SVIZZERA
27.11.18 - 14:000

Esercito: il "Chili Johnny" scomparirà dal menu

Il Dipartimento della Difesa vuole ripensare il sistema di pasti caldi per i soldati. A pagarne il prezzo sarà il famoso chili con carne in scatola

BERNA - Fino ad oggi, il chili con carne in scatola era l'unica opzione per offrire ai soldati svizzeri un pasto caldo quando erano "sul campo". Ma il famoso "Chili Johnny", come è stato battezzato dai militari, potrebbe scomparire dal menù entro due anni.

Il Dipartimento della Difesa (DDPS) ha annunciato di voler ripensare il sistema di sostentamento per le sue truppe di stanza fuori dalla caserma. In situazioni di emergenza, 100.000 soldati dovrebbero essere in grado di essere autosufficienti dal punto di vista alimentare per almeno 14 giorni. Da qui l'intenzione di diversificare l'alimentazione.

I soldati sono felici - A farne le spese sarà dunque il chili con carne. L'esercito svizzero ha già iniziato a sperimentare le ricette di un produttore norvegese. Per la gioia delle truppe che hanno potuto degustare: pollo al curry, pollo alle erbe provenzali, agnello arrosto e bolognese. Insomma, pasti ben diversi dalle scatolette di carne a cui i militari erano abituati. Il Dipartimento della Difesa assicura che i primi tester sono rimasti soddisfatti.

Questi pasti sono conservati in sacchetti sottovuoto, facilmente trasportabili e hanno una durata di conservazione di cinque anni. Basta aggiungere acqua calda alla miscela disidratata in modo che sia pronta per essere consumata. L'esperimento, che sembra essere un successo, porterà nel 2020 a un bando di gara per determinare il fornitore ufficiale. I giorni del "Chili Johnny" sono contati.

Commenti
 
pontsort 9 mesi fa su tio
Il chili con carne non é l'unico menu in scatola, ci sono pure le patate al curry (non tanto meglio). Mentre per i sacchetti sottovuoto ho avuto la fortuna di averne accesso prestando servizio con i professionisti. Magari non sono gli stessi ma di certo non una novità
Monello 9 mesi fa su tio
una vera delizia !! si peccato ... ne portavo sempre a casa pure io ...ottimo...in dislocazione sulle montagne ..era semplicemente divino scaldato con famoso not coker ! :-)
lo spiaggiato 9 mesi fa su tio
@Monello Sei messo male amico mio... molto male... :-(((
geiger 9 mesi fa su tio
la famosa "carne di scimmia"?
pollicino 9 mesi fa su tio
Noi lo chiamavamo semplicemente goulasch!?Correggetemi se è un'altra brelibatezza!!
matteo2006 9 mesi fa su tio
Prima di militare non avevo mai mangiato il chili con carne ma da quel giorno è diventato uno dei miei piatti preferiti (con un pizzico di piccante).
pollicino 9 mesi fa su tio
nooooo!!!Era una delizia,a fine corso ne portavo a casa più di cioccolato e biscotti!!!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
3 ore

Limitare immigrazione, l'iniziativa UDC non fa breccia

Anche se per conoscere la raccomandazione di voto del Nazionale bisognerà attendere il 25 settembre la bocciatura è certa

ZURIGO
8 ore

Lui pubblica le foto porno. Lei si suicida. Pena ridotta per lui

Aveva pubblicato foto di nudo di una minorenne finlandese con la quale chattava. Condannato inizialmente a 42 mesi di carcere, ne dovrà scontare 28 in una struttura di recupero

FOTO
GINEVRA
10 ore

«Solo insieme l'umanità riuscirà ad affrontare le sfide del futuro»

Due mani che si afferrano i polsi. "Beyond Walls" è il nome scelto dall'artista francese Saype per le sue due opere visibili a Ginevra

SVIZZERIA
10 ore

Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione

Anche se i prezzi sono in calo e potrebbero guadagnarci ogni anno. Un assicurato su due non l'ha mai cambiata in vita sua

SVIZZERA
15 ore

Salt: nessuna fretta nella realizzazione della rete 5G

Il ceo: «Vogliamo aspettare fino a quando la domanda sul mercato sarà più forte»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile