Keystone
BERNA
07.03.19 - 17:190

La polizia indaga sulla cocaina di Luzi Stamm

Il consigliere nazionale argoviese aveva portato la droga in parlamento per destare l'attenzione della politica su quanto sia facile procurarsela

BERNA - La polizia cantonale bernese sta indagando su come il consigliere nazionale Luzi Stamm (UDC/AG) sia entrato in possesso di cocaina e sulla provenienza della droga. Il deputato democentrista ieri ha portato lo stupefacente in parlamento, dove è poi stato preso in consegna dalla polizia.

Il portavoce della polizia bernese Christoph Gnägi ha detto oggi all'agenzia di notizie Keystone-ATS che le circostanze esatte del fatto saranno ora esaminate, come d'uso nei sequestri di droga. Un test rapido ha già mostrato che la sostanza consegnata da Stamm agli agenti era cocaina.

Il consigliere nazionale ha detto di aver comprato per meno di 50 franchi un po' di stupefacente da un musicista di strada, che gliel'ha offerta martedì sera nel centro storico di Berna.

Stamm ha dichiarato a vari media di essere scioccato che fosse così semplice procurarsi la cocaina nel bel mezzo della città. Con la sua azione ha voluto destare l'attenzione della politica su quanto sia facile acquistare della droga.

Portando la cocaina a Palazzo federale e chiamando la polizia, ha obbligato le autorità a reagire. Ora dovrebbero cambiare la politica in materia di droga, interessandosi di più agli spacciatori e fare piazza pulita di una situazione inaccettabile. Luzi Stamm ritiene irrilevante se dovesse essere multato per possesso illegale di stupefacenti. Egli dubita inoltre che si trattasse effettivamente di droga.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
5 ore
Un furgone blindato assaltato anche a Berna: «Bottino da 4.5 milioni»
Il furto è avvenuto nel mese di luglio, ma è stato divulgato solo adesso. Il Tribunale Federale ha risposto picche alla richiesta di scarcerazione dell'autista, arrestato per complicità nel colpo
SVIZZERA
12 ore
Caricatura sugli zingari, il Tribunale conferma: «È discriminazione»
I giudici hanno convalidato la condanna affibbiata ai due co-presidenti dei Giovani UDC Nils Fiechter e Adrian Spahr per una vignetta razzista pubblicata sui social
SVIZZERA
13 ore
Annullato il divieto di ingresso per un presunto jihadista
Per il Tribunale amministrativo federale è stato violato il diritto dell'interessato a consultare il dossier. Inoltre il presupposto del divieto è stato considerato insufficiente
SVIZZERA
13 ore
Perché due banane al muro arrivano a costare 120.000 franchi?
L’esposizione di Cattelan all’ Art Basel di Miami fa discutere. E dalla Svizzera arriva una critica illustre: «I prezzi nel mercato dell’arte sono folli».
SVIZZERA
13 ore
Festa federale di lotta, il primo bilancio sorride
Conti chiusi con un utile di 850mila franchi. Il festival ha attirato 420.000 spettatori
ZUGO / STATI UNITI
15 ore
La crema svizzera che rende il volto di Trump arancione
Il cosmetico, un cosiddetto concealer, è prodotto dalla Bronx Colors di Hünenberg
BERNA
15 ore
Non si hanno tracce di un giovane turista messicano
Il 22enne si sarebbe dovuto recare da Berna a Zermatt
SVIZZERA
16 ore
Roche: anche la quinta generazione al comando
Sette rappresentanti sono stati inclusi nel principale gruppo di azionisti, che controlla il 45,01% del colosso farmaceutico basilese
SAN GALLO
17 ore
Di nuovo apprendista a 46 anni: «In cantiere non ce la facevo più»
La storia di Sandro che ha trovato una seconda vita (e carriera) in un'azienda di autotrasporti, busta paga? 4'000 franchi. L'esperto: «È il futuro»
SVIZZERA
18 ore
Cuba: turisti bernesi puntuali in aeroporto, il volo era già partito
A questi appassionati di salsa non è mai arrivata l'email che la compagnia Edelweiss ha correttamente inviato ai suoi viaggiatori
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile