Keystone
LUCERNA
11.12.18 - 17:470

Nessun accordo tra l'università e il professore di teologia licenziato

Lo rende noto oggi l'ateneo della Svizzera centrale, che aveva motivato l'allontanamento di Mark con l'interruzione del rapporto di fiducia

LUCERNA - Le trattative tra l'Università di Lucerna e il professore di teologia Martin Mark, licenziato dall'ateneo, si sono concluse senza alcun accordo. L'ex decano della facoltà vuole ora intraprendere un'azione legale contro il provvedimento, che sarà effettivo dal 31 gennaio 2019.

Lo rende noto oggi l'ateneo della Svizzera centrale, che aveva motivato l'allontanamento di Mark con l'interruzione del rapporto di fiducia. Questi a sua volta sostiene di essere stato licenziato a causa di alcune sue domande scomode sulle finanze della facoltà.

La vicenda, che risale allo scorso luglio, ha suscitato scalpore nell'ambiente universitario a Lucerna. Mai nella sua storia infatti l'istituto aveva rotto il contratto con un suo professore. Gli studenti si erano opposti, lanciando una petizione e dicendosi «sgomenti, sbalorditi e delusi» per la decisione. Rimproveravano anche ai responsabili di aver comunicato in modo «maldestro e indegno» e di aver danneggiato la reputazione della facoltà.

Citandone le qualità umane e la conoscenza del Vecchio Testamento, gli allievi di Mark ne avevano dunque chiesto la reintegrazione nel corpo insegnanti. L'ateneo lucernese però non ha ceduto: non essendo stata trovata un'intesa, il licenziamento resta in vigore.

Mark, nato nel 1961 a Friburgo in Brisgovia, in Germania, e consacrato prete nel 1988, era stato nominato professore ordinario a Lucerna nella primavera 2013. Nel semestre autunnale 2014 era diventato decano della facoltà teologica, carica che ha mantenuto fino a primavera del 2017.

Il professore ha da parte sua affermato di rammaricarsi dell'interruzione dei colloqui decisa dalla direzione. Ai negoziati ha partecipato anche il rettore Bruno Staffelbach. La sua intenzione è ora quella di fare annullare il licenziamento da un tribunale.

L'ex decano di teologia aveva già intrapreso un'azione legale in questo senso, ma l'aveva ritirata, a suo dire in segno di buona volontà. Si dice ancora disponibile ad abbandonare la strada giudiziaria e a riprendere le trattative per trovare una conciliazione amichevole.

1 anno fa Gli studenti difendono il professore di teologia
1 anno fa L'università di Lucerna licenzia il professore di teologia
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO / VAUD
1 ora

La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva

Due persone che navigavano sul Lago di Neuchâtel se la sono vista brutta ieri sera a causa di una forte raffica di vento

VAUD
2 ore

La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti

Circa 200 attivisti del movimento Extinction Rébellion stanno bloccando da questa mattina il ponte Bessières, nel centro di Losanna

FOTO
BERNA
3 ore

L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico

Il rompighiaccio di ricerca tedesco "Polarstern" partirà stasera da Tromsø, in Norvegia, e passerà un anno alla deriva

SVIZZERA
3 ore

UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato

Attivo presso Credit Suisse dal 2013, Iqbal Khan dal primo ottobre passerà a UBS. La polizia zurighese avrebbe arrestato diverse persone

NEUCHÂTEL
4 ore

Trovato un cadavere vicino ad una scuola

La causa della morte sarebbe da attribuire ad una caduta. La vittima era un uomo, tra i 20 e i 30 anni, residente nella regione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile