Deposit
ZURIGO
15.02.19 - 08:590
Aggiornamento : 10:58

Sfilarsi il condom durante il sesso non è reato? «È violenza, la legge si adegui»

Un 19enne che si era tolto di nascosto il profilattico durante un rapporto ed è stato scagionato dal tribunale. Presto però le cose potrebbero cambiare.

ZURIGO - Il loro primo incontro era andato davvero alla grande. Quindi per il secondo appuntamento con quel ragazzo, studente come lei e conosciuto su Tinder, ha deciso di invitarlo a casa sua. Durante il sesso però il 19enne ha rimosso il profilattico senza dirglielo. Per questo lei l'ha querelato e portato in tribunale.

La Corte distrettuale di Bülach (ZH) però ha deciso che non vi erano basi legali sufficienti per una condanna: niente “Atti sessuali con persone incapaci di discernimento o inette a resistere” (art. 191) ma piuttosto un «disprezzo delle regole del gioco durante il sesso».

L'esecrabile pratica, conosciuta con il termine anglosassone di stealthing (da stealth, nascosto/furtivo) quindi, stando alla sentenza, non sarebbe reato. Per la sessuologa e ginecologa zurighese Yvette Plambeck dovrebbe esserlo: «Il verdetto è uno schiaffo in faccia a tutte le donne», commenta a 20 Minuten, «si tratta di un assalto assoluto, oltre allo spregio del consenso dato c'è anche il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili».

Oltre al trauma della violazione della fiducia  si aggiunge anche lo stress e la preoccupazione per una possibile infezione: «Prima di poter fare un test per l'Hiv che sia valido bisogna aspettare almeno tre mesi», spiega David Scheiner ginecologo presso l'Ospedale universitario di Zurigo, «un periodo di tensione estremamente lungo». Senza contare l'onere economico di visite ed esami: «I danni medici, psicologici e finanziari sono reali», conferma Scheiner che rincara, «una sentenza del genere è quasi medievale».

Non ha mezzi termini nemmeno Andre Gisler, presidentessa dell'Associazione femminile di Zurigo: «È uno degli esempi che mostrano come il nostro diritto penale sia vetusto, è un vuoto che la politica deve riempire». 

E la politica, come conferma Andrea Caroni (Plr), ascolta: «Presto nella Commissione per il diritto dovremo entrare in materia proprio riguardo ai reati sessuali. È ovvio che dopo aver rimosso il profilattico il rapporto fra i due ragazzi non era più consensuale». Per questo Caroni consiglia alla vittima di ricorrere in appello: «Una decisione del Tribunale federale potrebbe aiutare a fare chiarezza».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
I Verdi «erano e rimangono pronti»
La candidata Regula Rytz ha reagito con toni battaglieri alla sconfitta di questa mattina, tracciando la via per il prossimo quadriennio: «Servirà un segnale ancora più forte»
FOTO
LUCERNA
4 ore
Beccate tre "auto-igloo"
La visibilità dai vetri dei veicoli era chiaramente insufficiente per circolare: «Prendetevi il vostro tempo. La sicurezza è fondamentale»
STATI UNITI
4 ore
UBS accusata di truffa: a giudizio negli USA
Il Dipartimento di giustizia accusa la maggiore banca svizzera di aver causato agli investitori perdite "catastrofiche" con crediti ipotecari residenziali
SVIZZERA
5 ore
Nessuna sorpresa, Cassis rimane al suo posto
Il consigliere federale ticinese è stato rieletto con 145 voti. Alla presidente dei Verdi Regula Rytz non è riuscita la scalata al Governo
SAN GALLO
5 ore
Pedone investito da un automobilista: erano entrambi ubriachi
L'incidente è avvenuto ieri sera a Oberhelfenschwil. Un 66enne è finito in ospedale
SVIZZERA
6 ore
Il Consiglio federale ha prestato giuramento
L’Assemblea federale ha riconfermato tutti i consiglieri uscenti. Sommaruga eletta presidente per il 2020. Tutte le cifre delle votazioni nel nostro live
SVIZZERA
8 ore
Ignazio Cassis resterà in Consiglio federale?
Il Parlamento procederà stamattina con l'elezione del Governo. La poltrona del ticinese è presa di mira dalla presidente dei Verdi Regula Rytz, che però difficilmente avrà i numeri per scalzarlo
FOTO
BASILEA
9 ore
«Nel mio panino alle noci c'era un dente»
L'incredibile ritrovamento di una signora basilese che ha decisamente perso l'appetito, e si indaga su come sia potuto succedere
GLARONA
20 ore
In 54 sul pullman e il conducente ha il 3 per mille
Un vero e proprio incubo quello vissuto da una comitiva di turisti cinesi, domani processeranno il conducente (ma lui non ci sarà)
BERNA
21 ore
Parla il nuovo Mister FFS: «Il Ticino vittima del suo successo»
Vincent Ducrot, nuovo CEO delle FFS: «Sono un ferroviere, ascolterò i desideri dei dipendenti». Guadagnerà il 20% in meno del suo predecessore: «Non fa niente». E sul Ticino: «Treni pieni? Parliamone»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile