Keystone (archivio)
GINEVRA
11.03.19 - 17:120

Scandalo rimborsi, due municipali in procura

Guillaume Barazzone (PPD) e Rémy Pagani (Ensemble à Gauche) saranno ascoltati dal Ministero pubblico sullo scandalo delle spese allegre che ha investito l'esecutivo

GINEVRA - Nuova tappa a Ginevra nella vicenda delle spese allegre dei municipali: due membri dell'esecutivo, Guillaume Barazzone (PPD) e Rémy Pagani (Ensemble à Gauche), saranno ascoltati dal Ministero pubblico in qualità di imputati.

La notizia, diffusa stamane da Le Temps, è stata confermata dalla procura ginevrina. Due altri municipali, Sami Kanaan (PS) e Esther Alder (Verdi), saranno dal canto loro ascoltati in qualità di persone informate dei fatti.

Lo scorso 7 novembre la giustizia ginevrina aveva perquisito a più riprese gli uffici dei membri del Consiglio amministrativo cittadino (il municipio), sequestrando dei documenti. Dopo un'analisi, ha deciso di convocare quattro membri dell'esecutivo. Le audizioni si svolgeranno alla fine del mese o a inizio aprile, ha precisato il Ministero pubblico.

La vicenda è emersa a inizio novembre 2018, quando la Corte dei conti ha pubblicato un rapporto in cui denunciava gli eccessi e l'uso improprio di rimborsi concessi per le spese di viaggio e ristorazione da parte di cinque municipali.

Fra questi il consigliere nazionale Guillaume Barazzone, che si è visto rimborsare 42'000 solo per il 2017, di cui oltre 17'000 franchi per spese di telefonia mobile. Il politico ha annunciato che lascerà il Consiglio nazionale alla fine della legislatura e non si ripresenterà alle elezioni per il municipio nel 2020. Rémy Pagani aveva speso 23'000 franchi.
 
 

Commenti
 
LAMIA 7 mesi fa su tio
Se si aprisse il vaso di Pandora vedresti quanti esecutivi cantonali e comunali finirebbero in procura
F/A-18 7 mesi fa su tio
@LAMIA Sono d'accordo con te, nel mio comune per esempio il sindaco non vive lì ed è pure candidato al gran consiglio, ma chi vogliamo prendere in giro?
F/A-18 7 mesi fa su tio
@LAMIA Pienamente d'accordo con te, noi abbiamo per esempio un sindaco che non risiede in paese ed è pure candidato al gran consiglio, però vedo che nessuno solleva questioni, alle nostre latitudini la vergogna non è di casa.
F/A-18 7 mesi fa su tio
Beh, almeno in quel di Ginevra certi rimborsi sono riconosciuti come scandali, qui da noi in Ticino invece sono una prassi oramai normale, senza più vergogna e senza nessun imbarazzo. Che sia un motivo di vanto per le prossime elezioni?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
VALLESE
17 min
Il San Bernardo con una madrina molto speciale
Karin Keller-Sutter quando ha visto Zeus, 70 centimetri per 45 chili, ha detto «è il mio cane»
SVIZZERA / ITALIA
30 min
Turista svizzera scomparsa e ritrovata «in stato confusionale»
La giovane aveva mandato un messaggio vocale in cui chiedeva aiuto a un'amica. Qualche ora dopo è stata ritrovata in stato di shock. Non si esclude che abbia subito violenze
SVIZZERA
1 ora
L'e-commerce elvetico sente la pressione della concorrenza estera
I commercianti online svizzeri devono offrire sempre più servizi complementari
VIDEO
ZURIGO
2 ore
Dimissioni per l'agente che aveva dato in escandescenze
Il poliziotto che aveva insultato un conducente davanti alla figlia era stato sospeso. Ma ora ha deciso di lasciare le forze dell'ordine
SVIZZERA
4 ore
Swatch-Calvin Klein, fine della collaborazione
La decisione è stata presa dal gruppo orologiero in seguito alle recenti incertezze a livello di management presso il marchio di alta moda americano
SVITTO
4 ore
Cabina precipitata nel vuoto, colpa del vento
Riapertura prevista per venerdì
SVIZZERA
5 ore
Assegnazione Mondiali 2006, perizia medica su Beckenbauer
Visto lo stato di salute, non è chiaro se e quando sarà in grado di prendere parte a un procedimento penale. I fatti saranno prescritti nell'aprile 2020 e il tempo stringe
SVIZZERA
6 ore
Condanne penali, gli ex jugoslavi sono al primo posto
Per le infrazioni alla Legge sugli stupefacenti, 900 condanne sono state emesse a cittadini dell'Africa orientale, quasi 500 ad albanesi tra 18 e 29 anni
VIDEO
BERNA
7 ore
Pirata della strada sull'A1, sfiorato il frontale
Scena da brivido immortalata dalla dashcam di un automobilista che ha evitato per un soffio lo scontro con un SUV con rimorchio per cavalli
ARGOVIA
8 ore
Accoltellato sotto casa: in manette un parente
Il delitto risale a maggio. Da mesi la polizia era sulle tracce dell'omicida
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile