Keystone
SVIZZERA
06.03.19 - 20:160

Milioni di conti informatici trafugati, c'è anche quello di Cassis

Una lista contenente nomi di utenti e relative password si trova in rete. Dal Governo all'esercito, passando da molti politici e funzionari, tutta la Svizzera è colpita da questa enorme fuga di dati

BERNA - In gennaio era emerso che almeno 78 conti di parlamentari federali erano stati sottratti da pirati informatici nell'ambito del megafurto di dati elettronici Collection #1-5. Per tutta la Svizzera, e considerando solo le estensioni in .ch (quindi non quelle in .com, come per gmail) i conti presi di mira sono 3,3 milioni, indica oggi la radiotelevisione romanda RTS sul proprio sito dopo aver setacciato una parte dell'enorme archivio di email e password rubate. Tra le vittime anche il Consiglio federale.

Tre indirizzi sono di Ignazio Cassis - La RTS ha ad esempio identificato tre indirizzi del capo del Dipartimento federale degli affari esteri Ignazio Cassis. Tutti e tre - compresi due vecchi indirizzi ufficiali - avevano la medesima parola chiave.

Nel frattempo tale parole non è più valida. Le password degli indirizzi professionali sono generate dai servizi informatici della Confederazione e rispettano i previsti criteri di sicurezza, ha precisato il consigliere federale in una e-mail.

Collection #1-5 sono quasi 2,2 miliardi di dati rubati: una delle maggiori violazioni mai avvenuta. Dall'inizio dell'anno le informazioni sottratte sono pubblicate su internet. I dati sono principalmente nomi di utente con le parole chiave associate. La SonntagsZeitung aveva rivelato la portata del megafurto informatico in gennaio.

Colpita tutta la Svizzera - Ora la RTS ha analizzato tutte le e-mail dei domini svizzeri presenti nell'archivio, si legge oggi sul suo sito web. E la situazione sembra chiara: dal Consiglio federale all'esercito, passando da parlamentari federali, consiglieri di Stato e migliaia di impiegati della Confederazione e dei Cantoni, tutta la Svizzera è colpita da questa enorme fuga di dati.

Secondo la RTS, in Svizzera vi sono potenzialmente circa 5 milioni di accessi di utenti facilmente accessibili su internet. E questo conteggio non tiene conto degli indirizzi con l'estensione .com, utilizzata ad esempio dalla messaggeria elettronica di Google (gmail).

MELANI minimizza - «Abbiamo analizzato questi dati e informato tutti i dipartimenti interessati. Molti di questi dati sono piuttosto vecchi, alcuni indirizzi riguardano persone che non lavorano più per la Confederazione», ha spiegato alla RTS Max Klaus, vicedirettore della Centrale d'annuncio e d'analisi per la sicurezza dell'informazione (MELANI), che relativizza quindi l'importanza del furto.

I vari dati rubati non forniscono necessariamente un accesso diretto alla posta elettronica degli utenti, ma aprono falle nella loro sicurezza, ad esempio tra le persone che spesso utilizzano la stessa password per servizi diversi, fa notare la RTS, che quale esempio particolarmente rivelatore cita il consigliere federale Cassis e i suoi tre indirizzi con la medesima parola chiave.

I dipartimenti maggiormente colpiti - La RTS ha censito oltre 2500 e-mail dell'amministrazione federale: 607 relative al Dipartimento federale della difesa, 501 a quello degli affari esteri, 471 a quello delle finanze, e 352 a quello dell'economia. Gli altri tre dipartimenti hackerati presentano un numero di furti di messaggi elettronici inferiore a 200.

L'inchiesta mostra che anche altri settori sono stati colpiti in misura minore, come l'Ufficio federale di polizia, il Ministero pubblico della Confederazione e l'Ufficio federale di giustizia.

Commenti
 
Mario Sungsung 8 mesi fa su fb
Se aprono il mio per pietà ci mettono loro qualcosina....
vulpus 8 mesi fa su tio
Sarà sempre di più così e sempre peggio. E pensiamo a quelli che fanno girare i veicoli senza autista o ai droni che vanno per conto loro. Ne vedremo delle belle.
Raf Lugano 8 mesi fa su fb
ma come mi fa ridere sta cosa,no ma che tonti,ma da dove vengono questi furboni,con tutti i milioni di discorsi,pero incapaci di fare cose banalissime,tipo criptare le password,o altro,ce ne x tutti,loro non fanno altro che farsi un giretto e vedono tante porte aperte,cosa volete rimproverare,se io sono un milionario ma sono cosi tonto da lasciare la porta di casa aperta....certo no,hihihihi
gabola 8 mesi fa su tio
Se hanno trafugato anche il mio conto,si chiederanno uno come fa a vivere ;)
roma 8 mesi fa su tio
@gabola ...bella li
LAMIA 8 mesi fa su tio
Pensate ... si vuol autorizzare il voto elettronico .. !,, vincerà chi avrà i migliori acker ... ah ah ah
Bandito976 8 mesi fa su tio
Si vuole informatizzare anche la tazza del cesso? Queste sono le conseguenze. Una volta i documenti importanti erano in cassaforte.
Fufabi 8 mesi fa su tio
@Bandito976 Una volta si defecava per strada
Thor61 8 mesi fa su tio
@Fufabi Vero, ma i documenti sempre nella cassaforte erano riposti! ;o)))
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Lo screening costa troppo e la gente vi rinuncia
Altra vicenda controversa sul tema dei costi della salute. Per l’esame della clamidia qui vengono addebitati 95 franchi, contro i 26 francesi e i 18 austriaci
SVIZZERA
6 ore
Lotto svizzero: un fortunato vince 1 milione di franchi
Il prossimo montepremi ammonterà a 20,3 milioni di franchi
ARGOVIA
10 ore
Bambino di 7 anni investito da un'auto
Urtato in una zona 30 a Suhr, il piccolo ha riportato ferite di media gravità. Al 60enne conducente bosniaco è stata ritirata la patente
ZURIGO
11 ore
Donazione di cellule staminali: la battaglia di Edi e dei suoi genitori
Il bambino, 10 anni, soffre di una forma potenzialmente letale di anemia aplastica. Una donazione potrebbe salvarlo. L'invito, per tutti, è a farsi testare
SVIZZERA
11 ore
Ermotti: una concentrazione del settore bancario europeo è «inevitabile»
Gli istituti si trovano in una posizione di svantaggio competitivo rispetto ai loro concorrenti statunitensi
SVIZZERA
15 ore
AVS, tasso di contribuzione in aumento da gennaio
L'incremento permetterà di registrare annualmente entrate supplementari pari a 2 miliardi di franchi
ZURIGO
16 ore
Esce di strada e si ribalta: feriti una madre e i suoi tre figli
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio a Humlikon. Le quattro persone coinvolte, una 36enne e tre bimbi dai sette ai due anni, sono stati trasportati in ospedale da un'ambulanza
BASILEA CITTÀ
16 ore
La chiama un falso poliziotto, gli consegna 90'000 franchi
Le hanno detto i suoi soldi non erano al sicuro, troppi furti nel quartiere. Lei ha prelevato e ha depositato la borsa con i contanti sotto la tettoia di un parcheggio per biciclette
SVIZZERA
19 ore
Parmelin accusato di censura: «Piano con i dati sull’inquinamento»
Il consigliere federale avrebbe chiesto all’istituto svizzero sulla scienza e la tecnologia dell’acqua di “contenersi” nella pubblicazione dei dati sull’inquinamento provocato dalle attività agricole
SVIZZERA
19 ore
Cinquanta milioni di franchi di penale per Sunrise
Abbandonato definitivamente il progetto di acquisizione di UPC Svizzera, ma Liberty Global spera ancora di trovare un nuovo accordo per la sua filiale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile