Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
07.04.19 - 11:370

Gli specialisti difendono il trattamento contro l'Alzheimer

Presa di posizione da parte di 15 istituzioni, anche per rispondere ai «negazionisti» per i quali non è una malattia. «I farmaci non curano, ma sono efficaci»

BERNA - I pazienti che soffrono di Alzheimer hanno diritto a una diagnosi e a un trattamento rimborsati dall'assicurazione obbligatoria delle cure medico sanitarie. Lo sostengono 15 istituzioni specializzate in Svizzera che, in una presa di posizione pubblicata oggi, si oppongono allo scetticismo prevalente nei confronti del trattamento della malattia.

Anche se il numero di pazienti affetti da demenza in Svizzera continua ad aumentare notevolmente ci sono persone che dubitano dell'esistenza della malattia, viene indicato.

Il punto di vista delle quindici istituzioni, tra cui figurano Alzheimer Svizzera e il Centro della memoria dell'Ospedale universitario di Ginevra (HUG), rientra nell'ambito della Strategia nazionale sulla demenza 2014-2019.

Secondo tali istituzioni la demenza è chiaramente una malattia che non rientra nel normale processo di invecchiamento. Le cause sono principalmente di natura neurodegenerativa o vascolare. I pazienti - sottolineano - hanno il diritto di ricevere i migliori trattamenti.

«Questa presa di posizione, all'origine della quale vi è stata una lunga riflessione, era necessaria per la enorme responsabilità che abbiamo verso i nostri pazienti», ha indicato a Keystone-ATS il professor Giovanni Frisoni, direttore del Centro della memoria dell'HUG a Ginevra.

Si tratta di rispondere anche ai «negazionisti» per i quali l'Alzheimer non è una malattia. «Questa minoranza fa molto rumore, ma non contribuisce in nessun modo alla riflessione sulla malattia e alla ricerca di terapie», si rammarica Frisoni.

In Francia i costi dei farmaci contro la demenza dall'anno scorso non sono più rimborsati dall'assicurazione malattia, sottolinea Frisoni. I prodotti Aricept, Ebixa, Exelon, Reminyl sono i soli approvati e rimborsati in Svizzera. «Senza di essi non vi è alternativa», sottolinea il professore del Centro della memoria dell'HUG.

Nonostante questi farmaci non curini l'Alzheimer, hanno tuttavia dimostrato la loro efficacia. Essi migliorano temporaneamente lo stato dei pazienti o stabilizzano i sintomi cognitivi per una durata fino a 18 mesi, viene indicato nella presa di posizione.

La diagnosi precoce e il trattamento migliorano anche l'autonomia delle persone, permettendo loro di vivere più a lungo a casa. È necessaria la combinazione di approcci terapeutici farmacologici e non farmacologici, viene sottolineato nella presa di posizione.

Attualmente la Svizzera conta 151'000 persone affette da demenza. A causa dell'evoluzione demografica, ci si attende che ne 2040 saranno circa 300'000.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
43 min
Il parlamento a maggio in sessione straordinaria
Si parlerà di coronavirus, aiuti e misure d'emergenza. E per ovvi motivi non si terrà a Palazzo federale
SVIZZERA
3 ore
«La collaborazione è la nostra forza»
La presidente della Confederazione ha precisato che la situazione «non cambierà radicalmente» nei prossimi giorni
SVIZZERA
6 ore
Grigliata dell'epidemia? Scattano le multe (ma non in Ticino)
Ma nei vari Cantoni la polizia si regola in modo diverso. Ecco cosa si rischia
SVIZZERA
7 ore
I dati di una Svizzera malata
Il nostro Paese ha una delle più alte incidenze in Europa, ma è pure quello che effettua il maggior numero di tamponi.
SVIZZERA
7 ore
Scampagnate col coronavirus? Fioccano le multe
Le autorità: «Non è il momento di abbassare la guardia»
SVIZZERA
8 ore
Coniglietti di cioccolato, il virus colpisce soprattutto le piccole imprese
La produzione è iniziata più tardi rispetto ai grandi gruppi, risentendo maggiormente delle misure
SVIZZERA
8 ore
«Sospendere momentaneamente le bollette dell'elettricità»
Avenir Suisse e ATD Quarto Mondo hanno lanciato un'iniziativa per aiutare le persone in difficoltà
SVIZZERA
8 ore
Il coronavirus ti causa stress? Partecipa allo studio
Una situazione simile non si era mai verificata ed è difficile determinare le conseguenze sulla salute mentale.
ARGOVIA
10 ore
A folle velocità in autostrada, arrestato
Aperto un procedimento penale nei confronti del pirata della strada
BERNA
11 ore
"Chi con l'epidemia ci ha guadagnato, paghi le imposte"
Chiesta una tassazione speciale per tutte quelle aziende che hanno guadagnato soldi grazie al coronavirus
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile