20 minutes
I fiori e i messaggi lasciati ai piedi dell'immobile della famiglia della 12enne
GINEVRA
03.04.19 - 18:410

Stuprò e strangolò una 12enne, confermata la sentenza di primo grado

Il tassista etiope di 43 anni è stato riconosciuto colpevole anche in appello: dovrà scontare 20 anni di carcere

GINEVRA - Venti anni di prigione: è la condanna inflitta oggi dalla Camera penale d'appello e di revisione di Ginevra a un tassista etiope di 43 anni riconosciuto colpevole di aver stuprato e ucciso una 12enne nell'agosto 2012. La difesa aveva chiesto l'assoluzione.

Alla pena i giudici hanno aggiunto una misura di internamento. L'imputato è stato anche ritenuto colpevole dalla Corte di aver sottoposto ai peggiori tormenti alcune delle sue ex compagne, violentandole, sequestrandole e picchiandole. La Corte conferma così la sentenza che aveva emesso in prima istanza il Tribunale criminale di Ginevra il 22 giugno 2018.

Semhar era stata uccisa una sera di agosto 2012. L'accusato, che intratteneva all'epoca una relazione intima con la madre dell'adolescente, aveva sorpreso la 12enne a casa da sola. L'uomo l'aveva violentata e strangolata quindi nascosto il corpo sotto il letto matrimoniale.

Nella loro sentenza in prima istanza, i giudici avevano rilevato la colpa "estremamente pesante" dell'imputato. Anche se l'uomo ha sempre proclamato la propria innocenza, gli elementi riuniti nell'ambito delle indagini sono sufficienti per dissipare qualsiasi dubbio sulla sua colpevolezza, aveva rilevato la corte.

Sono state infatti trovate tracce del DNA dell'uomo particolarmente compromettenti: attorno al collo e all'interno delle mutandine della ragazza, sotto le sue unghie e sotto il letto dove il corpo della vittima era stato nascosto.

Anche l'alibi fornito dall'uomo per il giorno in cui è morta la ragazzina non gli ha impedito di commettere il delitto: sapeva che la dodicenne era sola in casa e ha avuto sufficiente tempo per nasconderne il cadavere, ripartire con il suo taxi e invitare al ristorante la mamma, la sorella e il fratellino della vittima.

Il caso aveva provocato una viva emozione a Ginevra. Nel corso del procedimento l'accusato ha negato di aver ucciso la ragazza. Il processo d'appello si era aperto già a fine gennaio, ma era stato interrotto e aggiornato dopo che una giudice si era appisolata durante il dibattimento.

Il procuratore Joël Schwarzentrub, che aveva chiesto la detenzione a vita e l'internamento del tassista, non è stato completamente seguito dalla Corte. La difesa che aveva chiesto l'assoluzione può ancora ricorrere al Tribunale federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Emmi aumenta le vendite nonostante il coronavirus
La borsa ha tuttavia reagito negativamente alle previsioni del risultato Ebit.
ARGOVIA
3 ore
Cadavere in riva alla Limmat, il sospettato ha confessato
Il 31enne fermato martedì avrebbe strangolato l'81enne trovato privo di vita lunedì.
SVIZZERA
3 ore
1'699 casi, 52 decessi e 94 ricoveri nelle ultime 24 ore
I tamponi eseguiti ieri sono stati 26'638. Il 6,4% di questi è risultato positivo al Covid-19.
GRIGIONI
4 ore
Frontale a Mulegns, in tre in ospedale
Fortunatamente nessuno ha riportato ferite gravi.
SVIZZERA
4 ore
Covid in Svizzera: le cifre continuano a scendere
L'UFSP ha tracciato un bilancio complessivo della terza settimana di gennaio.
GRIGIONI
6 ore
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
6 ore
Gestione della pandemia nel mondo: ecco dove si situa la Svizzera
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
7 ore
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
8 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
9 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile