Keystone
SVIZZERA
06.12.18 - 11:570
Aggiornamento : 12:41

Sport di montagna e invernali: oltre 120 morti all'anno

Nel complesso in Svizzera oltre 180 persone muoiono annualmente praticando una disciplina sportiva

BERNA - In Svizzera sono in media oltre 180 le persone che muoiono ogni anno praticando sport. Oltre due terzi di questi infortuni - secondo quanto emerge da una valutazione dell’Ufficio prevenzione infortuni (upi) pubblicata oggi - è provocato dagli sport di montagna e da quelli invernali.

La prima categoria infatti è responsabile, con 84 vittime all’anno, della maggior parte degli incidenti mortali. La media annuale nel trekking è di 46 persone mentre nell’alpinismo è di 30 morti, poco più di un terzo dei quali sono turisti provenienti dall’estero. Oltre al trekking, anche il base jumping in Svizzera provoca più morti tra i turisti stranieri che tra le persone domiciliate in Svizzera.

Per quanto concerne gli sport invernali il numero medio di vittime annuale si fissa invece a 39, con le discipline dello sci-escursionismo (16) e del freeride (12) a guidare la nefasta classifica. Il consiglio primario dell’upi è quello di mantenersi su piste al riparo dal rischio di valanghe, evitando di addentrarsi nelle zone non protette se non guidati da un professionista.

Più uomini che donne - In tutti gli sport muoiono sensibilmente più uomini (83%) che donne. Ad esempio nel parapendio e nella subacquea gli uomini sono colpiti circa dieci volte più da incidenti mortali rispetto alle donne.  Un dato - sottolinea l’upi - che non si spiega solo con la maggiore attività in determinate discipline sportive, ma anche con una disponibilità superiore degli uomini a correre rischi. Un’eccezione a questa regola si rileva invece nell’equitazione, dove le vittime mortali sono prevalentemente donne.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
streciadalbüter 2 anni fa su tio
E poi dicono che lo sport fa bene(forse a quelli delle pompe funebri)
Equalizer 2 anni fa su tio
E quanti ce ne sono di morti in Svizzera a causa delle armi? Sommaruga svegliati!!! Non c'è nessuna legge Europea in arrivo per blindare i pazzi della montagna?
Mattiatr 2 anni fa su tio
@Equalizer I pazzi della montagna?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
7 ore
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
BERNA
8 ore
Dopo Pfizer anche Moderna mette il booster
Intanto l'Ufsp raccomanda la dose di richiamo per tutti. La spiegazione: «Migliora la protezione e frena la diffusione»
SVIZZERA/CINA
9 ore
La missione di Cassis non decolla
Il consigliere federale ticinese dovrà tornare in patria a seguito del guasto all'aereo. «Cercheremo una nuova data»
SVIZZERA
9 ore
Vaccino ed effetti collaterali: in Svizzera 10'386 casi
Il 65% delle notifiche è stato classificato come non serio. I preparati impiegati nel nostro paese restano sicuri
SVIZZERA
10 ore
Mascherine, certificati e booster: nuove misure a Berna, Sciaffusa e Uri
Dopo che il Governo federale ha rinunciato a un inasprimento dei provvedimenti, altri Cantoni si sono attivati
SVIZZERA
11 ore
Anche oggi più di ottomila contagi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono stati effettuati 106 nuovi ricoveri per Covid
SVIZZERA
12 ore
Nuova variante: l'Ufsp non si scompone
Per il momento la Svizzera non prende nessuna misura. «Monitoriamo la situazione»
SVIZZERA/RUSSIA
13 ore
Guasto tecnico all'aereo di Cassis
Atterraggio imprevisto per il jet che stava trasportando il consigliere federale in Cina. E non è la prima volta
GRIGIONI
13 ore
«Il booster per salvare la stagione»
Il governo grigionese si gioca il tutto per tutto con la terza dose. Intervista al consigliere di Stato Peter Peyer
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile