Deposit
Si faceva passare per una ragazza (foto generica)
BASILEA CITTÀ
12.04.19 - 07:480
Aggiornamento : 09:53

Atti sessuali con 193 minori: condannato a un anno di reclusione

12 mesi da scontare per un insegnante che chiedeva foto e video hot a ragazzi adolescenti facendosi passare per una ragazza

BASILEA - Tre anni di reclusione in parte sospesi con la condizionale. Uno da scontare, gli altri due convertiti in un periodo di prova, a patto di sottoporsi a una terapia. È questa la pena comminata dal Tribunale penale di Basilea Città a un insegnante di 38 anni riconosciuto colpevole di aver chiesto, per anni, foto e video di natura sessuale a dei minorenni.

Il Ministero pubblico domandava una pena detentiva di sei anni e tre mesi. Accusava l’uomo di essersi fatto passare per una ragazzina su internet e di aver chiesto a 246 ragazzi adolescenti di inviargli immagini e filmati di atti sessuali. Il Tribunale, tuttavia, ha potuto riconoscere solo 193 casi come atti sessuali con fanciulli.

La pena comminata risulta relativamente breve perché per questa fattispecie di reato quella massima è di 7 anni e mezzo di reclusione: «Comprende tuttavia anche gravi episodi di stupro e, in questo caso, non c’è stato alcun contatto fisico», spiega il presidente del tribunale, Roland Strauss. Al condannato è stato anche imposto un divieto di lavorare con minori di 16 anni per un periodo di 5 anni.

Non è chiaro se l'uomo possa ancora rappresentare un pericolo perché il Tribunale non ha potuto decretare altre misure. Il Ministero pubblico ha omesso infatti di richiedere una perizia psichiatrica. «L’incertezza comporta rischi», ammette Strauss.

Secondo lui, le vittime avrebbero del resto potuto essere più responsabili. Non si trattava di bambini piccoli, ma di adolescenti che conoscevano internet.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 min
C'è sete d'informazione, ma gli introiti dei media sono in calo
Con la pandemia crescono i fruitori, che sono però raramente disposti a pagare per i contenuti
SVIZZERA
53 min
Orologeria di lusso, alla fine la gente preferisce il negozio
Lo sostiene uno studio di Deloitte: «Un'esperienza che resta essenziale e che resterà anche in futuro»
SVIZZERA
2 ore
Secondo lockdown, questa è la settimana della verità
Gli ospedali si stanno rapidamente riempiendo di pazienti Covid e gli epidemiologici ritengono inevitabile un blocco.
CITTÀ DEL VATICANO
5 ore
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
12 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
12 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
13 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
15 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
URI
19 ore
Frana sul Susten, il passo è bloccato fino a nuovo avviso
C'è ancora rischio di nuovi smottamenti. Al momento del crollo in loco c'era una comitiva di escursionisti
NIDVALDO
22 ore
Abbandona l'auto (distrutta) in mezzo all'autostrada e fugge
Aveva avuto un incidente e ha deciso di allontanarsi. Diverse ore dopo si è però presentato in polizia.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile