Tipress
SVIZZERA
03.12.18 - 08:540

Industria MEM, i salari minimi aumenteranno automaticamente nel 2019

Il calcolo previsto dal CCL entrato in vigore lo scorso gennaio viene effettuato sulla base dell'inflazione registrata nel mese di ottobre rispetto al livello dall'anno precedente

BERNA - Nel 2019 i salari minimi aumenteranno automaticamente dell'1,2% nell'industria delle macchine, elettrotecnica e metallurgica (MEM). Questo grazie alla compensazione automatica annua del rincaro - per le retribuzioni più basse - previste dal nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL), sottolinea in un comunicato Unia. Obiettivo del sindacato è però ottenere buste paga ben più pesanti per tutti gli occupati del ramo.

Il calcolo previsto dal CCL entrato in vigore lo scorso gennaio viene effettuato sulla base dell'inflazione registrata nel mese di ottobre rispetto al livello dall'anno precedente, spiega il sindacato nella nota.

Gli stipendi minimi nel 2019 saranno così di 4197, 3944 o 3670 franchi - a seconda della regione A, B o C - per i lavoratori qualificati e di 3897, 3644 e 3370 per quelli non qualificati (tutti con 13 mensilità). Il Ticino (assieme a Giura, Neuchâtel, Giura bernese, Giura nord-vodese e Moesano) fa parte della zona C, mentre i Grigioni (con l'eccezione del Moesano) della B.

"La compensazione automatica del rincaro per i salari minimi rientra tra i successi più rilevanti ottenuti da Unia nelle trattative del 2018 sul rinnovo del CCL MEM", affermano i rappresentanti sindacali.

Unia vuole comunque di più per il 2019: nell'ambito dei negoziati salariali rivendica un aumento generale del 2,5%. Oltre che con l'inflazione, gli occupati devono infatti far fronte alla progressione dei premi di assicurazione malattia (non compresi nel rincaro). L'industria MEM vanta inoltre una crescita della produttività del lavoro. Secondo Unia si impone anche un incremento delle retribuzioni femminili superiore alla media.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
5 ore

L'aggressore 23enne affronta la Polizia. La vittima: «Non vedo più da un occhio»

Il 21 settembre aveva letteralmente spaccato la faccia a un 33enne incontrato in stazione. La polizia, quindi, aveva diffuso le immagini della video sorveglianza

VALLESE
6 ore

Chamoson, l'auto trovata nel Rodano è quella della tragedia

I cadaveri dei due dispersi non sono stati per contro ritrovati nell'abitacolo

SVIZZERA / SPAGNA
9 ore

Gli indipendentisti catalani in Svizzera: «Viste da qui, queste sentenze sono inconcepibili»

Per la sezione elvetica dell'Assemblea Nacional Catalana, le condanne di oggi sono «uno scandalo nell'Europa democratica»

GINEVRA
9 ore

A processo il vicepresidente di Exit Romandia: «Ha aiutato un'86enne a morire»

I fatti risalgono all'aprile del 2017: la donna, in buona salute, aveva chiesto di poter lasciare questo mondo insieme al marito gravemente malato

FOTO
ZURIGO
11 ore

Ruba l'auto, forza il posto di blocco e investe una poliziotta

Un'agente di 39 anni è rimasta ferita gravemente. Il conducente, un cittadino svizzero, è stato fermato e arrestato

FOTO
BASILEA CITTÀ
12 ore

Bus frena bruscamente per evitare una bicicletta, sette feriti

Diversi passeggeri sono caduti a terra a causa della frenata d'emergenza del mezzo. Il ciclista non si è fermato sul luogo dell'incidente. La polizia cerca testimoni

LOSANNA
12 ore

Il Politecnico di Losanna rinuncia al concorso di Elon Musk

I ricercatori intendono concentrarsi sull'aspetto ecologico di questo tipo di trasporto del futuro

VIDEO
ZURIGO
13 ore

Un'enorme pozza di sangue sul tram, è mistero sulle cause

La vicenda è avvenuta attorno alla mezzanotte di domenica sul tram numero 2 della città di Zurigo. La compagnia di trasporti: «Oltre 2000 orme insanguinate». La polizia: «Stiamo indagando»

ZURIGO
15 ore

I costi della salute crescono? Ha la febbre e chiama l’ambulanza

L'uomo, che aveva 37,8, ha aspettato i soccorritori sulla porta di casa ed è subito montato sul mezzo di soccorso. «Ho preso una pastiglia, ma la temperatura non scendeva»

GRIGIONI
16 ore

Precipita per 200 metri sotto gli occhi del marito

La vittima è una 52enne che stava scalando la cima del Piz Arlos, sopra Savognin

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile