TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
08.05.19 - 12:120

Nessun indennizzo per cura al familiare

L'assicurazione malattia deve farsi carico delle cure fornite con prescrizione medica, a domicilio da infermieri e organizzazioni specializzate

LOSANNA - Un famigliare che si prende cura di un parente senza una formazione adeguata non può essere indennizzato per esami e trattamenti ai sensi dell'assicurazione malattia. Il Tribunale federale (TF) ha respinto il ricorso di una donna paraplegica che viene assistita dal marito.

Costretta a casa dal dicembre 2015, la ricorrente era assistita da un servizio di cure a domicilio e da suo marito. Dal primo gennaio 2017 quest'ultimo è stato assunto da un servizio riconosciuto dal cantone in qualità di assistente famigliare.

Tale servizio ha depositato una domanda di presa a carico dei costi presso l'assicurazione malattia per le cure fornite dal marito. La cassa malattia ha accettato di rimborsare le prestazioni che rientrano nella valutazione, consulenza, coordinamento e cura di base ma non i costi nell'ambito di esami e trattamenti in quanto il marito non disponeva della formazione necessaria.

In una sentenza pubblicata oggi il Tribunale federale conferma la posizione dell'assicurazione. Il TF ricorda che l'assicurazione malattia deve farsi carico delle cure fornite con prescrizione medica. Nell'ambito delle cure a domicilio, sono infermieri e organizzazioni specializzate che provvedono a queste cure.

Il TF precisa che la legge non definisce i requisiti minimi che il personale di queste organizzazioni deve soddisfare. Nella sua giurisprudenza l'ex Tribunale federale delle assicurazioni ha anche ammesso che membri della famiglia possono offrire cure di base e a questo scopo una «certa formazione» è sufficiente.

D'altro canto la legislazione opera una distinzione tra le prestazioni di valutazione, consulenza e coordinamento - per le quali vengono menzionate le persone non professionali - e le misure di esame e di trattamento riservate al personale infermieristico e ai servizi di aiuto e cure a domicilio.

Per il TF questa distinzione implica che i servizi di aiuto e cure a domicilio debbano servirsi di personale infermieristico per gli esami e i trattamenti.

Una soluzione differente comporterebbe una discriminazione a scapito degli infermieri indipendenti che visitano i loro pazienti: a questi è richiesta una formazione superiore mentre i servizi a domicilio potrebbero affidare cure complesse a persone poco qualificate.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora

Viaggiare in bus potrebbe diventare ancora più conveniente

BlaBlaCar lancia il “BlaBlaBus”, che punta a diventare concorrente di Flixbus. L’Ufficio federale dei trasporti: «Non abbiamo ancora ricevuto alcuna richiesta»

SVIZZERA / FRANCIA
2 ore

Con l'aereo sul Monte Bianco, fermati 2 svizzeri

Il velivolo è stato individuato 300-400 metri sotto la vetta, sul versante francese. I due rischiano sanzioni per violazioni al codice dell'ambiente e alle regole dell'aviazione civile

FOTO
SVIZZERA / RUSSIA
2 ore

Cassis taglia il nastro della nuova ambasciata a Mosca

L'edificio, costato 42 milioni di franchi, ospita per la prima volta tutti i servizi attivi nella promozione degli interessi elvetici in Russia

VAUD
3 ore

«La moglie aveva sempre un'aria triste»

Una coppia belga e il loro figlio di 13 anni sono stati trovati privi di vita nella loro abitazione. Una famiglia ricca, ma riservata. La cui morte lascia aperti molti interrogativi

VIDEO
GRIGIONI
6 ore

Sorpassi pericolosi a bordo di super car, la polizia indaga

Un lettore filma scene mozzafiato nei Grigioni. I conducenti di auto sportive tedesche si sono "esibiti" in audaci e pericolose manovre

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report