Piëch Automotive
+3
ZURIGO
21.02.19 - 16:310
Aggiornamento : 22:05

C'è di nuovo un produttore di auto svizzere

Una squadra attorno all'erede VW Toni Piëch lancia una sportiva svizzera elettrica. Il marchio vuole raggiungere la maturità nella produzione in tre anni

ZURIGO - Un grande nome nel settore automobilistico sta lanciando una nuova auto svizzera. Toni Piëch, figlio di lunga data di casa VW e Porsche, ha presentato un prototipo di auto elettrica biposto denominato Piëch Mark Zero. Il veicolo sarà presentato al Salone di Ginevra all'inizio di marzo, in anteprima mondiale.

«Ci riteniamo un produttore di automobili svizzero-tedesco con sede a Zurigo e a Monaco», affermano i co-fondatori Toni Piëch e Rea Stark Rajcic. Nel linguaggio del marketing ciò si traduce in: innovazione svizzera e precisione legata all'ingegneria tedesca.

Fino a 10'000 auto all'anno - L'auto elettrica svizzera avrà un'autonomia di 500 chilometri. Per fare un confronto, una Tesla 3 ne fa 530. La maturità della serie Mark Zero vuole essere raggiunta in in tre anni. Se tutto procederà secondo i piani, l'auto sportiva elettronica farà da apripista a una famiglia di prodotti, che dovrebbe includere tre veicoli: uno a due posti, uno da quattro posti e un SUV. In un anno intero di produzione, i fondatori prevedono un volume totale di 10.000 veicoli.

«Vogliamo offrire un classico moderno, che non sia soggetto ai cicli di consumo», afferma Stark Rajcic che promette «la sensazione di un'auto sportiva nell'era elettrica». Ciò, grazie anche alla tecnologia a batteria leggera. Il Mark Zero dovrebbe pesare meno di 1800 chili.

Per possederne una, bisognerà avere parecchia disponibilità economica: secondo i fondatori, la E-racer è nella fascia di prezzo di una »macchina sportiva classica ben accessoriata». Per fare un confronto, una Porsche 911 Carrera GTS costa anche oltre 230.000 franchi.

Sede accanto a Google - Piëch Design AG ha sede accanto a Google. Lo scopo dell'azienda: la progettazione, in particolare dei veicoli, nonché la produzione di prototipi. «Il nucleo centrale permanente è composto da 20 specialisti», afferma Stark Rajcic. «Inoltre, collaboriamo con circa 200 dipendenti esterni».

L'auto sarà fabbricata anche in Svizzera? «La produzione verrà effettuata in collaborazione con partner che hanno molti anni di esperienza nella produzione a contratto», afferma Piëch. I partner saranno annunciati in un secondo momento. Qualcosa però è già trapelata: la tecnologia delle batterie dovrebbe provenire da un'azienda cinese-tedesca, che fino ad ora non era attiva nel settore automobilistico.

Tre anni e mezzo fa, i fondatori Piëch e Stark Rajcic hanno iniziato a sviluppare un'architettura flessibile per auto. Ciò significa che la sottostruttura è adattabile a diversi tipi (auto sportiva e SUV) e diverse tipologie di veicoli, ad esempio batteria o ibrido. «L'architettura è progettata anche per la guida autonoma, che verrà introdotta nei modelli successivi», assicura Piëch.

Piëch Automotive
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
1 ora
Tassista ucciso: tre arresti
Il fatto risale alla notte tra mercoledì e giovedì scorsi. Trovata l'arma del delitto
BERNA
2 ore
L'infermiera guarita: «Non ho più paura»
Non solo infezioni, ma anche guarigioni. E c'è chi, forte dei presunti anticorpi, si sente fuori pericolo
SVIZZERA
3 ore
«I giovani sono spaventati dall'isolamento»
In molti si rivolgono al servizio di consulenza della Pro Juventute. La Fondazione lancia una campagna di comunicazione
SVIZZERA
4 ore
Lidl premia i suoi dipendenti
La catena offre loro buoni per ringraziarli per «l'instancabile lavoro» prestato in questi momenti di emergenza.
SVIZZERA
4 ore
«Il sistema sanitario funziona bene. Le terapie intensive hanno ancora posti»
Koch: «La curva epidemica negli ultimi giorni è rimasta abbastanza costante»
SVIZZERA
5 ore
I top manager di ABB rinunciano a parte dello stipendio
La decisione è stata presa per alleggerire l'impatto della crisi dovuta al coronavirus
SVIZZERA
6 ore
Più di 15'000 casi in Svizzera
Rispetto a ieri si tratta di 1'201 malati in più. I decessi legati al Covid-19 sono invece quasi 300
SVIZZERA
6 ore
A metà aprile un hotel su 2 avrà difficoltà a pagare le bollette
Non ci sono più viaggiatori e le strutture ricettive stanno finendo i soldi
ARGOVIA
6 ore
Uccise la moglie e la cognata: chiesti vent'anni
I fatti sono avvenuti all'inizio del 2018 ad Hausen. L'accusato parla di legittima difesa
FOTOGALLERY
SVIZZERA
7 ore
Sulla nave 259 svizzeri: «Bloccati fino a maggio»
La Costa Deliziosa stava facendo il giro del mondo. L'odissea per tornare a casa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile