tipress
BERNA
31.01.19 - 12:190

Disparità salariali fra uomo e donna in aumento

Salari mediamente più bassi del 19,6% nel 2016

BERNA - La lotta contro le disparità salariali non ha ancora portato i suoi frutti. Stando ai dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST), nel 2016 le donne attive nel privato hanno guadagnato in media il 19,6% in meno degli uomini. Nel 2014 la quota era inferiore (19,5%).

Ad aumentare è anche la percentuale di queste disparità che resta inspiegabile, 42,9% nel 2016, contro il 39,1% nel 2014 e il 40,9% nel 2012, precisa una nota. Ciò rappresentava in media 657 franchi al mese nel 2016 e 585 franchi del 2014.

Questa differenza varia considerevolmente a seconda dei settori economici: si va dai 327 franchi al mese nel settore alberghiero e della ristorazione (80,3%), a 702 franchi al mese nel commercio al dettaglio (65,4%), a 964 franchi al mese nell'industria metalmeccanica (52,5%) e a 1297 franchi al mese nelle attività finanziarie e assicurative (30,6%).

La situazione è leggermente migliore nel settore pubblico, dove la parte inspiegabile della differenza salariale tra i sessi nel 2016 era del 34,8% (522 franchi al mese), contro 41,7% nel 2014 e 38,8% nel 2012. C'è stato un miglioramento «perché i controlli sistematici della parità salariale effettuati producono finalmente i loro effetti», sottolinea Travail.Suisse in una nota odierna.

Il sindacato si dice preoccupato dall'aumento della "discriminazione salariale" e ritiene che sia indispensabile adottare nuove misure per cambiare le abitudini delle aziende. L'Unione sindacale svizzera (USS) chiede un intervento analogo e giudica l'attuale situazione "scandalosa".

La legge impone alle aziende con più di 50 dipendenti di verificare i loro salari. Malgrado ciò, secondo i dati dell'UST, è nelle piccole imprese che la quota inspiegabile delle differenze salariali risulta essere più significativa. Si tratta in media del 60,9% nelle imprese con meno di 20 posti di lavoro, rispetto al 27,4% in quelle con oltre 1000 posti di lavoro.

Le donne sono confrontate anche a una ripartizione non omogenea a seconda delle classi salariali. Nel 2016 quasi due posti di lavoro su tre retribuiti con meno di 4000 franchi lordi al mese per un lavoro a tempo pieno erano per esempio occupati da donne. In cima alla piramide salariale, dove gli stipendi superano gli 8000 franchi lordi al mese, il 71,8% degli impieghi era invece in mano agli uomini e solo il 28,2% alle donne.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
22 min
«Uno sconosciuto nudo è seduto sul mio divano»
Due fratelli di 26 e 32 anni sono stati fermati dalla polizia: erano in stato confusionale dopo aver consumato LSD
SVIZZERA
45 min
Siamo finiti sulla lista nera per il coronavirus della Norvegia
I norvegesi che ritornano in patria dopo un viaggio nella Confederazione dovranno fare quarantena per 10 giorni
ZURIGO
2 ore
L’aeroplano radiocomandato cade su un ragazzo e gli sfregia il viso
Il modellino elettrico era “pilotato” da un uomo a 200 metri di distanza. 
SVIZZERA
2 ore
Giovani UDC denunciano Simonetta Sommaruga
La presidente della Confederazione è accusata di aver intrapreso una trattativa segreta con governi stranieri
SVIZZERA
3 ore
Vietato l'ingresso in Svizzera anche ai cittadini dell'Algeria
Il Dipartimento Federale di Giustizia e Polizia (DFGP) ha aggiunto l'Algeria alla lista degli Stati coinvolti
SVIZZERA
4 ore
Swiss deve ridurre i costi «del 20-25%»
Tra le misure a lungo termine figurano il possibile blocco delle assunzioni e una revisione del portafoglio progetti
SVIZZERA
6 ore
Congedo paternità di due settimane? «Un primo passo verso la parità di genere»
Il comitato a favore ha presentato oggi le proprie argomentazioni in vista della votazione del 27 settembre.
SVIZZERA
6 ore
Ulteriori 181 casi, 3 decessi e 5 ospedalizzazioni
Da inizio pandemia i contagi sono 36'108, i decessi 1'709 e i ricoveri 4'359
SVIZZERA
6 ore
«Il rischio di contagio in aereo è bassissimo»
Il settore dell'aviazione fatica a riprendersi, anche per il timore di contrarre il coronavirus durante il volo
SVIZZERA
6 ore
Fisco-Neymar 1:0
L'AFC aveva domandato documentazione riguardante la Procter & Gamble per la quale il calciatore aveva fatto pubblicità
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile