20M
SVIZZERA
25.04.19 - 22:030

Mentre era alla guida del Flixbus si guardava le serie sul cellulare

Un viaggio da incubo per uno zurighese che con quella conducente ci ha anche litigato (e pesantemente), l'azienda: «Comportamento inaccettabile»

ZURIGO - Viaggio Augusta-Zurigo, in Flixbus. Un viaggio, quello compiuto da un lettore di 20 Minuten lo scorso 13 aprile, seduto proprio dietro la conducente. Ma dopo qualche tempo dalla partenza, l'uomo ha notato qualcosa di strano: la donna guardava costantemente a sinistra, ma non nello specchietto retrovisore.

«Ho controllato meglio e stava guardando il suo cellulare, appoggiato vicino al finestrino», conferma lui, «guardava un film o una serie televisiva, aveva anche le cuffiette». Dopo la scoperta il tentativo di immortalare con una foto (quella che vedete qui sopra) un comportamento - ne era convinto - «irresponsabile e pericoloso».

Malgrado fosse assorta nella visione, l'interessata però se n'è accorta e si è inalberata: «Mi ha mostrato più volte il dito medio, mi ha anche minacciato in ceco e in inglese che mi avrebbe denunciato. Io le ho detto: “Se vuole chiamare la polizia, faccia pure, tanto è lei a essere nel torto“», ricorda. 

La rappresaglia della donna è continuata fino al termine del viaggio: «A un certo punto mi sono addormentato, arrivati al capolinea mi ha svegliato tirandomi un calcio sulla gamba e mostrandomi ancora il dito medio». Un'esperienza di viaggio, quindi, decisamente poco piacevole: «Prendo il Flixbus di rado, una volta ogni due anni. Ma quante volte capitano cose del genere? La mia è stata semplicemente una coincidenza? Io non credo».

Interpellata da 20 Minuten, l'azienda risponde attraverso il suo portavoce David Krebs: «La sicurezza dei passeggeri deve essere la priorità per ogni conducente Flixbus». La protagonista dell'episodio, pare, faceva parte di un'azienda partner ed è stata subito sospesa: «Il suo comportamento non è all'altezza dei nostri standard e non è assolutamente tollerato», conferma Krebs, inoltre l'azienda che le dà lavoro verrà sanzionata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report