Keystone
ARGOVIA
21.11.18 - 10:150

Strage di Rupperswil: Thomas N. non sarà in aula

Il tribunale ha ordinato l'internamento ordinario per il pluriassassino. Lui ha presentato ricorso, ma per l'appello gli è stata concessa una dispensa

AARAU - Il 34enne condannato in Argovia per il "massacro di Rupperswil" ha presentato ricorso contro la misura dell'internamento, ma non sarà in aula il prossimo 13 dicembre. Il tribunale d'appello argoviese gli ha infatti concesso una dispensa.

Nel corso del dibattimento prenderanno la parola i periti, il difensore d'ufficio e il rappresentante della pubblica accusa, precisano oggi in una nota i servizi dei Tribunali argoviesi.

In prima istanza il 34enne è stato condannato anche alla detenzione a vita. La pena detentiva è nel frattempo passata in giudicato, mentre il ricorso presentato dalla difesa si riferisce soltanto alla misura dell'internamento ordinario.

Il processo di primo grado per quello che è considerato uno fra i più efferati crimini della cronaca recente si è tenuto lo scorso mese di marzo davanti al Tribunale distrettuale di Lenzburg, che per motivi di spazio era riunito nei locali della polizia mobile a Schafisheim.

Il condannato - un 34enne svizzero con tendenze pedofile conclamate - è stato riconosciuto colpevole di quattro assassini, ripetuta estorsione, sequestri di persona, atti sessuali con un fanciullo, ripetuta coazione sessuale, incendio intenzionale, possesso di materiale pornografico proibito, nonché di atti preparatori punibili in vista di altri crimini.

Nei suoi confronti la pubblica accusa aveva richiesto la condanna più severa prevista dall'ordinamento svizzero, ossia l'ergastolo seguito dall'internamento a vita. Due perizie psichiatriche indipendenti presentate all'inizio del dibattimento hanno però stabilito che l'imputato non è da considerare durevolmente refrattario ad una terapia.

Il tribunale ha perciò ordinato l'internamento ordinario per il pluriassassino. Ciò significa che il condannato non potrà chiedere la liberazione condizionale dopo aver scontato 15 anni di pena, come previsto per un "semplice" ergastolo. Attraverso l'internamento, il suo stato di detenuto dovrà invece essere riesaminato fra una ventina d'anni e la valutazione dovrà essere ripetuta ogni cinque anni.

L'uomo, reo confesso, abitava nel medesimo quartiere delle sue vittime. In base alla ricostruzione dei fatti, il 21 dicembre 2015 ha ucciso con tagli alla gola una madre di famiglia 48enne, i suoi due figli di 13 e 19 anni e l'amica del primogenito: le quattro vittime erano riunite nell'abitazione di Rupperswil in vista del Natale.

Prima di sterminare la famiglia, l'imputato ha inoltre mandato la madre a prelevare 11'000 franchi in due banche e ha abusato sessualmente del figlio minore. Dopo il massacro, ha cosparso l'abitazione di olio per torce e le ha dato fuoco. Il 34enne è stato arrestato a quasi sei mesi dai fatti, mentre stava preparando analoghi attacchi ai danni di famiglie con bambini fra gli 11 e i 15 anni, nei cantoni di Soletta e Berna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
21 min
Secondo lockdown, questa è la settimana della verità
Gli ospedali si stanno rapidamente riempiendo di pazienti Covid e gli epidemiologici ritengono inevitabile un blocco.
CITTÀ DEL VATICANO
3 ore
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
10 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
10 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
11 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
13 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
URI
17 ore
Frana sul Susten, il passo è bloccato fino a nuovo avviso
C'è ancora rischio di nuovi smottamenti. Al momento del crollo in loco c'era una comitiva di escursionisti
NIDVALDO
20 ore
Abbandona l'auto (distrutta) in mezzo all'autostrada e fugge
Aveva avuto un incidente e ha deciso di allontanarsi. Diverse ore dopo si è però presentato in polizia.
SVIZZERA
22 ore
Affitti commerciali: non tutti hanno sofferto
Un terzo dei commerci in locazione ha conosciuto difficoltà a causa del semiconfinamento.
SVITTO
23 ore
Casa anziani lancia un appello per personale immediato
La casa di riposo Rubiswil è alla ricerca d'infermieri e «mani in grado di aiutare»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile