Keystone
ZURIGO
13.01.19 - 10:230

Mobbing, ETH verso i corsi di gestione personale per i professori

«Al Politecnico di Zurigo lavorano insieme persone molto intelligenti, professori e studenti. Sono focalizzati sul successo. Questa è una situazione che deve essere ben controllata»

ZURIGO - Il nuovo presidente del Politecnico federale di Zurigo (ETH), Joël Mesot, auspica che tutti i professori seguano un corso di gestione del personale. Il responsabile dell'ETH reagisce così ai recenti casi di mobbing e di abuso di potere segnalati all'interno dell'alta scuola e in diverse università.

Con una tale formazione, l'ETH può aiutare i professori nella gestione dei loro gruppi di ricerca, ha detto Mesot in un'intervista pubblicata oggi dal domenicale NZZ am Sonntag.

Il fisico, nato a Ginevra, aveva già introdotto tali corsi quando era direttore dell'Istituto Paul Scherrer. «Al Politecnico di Zurigo lavorano insieme persone molto intelligenti, professori e studenti. Sono focalizzati sul successo. Questa è una situazione che deve essere ben controllata», ha aggiunto.

Mesot si è pronunciato contro la riduzione del numero di dottorandi seguiti da un singolo professore. I professori hanno avuto molto successo e spesso vincono concorsi per progetti di ricerca dell'Ue e del Fondo nazionale. Di conseguenza, hanno ampliato i loro gruppi di dottorandi. Se limitati, Mesot teme la migrazione di talenti verso altre università.

Il 54enne non è l'unico a chiedere una migliore formazione per la gestione del personale. Proprio venerdì scorso, i rettori delle università svizzere hanno discusso le misure da adottare per migliorare le competenze dei professori in questo campo.

Negli ultimi due anni nelle alte scuole svizzere si sono verificati diversi casi di cattiva gestione del personale. Sono stati presentati reclami per umiliazione, mancanza di rispetto, pressione emotiva e mancanza di supervisione. L'ETH ha avviato diverse indagini amministrative.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
59 min
Lauber, schiaffo all'immunità dal Consiglio degli Stati
La decisione è stata presa in modo chiaro: per 10 voti contro 1
BASILEA CITTÀ
2 ore
Sentenza della 76enne che ha ucciso Ilias: sarà internata
La Corte ha riconosciuto colpevole di assassinio la donna che ha accoltellato il piccolo di 7 anni
SAN GALLO
2 ore
Condannata la direttrice delle medie che rese possibile l'alcol-party di diploma
La donna è stata ritenuta responsabile dal giudice, fatta chiarezza sul come e il perché successe il fattaccio
SVIZZERA
3 ore
Una tavola rotonda per rilanciare l'export svizzero
Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo»
SONDAGGIO
SVIZZERA
4 ore
Una persona su quattro non vuole farsi vaccinare
Secondo un sondaggio, soltanto una minoranza dei lavoratori non intende proteggersi contro il coronavirus
SVIZZERA
6 ore
I danni delle catastrofi sono in aumento nella prima metà del 2020
Lo studio non tiene conto dei danni legati alla pandemia di coronavirus.
SVIZZERA
7 ore
Altri 187 casi, 11 ricoveri e un decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'895. I decessi sono 1'713.
SVIZZERA
7 ore
«10mila immigrati all'anno, dicevano. Ne arrivano 75mila»
L'UDC ha lanciato la campagna per il sì all'Iniziativa per la limitazione.
SVIZZERA
7 ore
Immatricolazioni in lieve calo a luglio
In controtendenza i veicoli ibridi ed elettrici
FOTO
BASILEA CITTÀ
9 ore
Birra al pesce, anatra strozzata: il video fa arrabbiare gli animalisti
Animali maltrattati sui social: è polemica su un gruppo di giovani basilesi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile