Keystone
SVIZZERA
05.04.19 - 13:270

Villaggi isolati sull'arco alpino

Il brusco ritorno dell'inverno ha provocato numerosi disagi in Engadina, nel Canton Uri e in Vallese

COIRA - Nessun giornale distribuito in Engadina, conferenze spostate e condizioni di circolazione precarie su numerose strade: il brusco ritorno dell'inverno delle ultime 24 ore ha avuto un impatto non indifferente sulla vita quotidiana nelle regioni alpine.

«Cari engadinesi, purtroppo oggi non riceverete il vostro giornale», ha comunicato stamane la casa editrice Somedia. Tutte le strade dell'Engadina sono infatti chiuse a causa delle forti nevicate o del pericolo di valanghe: impossibile quindi per i fattorini procedere alla distribuzione dei giornali.

Anche i partecipanti all'incontro primaverile della Conferenza Svizzera delle Cancellerie di Stato hanno dovuto dare prova di flessibilità: la riunione, prevista in un albergo di Andermatt (UR), si è tenuta in una sala del municipio di Altdorf (UR). La località urana è infatti praticamente irraggiungibile a causa delle grandi quantità di neve cadute in poche ore.

Nelle vallate alpine da mercoledì sera si è misurato più di un metro e mezzo di neve fresca: ciò è fonte di preoccupazione per l'elevato pericolo di valanghe su tutta la dorsale principale delle Alpi. Stando al bollettino dell'Istituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF), da stamattina nella regione compresa tra il passo del Sempione (VS) e quello del Bernina (GR) come pure nelle località di Guttannen (BE), Gadmertal (BE), Meiental (UR), Maderanertal (UR), e Bivio (GR) il pericolo di valanghe è a livello 4 (forte), mentre nel resto delle Alpi vige il grado 3 (marcato).

Ieri i disagi al traffico erano stati notevoli. Anche oggi l'autostrada A2 è stata più volte chiusa all'altezza di Amsteg (UR) per il pericolo di valanghe, con considerevoli tempi di attesa per i viaggiatori. Diverse le strade cantonali tuttora sbarrate in Vallese, Uri e nei Grigioni.

La neve ha continuato a provocare problemi anche al traffico ferroviario: sono tuttora interrotte le linee in partenza da Andermatt (UR) e dirette nei Grigioni o in Vallese.

Secondo i servizi meteorologici, la situazione dovrebbe gradualmente migliorare nel corso della giornata.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 min
Se la ricerca di lavoro è lunga, ecco come farcela al meglio
Stando a uno studio recente della compagnia di recruting americana Randstad, il tempo medio di ricerca di un nuovo lavoro si attesta attorno ai 5 mesi
ZURIGO
10 min
Un guasto blocca l'Eurocity: evacuati 600 passeggeri
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando per diverse ore la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
GRIGIONI
8 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
9 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
URI
13 ore
Colpo di sonno sull’A2, si ribalta con il furgoncino
Illeso il conducente ma i danni sono notevoli: circa 20mila franchi
SVIZZERA
14 ore
L'onda verde non travolge gli Stati
I ballottaggi di oggi - con la sola eccezione del Ticino - si sono svolti all'insegna della stabilità
SVIZZERA
19 ore
L'ex ceo della Posta Susanne Ruoff è passata ad Ascom
Sarà membro esterno di un gruppo di lavoro incaricato di accelerare la trasformazione del gruppo tecnologico zughese
GRIGIONI
19 ore
Nei Grigioni toccato il record: 71 cm a Müstair
Bisogna andare indietro fino al novembre del 1959 quando la nevicata di novembre si fermò a 65 centimetri
GRIGIONI
22 ore
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
22 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile