Keystone
SVIZZERA
20.02.19 - 14:370
Aggiornamento 16:28

A loro il certificato medico serve solo dopo 10 giorni

La Bâloise assicurazioni ha introdotto delle nuove regole interne per i suoi dipendenti. C'è chi approva favorendo la fiducia accordata dal datore di lavoro

CERTIFICATO MEDICO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - I 7’300 collaboratori di La Bâloise, quando sono assenti per malattia, non devono correre dal dottore. La compagnia assicurativa, infatti, richiede loro un certificato solo dopo un’assenza che si prolunga per oltre due settimane. E sembra - come riferiscono oggi il Tages-Anzeiger e il Bund - che all’azienda questa regolamentazione interna abbia portato solo effetti positivi.

«Da un lato - spiega il portavoce - rafforza il rapporto di fiducia con il nostri collaboratori. Dall’altro aiuta a ridurre i costi della salute».

Ma all’esterno dell’azienda si tratta di una misura che fa discutere. A favore si è espresso lo psicologo del lavoro dell’Università di Berna Achim Elfering: «Se vogliamo incoraggiare un comportamento responsabile, è contraddittorio chiedere il certificato a un adulto dopo due o tre giorni».

D’altra parte, bisogna ammettere che la richiesta del certificato medico favorisce il rapido rientro al lavoro. Un aspetto che potrebbe però trasformarsi in un’arma a doppio taglio: «Andare al lavoro quando non si sta ancora bene - aggiunge lo psicologo - aumenta la percentuale d’errore e richiede uno sforzo maggiore al fisico e alla mente del dipendente. Per non parlare del rischio di contagio e della guarigione ritardata».

Daniella Lützelschwab, membro di direzione dell’Unione svizzere degli imprenditori, ritiene che non richiedere il certificato medico nel caso di lunghe assenze potrebbe aumentare il carico dell’obbligo di assistenza da parte del datore di lavoro. Una posizione condivisa da Corinne Schärer di Unia: «I datori di lavoro devono interessarsi alla salute dei loro collaboratori e, se necessario, incoraggiarli a recarsi dal medico». La richiesta del certificato medico dopo cinque giorni potrebbe quindi risultare adeguata in questo senso.

Cosa dice la legge? Il Codice delle obbligazioni prevede che se il lavoratore è impedito a lavorare, spetti a lui fornirne la prova. Non esiste però una regola per la presentazione del certificato medico. La maggior parte delle aziende lo richiede dopo 3 giorni di malattia, ma alcuni datori di lavoro lo esigono sin dal primo giorno di assenza.

2 anni fa «Un certificato medico dopo tre giorni di influenza è del tutto inutile»
Commenti
 
Campana Davide Anna 1 mese fa su fb
wow👍🏻
Angela Giordano 1 mese fa su fb
Giordano Nello hesch das gwüsst?
Kepey Antares 1 mese fa su fb
a noi, se continua cosi, finisce che dovremmo pianificare la malattia a dicembre, insieme alle vacanze...
miba 1 mese fa su tio
Un paio di precisazioni dovute... Molte assicurazioni e datori di lavoro si sono accorti che richiedere il certificato medico dal 1. o dal 3. giorno è controproducente. Perché? Perché tendenzialmente il medico tende a prolungare l'incapacità lavorativa. Se il/la dipendente avesse ripreso autonomamente dopo 3-4 giorni il medico prescrive 1 settimana-10 giorni (o più...). L'ultimo paragrafo dell'articolo è per contro completamente sbagliato. Il CO fa stato se non esiste nessun contratto collettivo di categoria altrimenti nei differenti CCL vi sono disposizioni in merito più che dettagliate (in alcuni si richiede nientemeno che il il pagamento dell'indennità giornaliera dal 1. giorno. Il datore di lavoro deve quindi pagare di tasca propria eventuali mancanze rispetto a quanto prevede il CCL
Tato50 1 mese fa su tio
@miba Per gli impiegati statali è stato introdotto un sistema che ritengo illegale e che i Sindacati dovrebbero "darci un'occhiata ". Se anche con certificato medico lavori al 50% vieni considerato assente al 100%. Di questa porcata gli impiegati sono venuti a conoscenza quando hanno ricevuto il totale delle assenze. Stando a chi ha inventato questa novità essi dovevano essere al corrente; peccato che nessuno sapeva nulla nemmeno certi funzionari dirigenti. Ci voleva tanto avvisarli tramite una mail di questa novità, che ritengo illegale? Le mail le mandano quando c'è l'azione del vino di Mezzana-;(((( Ora lo sapete, se il medico vi dice di lavorare al 50% state a casa perché lavorate ma per qualcuno siete assenti. Bella porcata, quindi chi di dovere si svegli-;((((
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report