Keystone
SVIZZERA
18.01.19 - 10:580

Con lo smartphone non c'è più confine fra lavoro e tempo libero

Gli svizzeri mischiano sempre più il lavoro e il privato, svolgono cioè compiti professionali nel loro tempo libero e viceversa

ZURIGO - Gli svizzeri mischiano sempre più il lavoro e il privato, svolgono cioè compiti professionali nel loro tempo libero e viceversa. E lo fanno sempre più con lo smartphone. È quanto mostra uno studio della società di consulenza Deloitte, pubblicato oggi.

Il 68% di 1'000 persone intervistate in Svizzera (su oltre 54'000 interpellate in 35 paesi) dalla società svolge un'attività lavorativa nel tempo libero usando lo smartphone, il 29% lo fa spesso o addirittura molto spesso. Allo stesso tempo - emerge dall'indagine - l'84% utilizza il cellulare anche per scopi privati durante l'orario di lavoro.

Il sondaggio consente di distinguere quattro diversi comportamenti. La maggior parte delle persone attive professionalmente in Svizzera (62%) alterna i compiti professionali e il privato con i loro cellulari. Sono soprattutto gli uomini (58%) a farlo.

Un gruppo che raggiunge il 23% (per lo più donne) ammette di dedicare tempo di lavoro a questioni private, frequentando - per lo più occasionalmente ma per un terzo anche spesso o molto spesso - il proprio profilo sui social media o scambiando messaggi privati. Ma questo gruppo non rinuncia mai al tempo libero per per dedicarsi a compiti di lavoro.

Sul fronte opposto, solo il 6% usa il proprio smartphone per lavorare nel tempo libero ma non fa mai cose private durante l'orario di lavoro.

A mantenere una distinzione netta, come era un tempo, tra lavoro e tempo libero rimane soltanto un 10% delle persone. La maggior parte di questo gruppo è costituito da donne (61%) e si tratta di persone piuttosto anziane.

Le mansioni aziendali più importanti svolte durante il tempo libero sono e-mail (48%), telefono (44%), agenda (36%) e messaggi istantanei (35%). Uno scarso 10% degli intervistati utilizza il proprio smartphone per gestire processi amministrativi come la registrazione delle spese, la pianificazione degli incarichi di lavoro, la fatturazione oraria o la gestione di progetti.

Lo smartphone sta diventando sempre più uno strumento di controllo e organizzazione per la vita privata come per il lavoro, scrive Deloitte. In Svizzera a possederne uno è oramai il 92% e il 97% di loro lo usa quotidianamente, anche per lavoro. In futuro diventerà uno strumento di lavoro molto prezioso, consentendo di gestire i processi in modo mobile, di elaborare direttamente i dati raccolti e di trasmetterli a chi di dovere.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
13 min
Le donne incinte sono da considerare un gruppo a rischio Covid
Lo sostengono gli esperti del CHUV: «La malattia potrebbe causare un ritardo della crescita del bambino»
SVIZZERA
1 ora
Aerei più capienti per Helvetic Airways
Cinque aerei sono già stati consegnati e i restanti sette dovrebbero arrivare entro la fine dell'anno
SVIZZERA
1 ora
Niente lavoro ridotto per Autopostale: scatta il ricorso
La richiesta era stata avanzata per affrontare il calo dell'attività durante il lockdown
SVIZZERA
3 ore
Swatch: la Comco non impone nuovi obblighi sui movimenti meccanici
La Commissione ritiene tuttavia che la filiale ETA sia ancora dominante sul mercato
SAN GALLO
14 ore
Vende il formaggio come Emmentaler, ma non lo è: casaro condannato a 5 anni
Grazie alla truffa il 52enne intendeva risanare dei debiti milionari.
ISONE
16 ore
«È un giorno triste per l'esercito»
Il portavoce delle Forze Armate Stefan Hofer esprime il proprio sconforto per la morte del granatiere in una marcia.
NIDVALDO
17 ore
Maestra «violenta»: il Municipio sporge denuncia
I genitori si sarebbero lamentati più volte per i suoi metodi.
FRIBURGO
18 ore
Senza mascherina sul bus, quattro ragazzini creano il caos
Gli agenti sono intervenuti per un controllo, ma un 15enne che passava di lì si è scagliato contro l'autista.
SVIZZERA / FRANCIA
20 ore
«Abbiamo abbattuto le frontiere»
Alain Berset è stato ospite d'onore durante la cerimonia ufficiale per la festa del 14 luglio a Parigi.
SVIZZERA
21 ore
Clariant multata per oltre 155 milioni di euro
La società aveva ampiamente previsto l'esito della procedura e aveva accantonato 231 milioni
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile