Facebook
SVIZZERA
22.02.19 - 08:010

Le mettono la droga dello stupro nel drink a carnevale

Una 19enne basilese ha perso i sensi durante i festeggiamenti nella vicina Germania, il fidanzato ha dovuto portarla di peso in ospedale

BASILEA - «Grazie mille allo str***o che ha messo delle gocce del k.o. nel bicchiere della mia ragazza a Carnevale», queste parole del giovane tedesco Tim su Facebook accompagnano la foto della basilese Nina (19 anni) in corsia di ospedale. Il fatto sarebbe avvenuto venerdì sera al carnevale di Rheinfelden (Germania).

Qualcuno, ne è convinto Tim, ha probabilmente aggiunto la sostanza stupefacente in uno dei drink consumati durante la serata. Facendo mente locale, Nina non può che confermarlo: «Dopo il secondo drink ho iniziato a crollare», ricorda. Oltre a manifestare un evidente tracollo emotivo ha iniziato a biasciacare e le gambe non riuscivano più a sorreggerla: «Non ce la facevo più», racconta lei, «se fossi stata da sola mi sarei raggomitolata per terra... sarei crollata da qualche parte, al freddo».

Vista la situazione, il suo ragazzo – che manifestava anche lui qualche sintomo – l'ha portata (letteralmente) al pronto soccorso alle prime ore di sabato mattina. Confrontati con il caso i medici hanno subito ipotizzato che alla 19enne qualcuno avesse somministrato qualche sostanza ma capire con precisione quale era praticamente impossibile.

Visto che per Nina era comunque troppo tardi per qualsiasi trattamento farmacologico, i dottori l'hanno tenuta in osservazione. È proprio in quel momento che Tim ha scattato la foto che, sui social, è stata condivisa e commentata più di 3'000 volte. Dopo qualche ora di sonno l'effetto si è dileguato e i due sono tornati a casa: «Non oso pensare cosa sarebbe successo se fossi stata da sola». 

Secondo quanto riportato dai media tedeschi la polizia ha aperto un'indagine contro ignoti. 

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Violentò donne e bambini, ora chiede il suicidio assistito
Negli anni '70 e '80 Peter Vogt ha violentato oltre una decina di donne e bambini. Ora vorrebbe farla finita, ma sul caso si stanno chinando le autorità
SVIZZERA / ITALIA
5 ore
«Mi hanno rapita e uno ha allungato le mani»
Un «racconto da brividi» quello fornito dalla svizzera, prima scomparsa e poi ritrovata ad Agrigento. Si sospetta la violenza sessuale, ma è da verificare l'attendibilità della giovane
ZURIGO
6 ore
Carlos ha colpito ancora, secondini e detenuti
Il giovane delinquente zurighese verrà processato settimana prossima per una serie di episodi - almeno 19 - avvenuti in carcere
SVIZZERA
7 ore
Monica Duca Widmer presidente del nuovo cda della RUAG
Oltre alla ticinese, ne faranno parte Monika Krüsi Schädle e Ariane Richter Merz. A loro si aggiungono Nicolas Perrin per la MRO Svizzera e Remo Lütolf per la RUAG International
VAUD / ZURIGO
8 ore
Aggredì un'operatrice con una roncola: pena confermata
La 38enne ivoriana dovrà scontrare 18 anni. Il fatto avvenne in un centro per richiedenti asilo di Embrach nel 2015
GINEVRA
9 ore
Curdo si cosparge di benzina e si dà fuoco
È successo davanti all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. L'uomo è stato ricoverato al CHUV di Losanna
SVIZZERA
10 ore
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
10 ore
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
11 ore
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
12 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile