Archivio Tipress
SVIZZERA
24.03.19 - 14:110
Aggiornamento : 18:59

Aumentano le denunce per abusi nella Chiesa

Nel 2017 le autorità ecclesiastiche hanno ricevuto 65 segnalazioni di cui 10 sono state inoltrate alla Giustizia

BERNA - In Svizzera sono trecento le persone che dal 2010 si sono fatte avanti per abusi sessuali all’interno della Chiesa cattolica. Ma soltanto negli ultimi anni è aumentato il numero dei casi trattati dalla Giustizia. Lo rivela l’odierna edizione della SonntagsZeitung: dei 65 episodi che nel 2017 sono stati segnalati alle autorità ecclesiastiche, dieci erano tali da essere affidate alle autorità giudiziarie. Si tratta quasi di un caso su sette.

Se si tiene invece conto del periodo dal 2010, sinora 21 segnalazioni sono state inoltrate alla Giustizia. Ma sono soltanto tre i chierici condannati, come emerge da un rilevamento interno della Conferenza episcopale. Come scrive ancora il domenicale, nel dieci per cento dei casi le informazioni non sarebbero sufficienti per chiarire la questione, tre presunti autori di abusi sarebbero «introvabili o ignoti» e 111 accusati sarebbero morti.

Oggi le vittime sarebbero comunque maggiormente disposte a intraprendere dei provvedimenti contro gli autori degli abusi. Non era così nel 2010, quando su 116 segnalazioni, 56 vittime avevano preferito fermarsi al confronto con l'autorità ecclesiale.

All’inizio del 2017 anche in Ticino la Chiesa si è attivata nella lotta contro gli abusi sessuali, invitando le vittime a farsi avanti. Un’iniziativa che per ora ha portato a quattro segnalazioni. E in un solo caso la persona che si è fatta viva è arrivata alla fine della procedura, ottenendo un risarcimento economico.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
2 ore
Tassista ucciso: tre arresti
Il fatto risale alla notte tra mercoledì e giovedì scorsi. Trovata l'arma del delitto
BERNA
3 ore
L'infermiera guarita: «Non ho più paura»
Non solo infezioni, ma anche guarigioni. E c'è chi, forte dei presunti anticorpi, si sente fuori pericolo
SVIZZERA
4 ore
«I giovani sono spaventati dall'isolamento»
In molti si rivolgono al servizio di consulenza della Pro Juventute. La Fondazione lancia una campagna di comunicazione
SVIZZERA
5 ore
Lidl premia i suoi dipendenti
La catena offre loro buoni per ringraziarli per «l'instancabile lavoro» prestato in questi momenti di emergenza.
SVIZZERA
5 ore
«Il sistema sanitario funziona bene. Le terapie intensive hanno ancora posti»
Koch: «La curva epidemica negli ultimi giorni è rimasta abbastanza costante»
SVIZZERA
6 ore
I top manager di ABB rinunciano a parte dello stipendio
La decisione è stata presa per alleggerire l'impatto della crisi dovuta al coronavirus
SVIZZERA
7 ore
Più di 15'000 casi in Svizzera
Rispetto a ieri si tratta di 1'201 malati in più. I decessi legati al Covid-19 sono invece quasi 300
SVIZZERA
7 ore
A metà aprile un hotel su 2 avrà difficoltà a pagare le bollette
Non ci sono più viaggiatori e le strutture ricettive stanno finendo i soldi
ARGOVIA
7 ore
Uccise la moglie e la cognata: chiesti vent'anni
I fatti sono avvenuti all'inizio del 2018 ad Hausen. L'accusato parla di legittima difesa
FOTOGALLERY
SVIZZERA
8 ore
Sulla nave 259 svizzeri: «Bloccati fino a maggio»
La Costa Deliziosa stava facendo il giro del mondo. L'odissea per tornare a casa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile