TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
08.05.19 - 12:120

Nessun indennizzo per cura al familiare

L'assicurazione malattia deve farsi carico delle cure fornite con prescrizione medica, a domicilio da infermieri e organizzazioni specializzate

LOSANNA - Un famigliare che si prende cura di un parente senza una formazione adeguata non può essere indennizzato per esami e trattamenti ai sensi dell'assicurazione malattia. Il Tribunale federale (TF) ha respinto il ricorso di una donna paraplegica che viene assistita dal marito.

Costretta a casa dal dicembre 2015, la ricorrente era assistita da un servizio di cure a domicilio e da suo marito. Dal primo gennaio 2017 quest'ultimo è stato assunto da un servizio riconosciuto dal cantone in qualità di assistente famigliare.

Tale servizio ha depositato una domanda di presa a carico dei costi presso l'assicurazione malattia per le cure fornite dal marito. La cassa malattia ha accettato di rimborsare le prestazioni che rientrano nella valutazione, consulenza, coordinamento e cura di base ma non i costi nell'ambito di esami e trattamenti in quanto il marito non disponeva della formazione necessaria.

In una sentenza pubblicata oggi il Tribunale federale conferma la posizione dell'assicurazione. Il TF ricorda che l'assicurazione malattia deve farsi carico delle cure fornite con prescrizione medica. Nell'ambito delle cure a domicilio, sono infermieri e organizzazioni specializzate che provvedono a queste cure.

Il TF precisa che la legge non definisce i requisiti minimi che il personale di queste organizzazioni deve soddisfare. Nella sua giurisprudenza l'ex Tribunale federale delle assicurazioni ha anche ammesso che membri della famiglia possono offrire cure di base e a questo scopo una «certa formazione» è sufficiente.

D'altro canto la legislazione opera una distinzione tra le prestazioni di valutazione, consulenza e coordinamento - per le quali vengono menzionate le persone non professionali - e le misure di esame e di trattamento riservate al personale infermieristico e ai servizi di aiuto e cure a domicilio.

Per il TF questa distinzione implica che i servizi di aiuto e cure a domicilio debbano servirsi di personale infermieristico per gli esami e i trattamenti.

Una soluzione differente comporterebbe una discriminazione a scapito degli infermieri indipendenti che visitano i loro pazienti: a questi è richiesta una formazione superiore mentre i servizi a domicilio potrebbero affidare cure complesse a persone poco qualificate.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
51 min

Lui pubblica le foto porno. Lei si suicida. Pena scontata per lui

Aveva pubblicato foto di nudo di una minorenne finlandese con la quale chattava. Condannato inizialmente a 42 mesi di carcere, ne dovrà scontare 28 in una struttura di recupero

FOTO
GINEVRA
2 ore

«Solo insieme l'umanità riuscirà ad affrontare le sfide del futuro»

Due mani che si afferrano i polsi. "Beyond Walls" è il nome scelto dall'artista francese Saype per le sue due opere visibili a Ginevra

SVIZZERIA
3 ore

Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione

Anche se i prezzi sono in calo e potrebbero guadagnarci ogni anno. Un assicurato su due non l'ha mai cambiata in vita sua

SVIZZERA
8 ore

Salt: nessuna fretta nella realizzazione della rete 5G

Il ceo: «Vogliamo aspettare fino a quando la domanda sul mercato sarà più forte»

ZURIGO
8 ore

Pestati brutalmente da cinque persone «perché siete gay»

L'aggressione è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato nel quartiere di Niederdorf. La polizia cerca testimoni per rintracciare gli aggressori

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile