paura... un mondo pieno di esseri ignobili.
La Fuvi 1 mese fa su fb
Erion Rejan anch'io penso ai miei figli, che mondo si ritrovano...
SosPettOso 1 mese fa su tio
Per andare a cacciarsi in un incubo simile, la sua precedente realtà non doveva certo essere un sogno.
Nathalie Bornia 1 mese fa su fb
Oh madonna santa!!!
Maurizio Roggero 1 mese fa su fb
Esisterà pure la maniera di far sparire certe persone in silenzio e senza far rumore.... dalla faccia della terra!
Billy Fully HD 1 mese fa su fb
giustizia privata...cementati vivi o gettati nell'acido...
moma 1 mese fa su tio
Si pena di morte, subito e senza processi. Ma i genitori? Loro sono anche responsabili e come lo sono.
jena 1 mese fa su tio
una sola soluzione ... pena di morte !!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZER
31 min

Lidl si lancia nella «giungla tariffaria» della telefonia mobile

Grazie a una collaborazione con Salt, il commerciante al dettaglio proporrà sia un offerta prepagata, sia un abbonamento

TURGOVIA
1 ora

Violenza domestica, una dozzina di agenti in azione

Un'importante operazione di polizia è in corso in questi minuti ad Amriswil

VIDEO
SVIZZERA
2 ore

Se il Corso Rip è invaso dalle cimici: «L'hanno gestita malissimo»

Lo sfogo di una madre che si è vista portare a casa un sacco nero pieno di vestiti e parassiti. Il Ddps però smentisce: «Seguito il protocollo»

GRIGIONI
12 ore

Apre il baule per salvare il cane, ma la proprietaria s’indigna

Ha notato l’animale sotto il sole e si è accorto che la macchina non era chiusa a chiave. Quando la donna ha fatto ritorno al suo veicolo, i toni si sono accesi

VALLESE
13 ore

Sfiorati i 36 gradi in Vallese

Al momento l'aria è estremamente calda a media e alta quota e ciò ha fatto segnare record di temperatura per giugno in molte stazioni di rilevamento nelle Alpi e nel Giura

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report