Keystone
BERNA
07.03.19 - 17:190

La polizia indaga sulla cocaina di Luzi Stamm

Il consigliere nazionale argoviese aveva portato la droga in parlamento per destare l'attenzione della politica su quanto sia facile procurarsela

BERNA - La polizia cantonale bernese sta indagando su come il consigliere nazionale Luzi Stamm (UDC/AG) sia entrato in possesso di cocaina e sulla provenienza della droga. Il deputato democentrista ieri ha portato lo stupefacente in parlamento, dove è poi stato preso in consegna dalla polizia.

Il portavoce della polizia bernese Christoph Gnägi ha detto oggi all'agenzia di notizie Keystone-ATS che le circostanze esatte del fatto saranno ora esaminate, come d'uso nei sequestri di droga. Un test rapido ha già mostrato che la sostanza consegnata da Stamm agli agenti era cocaina.

Il consigliere nazionale ha detto di aver comprato per meno di 50 franchi un po' di stupefacente da un musicista di strada, che gliel'ha offerta martedì sera nel centro storico di Berna.

Stamm ha dichiarato a vari media di essere scioccato che fosse così semplice procurarsi la cocaina nel bel mezzo della città. Con la sua azione ha voluto destare l'attenzione della politica su quanto sia facile acquistare della droga.

Portando la cocaina a Palazzo federale e chiamando la polizia, ha obbligato le autorità a reagire. Ora dovrebbero cambiare la politica in materia di droga, interessandosi di più agli spacciatori e fare piazza pulita di una situazione inaccettabile. Luzi Stamm ritiene irrilevante se dovesse essere multato per possesso illegale di stupefacenti. Egli dubita inoltre che si trattasse effettivamente di droga.

7 mesi fa Parlamentare UDC in possesso di cocaina
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD / ZURIGO
32 min
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
1 ora
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
1 ora
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
2 ore
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
2 ore
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
4 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
SVIZZERA
6 ore
Assassino plurimo latitante da 24 anni, viveva in incognito in Svizzera
In Bosnia aveva rapinato e ucciso una famiglia negli anni '90, era evaso e fuggito nella Confederazione dove si era sposato. Lunedì è stato rimpatriato
LIECHTENSTEIN
13 ore
Una Ferrari rubata rispunta dopo dieci anni
La vettura, sparita nel 2009 nel principato, è stata ritrovata a Londra
ITALIA / LUCERNA
15 ore
Cristiano Ronaldo? No, un 25enne lucernese
Il video che ritrae il "giocatore" a Torino ha totalizzato quasi quattro milioni di visualizzazioni. «L'idea mi è venuta questa estate, quando due ragazze mi hanno scambiato per CR7»
FRIBORGO
17 ore
La fattura (milionaria) che Migros contesta
Il colosso della distribuzione ha pagato 1,7 milioni di franchi all'imprenditore Damien Piller. Ma ora vuole indietro i soldi
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile