Keystone
ZURIGO / BERNA
16.11.18 - 08:310

I premi di cassa malati si mangiano il 14% del reddito dei più poveri

Nonostante le riduzioni, il peso dell'assicurazione malattia per le economie domestiche più modeste è aumentato

ZURIGO / BERNA - Quest’anno molti svizzeri hanno tirato il fiato alla notizia che i premi di cassa malati sarebbero aumentati solo moderatamente segnando un +1,2%. Dati dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) diffusi solo ora dalla Basellandschaftliche Zeitung, però, rischiano di soffocare la gioia. L’analisi rivela infatti come negli ultimi anni i premi di cassa malati abbiano eroso una parte sempre più consistente del reddito delle persone con i salari più bassi, anche tenendo conto delle riduzioni di premio.

La media, a livello nazionale, si attestava nel 2017 al 14% del reddito. Tre anni prima, nel 2014, si fermava all’11%. I cantoni in cui gli assicurati con minori disponibilità economiche fanno più fatica sono Basilea Campagna e il Giura (v. tabella più sotto). Lì gli assicurati spendono in media il 18% del proprio reddito per i premi di cassa malati. Con il 12% del reddito destinato ai premi, le famiglie ticinesi meno abbienti si attestano invece in sesta posizione con Argovia, Appenzello Interno, Uri e Glarona.

«Altre misure per limitare i costi» - In settembre, il ministro della sanità, Alain Berset, aveva valutato che l'evoluzione dei premi di cassa malati stesse andando nella giusta direzione. L'aumento dei premi medi dell'1,2%, affermava, era un segno del buon lavoro svolto dal Consiglio federale e dal Parlamento negli ultimi anni. Tuttavia, siccome i costi cresceranno ulteriormente, secondo Berset servono sforzi ulteriori in questa direzione. Non è possibile, infatti, che una parte della popolazione faccia fatica a pagare i premi di cassa malati, ha sottolineato. «Nei prossimi mesi presenteremo ulteriori misure per limitare i costi», ha assicurato il consigliere federale.

Il Partito socialista decide dal canto suo a inizio dicembre se lancerà un'iniziativa popolare per bloccare i premi di cassa malati a un massimo del 10% del reddito. Quest'autunno il PPD ha invece proposto un'iniziativa che chiede un freno ai costi della sanità nel caso in cui i premi creascano più velocemente dei salari.

La percentuale cantone per cantone

Di seguito la classifica dei cantoni secondo la percentuale di reddito destinata al pagamento dei premi di cassa malati per i nuclei familiari che ricevono delle riduzioni di premio. 

  • BL, JU 18%
  • BE, NE, GE 17%
  • LU, BS, ZH 16%
  • FR, SG, SO, VS 15%
  • AR, TG, SH, VD 14%
  • AG, AI, UR, GL, TI 12–13%
  • SZ, NW 11%
  • OW 10%
  • GR 9%
  • ZG 7%
Commenti
 
Nadia Masdonati 11 mesi fa su fb
i premi delle casse malati dovrebbereo essere il 5% del reddito.
Maurizio Tonascia 11 mesi fa su fb
Fanculo alle cassemalati!!! Avete rotto i cojoni!!!
Alessandro Milani 11 mesi fa su fb
Non si vuole fare nn x combattere"il fenomeno"..a livello politico...quindi che paghi lo stato io nn pago piu un cazzo
Loris Bartoli 11 mesi fa su fb
Da circa 280 a 320... a me non sembra 1.2% di aumento... noi boh non sono studiato... ?
Mary Schmitz 11 mesi fa su fb
Diventa un incubo
Ivano Ponti 11 mesi fa su fb
Si, e il resto in moneta da 5 (o 500). Quest'anno la nostra cassa malati ci ha addossato un aumento dell11.94% (CHF 11642.40 in totale all'anno - premio base LAMAL). Condiserando le nostre entrate (AVS, Pensione, Invalidita') questa cifra corrisponde al 19.40% delle nostre entrate lorde. Se questo non e' un furto legalizzato, allora di cosa si tratta? Grazie CPT.
Antonio Santaniello 11 mesi fa su fb
Fino a quando anche per un banalissimo mal di testa o influenza si va al pronto soccorso, ahimè non potrà cambiare mai nulla. Iniziamo a rivedere le nostre abitudini prima di puntare il dito. Spesso siamo noi stessi la causa dei nostri mali!
Marco Viale 11 mesi fa su fb
La soglia di chi ha diritto a un sussidio si è abbassata molto nel tempo grazie all’ultimo direttore del DSS. Chi è fuori di poco dagli aiuti sfiora di pagare anche fino al 20% del reddito in favore della cassa malati. ll sistema a franchigia è pura speculazione sulla salute, sistema vergognoso per una democrazia. Da noi l’EOC è di certo tra i maggiori responsabili dei costi della sanità.
Daniel Cinesi 11 mesi fa su fb
Una cassa malati stra pagata che a stento uso
Elia Fiscalini 11 mesi fa su fb
Esatto
Tato50 11 mesi fa su tio
Spero non sia per questo che il CEO della mia CM si sia suicidato !!
Gio Ber 11 mesi fa su fb
E nessuno cambia qualcosa.... anche i politici non fanno un bel niente. Tanto loro i soldi li hanno e magari fanno parte anche di qualche CDA di una cassa malati.
Carlo Soldati 11 mesi fa su fb
I premi aumentano di uguai misura degli utili che generano le casse malati. In Svizzera esistono attualmete 53 CM , cioè più casse malati che banche..Il busness ê redditizio visto che i costi vengono pagati dagli stessi assicurati.Con il nostro premio vengono pagate le varie campagne pubblicitarie e gli stipendi degli alti dirigenti che nel 2017 sono arrivati a toccare i 722'000 sfr e non da ultimo gli immobili di proprietà delle stesse casse malati.....il tutto moltiplicato per 53
Armando Trojano 11 mesi fa su fb
Per vedere il 99% dei medici super stressati
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Armando Trojano ma quali super stressati che la maggior parte il mercoledi pomeriggio non lavora, il venerdi finisce prima e in settimana l'ultima visita la prendono alle 17
Dimitri Zhyganov 11 mesi fa su fb
Nessuno ha mai chiesto come mai , quando finisci in pronto soccorso , ti fanno aspettare minimo 2 ore??? L'obbiettivo è di fatturare più possibile , uno sistema sanitario ladro :(
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Dimitri Zhyganov forse aspetti perché c’è chi ha problemi più urgenti....non credi? Il costo non viene misurato in base al tempo che attendi!
Dimitri Zhyganov 11 mesi fa su fb
Paolo Mac No , non è proprio cosi... Ultima volta , cero io e una signora anziana , avevamo una decina tra i dottori ,infermieri attorno , se ci sono casi urgenti ti fanno aspettare anche 3-4 ore ;)
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Dimitri Zhyganov sai che ci siano tanti infermieri e dottori che girano è normale, ma devi sapere che non perché ha un camice bianco il dottore che gira è quello che serve a te! Le dinamiche del pronto soccorso, della sala operatoria e di tutto l’ospedale sono assai complesse e sconosciute a chi non le vive tutti i giorni.
Mikhael Marazzi 11 mesi fa su fb
1) non paghi il tempo in sala di attesa 2) vieni preso secondo il tuo grado di urgenza. E le ambulanze che arrivano dal retro coi casi urgenti e i casi più urgenti in sala di attesa hanno la priorità
siska 11 mesi fa su tio
.....il serpente che si morde la coda e a forza di mangiarsela gli resterà solo la pelle...parlo di quelli che hanno votato contro alla cassa malati unica e in base al reddito...questi saranno poi quelli che pagheranno a caro prezzo (se no...pignoramento dell'avere e degli averi visto che hanno votato a favore per questo attuale folle sistema cassamalataro! ) per tutti gli altri che NON potranno più.. ma propio più pagare i premi mensili..non era meglio riflettere un giorno in più?
Manuel Costaamaral 11 mesi fa su fb
Voglamno cosi avanti avanti
limortaccituoi 11 mesi fa su tio
AVS e sistema di casse malati sono vecchi, anacronistici e pensati per la situazione demografica della prima metà del '900. Bisogna distruggere questo sistema e cominciare a ripensarne uno nuovo.
Canis Majoris 11 mesi fa su tio
È ormai chiaro anche a i sassi che questo sistema è marcio . Peccato che il popolo abbia bocciato una cassa malati unica
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Cominciamo a far pagare in base al reddito e non alla franchigia che è un’ulteriore inculata ai poveri, che X pagare poco devono tenerla alta( cosa che ormai non è neppure particolarmente conveniente ) e quindi alla fine pagano tutto di tasca propria!
Gladys Jelmini 11 mesi fa su fb
Paolo Mac mah non so se sia una buona soluzione, chi non prende abbastanza riceve il sussidio, chi prende una buona paga non ha problemi a fare ulteriori coperture e a pagare. Credo che in tutto questo è il ceto medio a pagarne le spese, quella famosa soglia di non poter beneficiare di nessun aiuto magari per pochi franchi e non prendono chissà che stipendio e comunque arriva a pagare un premio abbastanza elevato, senza peraltro stipulare chissà che coperture.
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Gladys Jelmini parlavo di poveri ma mi riferivo chiaramente al ceto medio, cioè i nuovi poveri! Non così poveri da poter beneficiare di un sussidio, ma assolutamente non così ricchi da potersi permettere una franchigia bassa.
Gladys Jelmini 11 mesi fa su fb
Paolo Mac ecco detta così, mi trova d'accordo ?. Come scritta sopra non era così chiaro.
Kim Fornasier 11 mesi fa su fb
Paolo Mac non sono per niente d'accordo!! Chi ha studiato per un lavoro più pagato perché dovrebbe pagare di più??? Chi va sempre a fare controlli per ogni boiata dev'essere sanzionato se mai.....
Amina Domeniconi 11 mesi fa su fb
Il premio in base al reddito non risolve la problematica. Andrebbe ad accentuare la disparità di trattamento delle cure. Già ora chi ha le complementari può avere delle cure migliori (primario che opera, ecc...). Questa non é la solidarietà che ci é stata "propinata" quando il Popolo ha votato il cambio di sistema della cassa malati.
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Kim Fornasier cara kim, il fatto d’aver studiato e quindi avere un lavoro ben pagato, deve essere considerata una fortuna, che molti non hanno avuto, loro malgrado! Quindi secondo il suo ragionamento parecchio egoista, il calcolo utilizzato x la cassa malati andrebbe applicato anche x le Tassazìoni, per le auto etc etc.....cioè tutti dovrebbero pagare la stessa cifra??? Chi è più fortunato o chi ha più possibilità dovrebbe dare una mano maggiore alla società di chi non lo è.... Sicuramente c’è chi va spesso dal medico anche per piccole cose e non sempre per motivi validi, ma più che di questi mi metterei nei panni dei moltissimi che non godono di buona salute! Lei è giovane e a certe cose magari non pensa, ma io di gente malata, anche gravemente e anche in giovane età ne vedo tutti i giorni. Fossi in lei ringrazierei di non essere tra quelli! Sulla salute molti ci lucrano e non sono certo quelli che si recano dal medico, anche se x motivi futili come dice lei! Facciamo allora così.....chi vive una vita di eccessi, che causano o potranno causare problemi di salute, paghino di più! Questo lo trovo più corretto.
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Amina Domeniconi ci sono persone che non si recano dal medico finché non è troppo tardi, perché non possono permettersi di pagare i primi 2500 fr di franchigia! Le complementari, a parte essere operati dal primario che non vuol dire in molti casi essere operati dal migliore,e aver diritto alla camera privata, cosa ormai obsoleta considerato che le camere comuni hanno ormai quasi tutte 2 letti, comprendono prestazioni che nell’ottica di una malattia importante contano davvero poco!
Kim Fornasier 11 mesi fa su fb
Si certo é una fortuna ma molti che hanno studiato hanno anche fatto grandi sacrifici, rinunciando a tantissime cose e facendo comunque un lavoro per mantenersi gli studi... e quando finalmente trovano un lavoro e magari iniziano a essere ricompensati con una paga decente, perché dovrebbero pagare il triplo di cassa malati di uno che prende meno scusa? Quando poi appunto magari non hanno mai usato la cassa malati e invece molti altri ne abusano!
Kim Fornasier 11 mesi fa su fb
Paolo Mac ... il mio ragionamento sarà anche egoista, ma secondo il tuo allora uno che prende bene deve anche pagare molto più per avere lo stesso appartamento di un altro? Oppure dovrebbe pagare il caffé al bar dieci volte tanto? Deve pagare un'auto uguale a un suo amico 20'000 in più solo perché prende di più?
Kim Fornasier 11 mesi fa su fb
Paolo Mac Penso che come Svizzera si dia già molto più aiuto del necessario a tanti parassiti Che i costi della cassa malati a un certo punto devono fermarsi é palese, ma non é sicuramente questa la soluzione! Altrimenti lavoriamo tutti al 20% e facciamoci mantenere, dai
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Kim Fornasier nessuno dice che devi pagare 3 volte tanto. Ma qui si parla di salute non di prendere un caffè! Tutti devono poter essere curati allo stesso modo! chi non può permettersi di pagare le prestazioni che deve fare.....morire? Quella che auspichi tu è il modello di sanità americana, dove se non puoi permettertelo, non vieni curato!
Kim Fornasier 11 mesi fa su fb
Paolo Mac ti posso garantire che qua non fanno morire nessuno, neanche se non paghi la cassa malati.... quindi cosa facciamo? Che nessuno la paghi più? Bisogna iniziare ad avere tutti uno stipendio decente che permetta di mantenersi.... poi però c'è gente che prima di pagare la cassa malati si compra vestiti firmati e cene fuori come se non ci fosse un domani, e SE a fine mese resta qualcosa forse si degna di pagarla
Kim Fornasier 11 mesi fa su fb
Paolo Mac Bah, restando in tema salute, chiudo qui la questione.... qualcosa si farà perché così non può andare avanti ma non ci voglio più perdere tempo in dibattiti ? Tschüssssss
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Kim Fornasier non ho detto che qui fanno morire la gente! Ho detto che la gente non va in profondità del problema perché farlo ha dei costi che non può sostenere.... da qui l’arrivare quando purtroppo è tardi!
Niko Storni 11 mesi fa su fb
Le spese mediche vanno tenute sotto controllo ma l'idea di far pagare in percentuale al salario (comunismo in pratica...) non è certamente la soluzione. Vedi NHS in UK o tutti gli altri sistemi in cui la cassa malati è garantita dalle tasse: il sistema è uno schifo. L'attuale sistema Svizzero non sarà perfetto ma è certamente meglio della maggior parte degli altri paesi europei dove per ottenere un appuntamento devi aspettare mesi e dove gli impiegati sono pagati una miseria
Giulia Formica 11 mesi fa su fb
Visto ke lapago, e tanto pure, ci vado dal dottore pure x una bogliata.......la prevenzione prima di tutto!!!!!!!!!! No ke vado dal dott qndd e troppo tardi solo x nn "gravare" sul sistema
Paolo Mac 11 mesi fa su fb
Niko Storni comunismooo??? A parte che il termine comunismo vuol dire appunto comune, pubblico, neutrale , imparziale che è proprio ciò che è adesso! Tutti pagano la medesima cosa a parità di condizioni e prestazioni indifferentemente se si è ricchi o poveri!! Di come Stanno gli altri paesi poco mi importa visto che vivo in Svizzera! La salute poi va al di là del comunismo del fascismo e di tutte le ideologie politiche non c’entra proprio una minchia si tratta di dover dare la stessa opportunità di godere di buona salute a tutti quanti e di accedere alle cure a tutti allo stesso modo se questo lo chiami comunismo allora e comunismo?
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Kim Fornasier chi ha studiato di piu'??? cosa c'entra scusi? sopratutto detto da uno che vive in un paese dove la possibilità di studio è molto selettiva. Poi mi creda, ci sono persone che hanno stipendi altissimi e sono ben lontani dal sapere cosa vuol dire studiare
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Paolo Mac le complementari non servono per la camera privata e per farsi operare dal primario. La camera privata è una libera scelta. Io ho le complementari molto complete ma non ho messo la camera privata.
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Kim Fornasier parassiti? e quali sarebbero i parassiti che si lamentano dei costi della cassa malati? se sono dei parassiti non si lamentano perchè non la pagano. Io al giorno d'oggi non sarei cosi tanto spavalda perchè perdere il lavoro e trovarsi nella m...a è un attimo
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Kim Fornasier ti fanno morire pagandola figurati se non la paghi
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Niko Storni che negli altri paesei Europei devi aspettare mesi per una visita è una fantasia che paice molto qui, le ricordo che quelli che lei definisce altri sistemi sono considerati i migliori sistemi sanitari. Vorrei ricorarle poi che anche qui (pagando fior di quattrini) aspetti mesi per avere una visita specialistica
Ludovica Fantoni 11 mesi fa su fb
Paolo Mac se pensi che persone che hanno il diritto di voto non hanno neanche idea di cosa sia il comunismo o di come funziona veramente la sanità in Svizzera, ho detto tutto, inutile continuare a parlarne.
Massimo D'Onofrio 11 mesi fa su fb
I costi aumentano per colpa dei medici e gli ospedali che fatturano cifre spropositate: io per due sedute di 10 minuti presso l'otorino del OEC ho ricevuto una fattura di CHF 1'200.- e solo dopo varie proteste hanno riconosciuto e corretto la fattura (di cui devo pagare solo il 10% ma comunque va a gonfiare i costi della salute di tutti).
Mikhael Marazzi 11 mesi fa su fb
Puoi sempre stare a casa e curarti da solo allora :)
Raffaella Norsa 11 mesi fa su fb
Mikhael Marazzi che commento inutile
Raffaella Norsa 11 mesi fa su fb
Massimo D'Onofrio concordo!
Alessandro Milani 11 mesi fa su fb
Marazzi..che commento del c.......
Mikhael Marazzi 11 mesi fa su fb
un commento disinformato e ignorante a questo punto non meritava una risposta diversa mi spiace. Le cifre e i costi che si pagano sono necessarie per avere il livello di cure attuale. Se vuole pagare di meno otterra delle cure meno buone ma soprattuto eviti di prendersela con chi passa la propria vita al servizio degli altri e deve ancora sentirsi dire che dovrebbe farlo a gratis
Luca Civelli 11 mesi fa su fb
Massimo D'Onofrio giusto. Le casse malattia incidono solo in minima parte sui costi della salute.
Tato50 11 mesi fa su tio
I premi CM stanna facendo scomparire il ceto medio che non riceve nulla ma da. Questo grazie a chi non ha voluto i premi in base al reddito ;-((
Zico 11 mesi fa su tio
@Tato50 Ciao Tato, veramente questo grazie all aplitica scellerata della Dreyfuss e dellâllora CF che come detto anche dal tribunale federale ha raggirato il popolo con promesse che si sono poi rilevate adir poco assurde. secondo te se hai una cassa auto (sul sistema cassa malati) dove ognuno va dal garagista e la comunità paga: i prezzi scenderanno? e questo lo puoi applicare a qualsiasi attività. se non scendono i prezzi devono per forza salire i premi. ciar cum'è l'acqua!!!
Tato50 11 mesi fa su tio
@Zico Ciao Zico, che ci hanno preso per i fondelli questo è appurato e ne stiamo pagando le conseguenze. Però dei correttivi il popolo li poteva anche accettare e non essere solidale con certe organizzazioni caritatevoli che "mangiano" il 60% di quello che devolvono. Se tu guadagni 100'000 franchi netti all'anno e ti sale il premio di 300 franchi al mese con molta probabilità non ne risenti. Si io ne guadagno 40'000 e il mio premio scende di 300 franchi accidenti che ne risento (in bene) e forse quei soldi li metterò in un altro circuito dove ne beneficeranno altre persone che lavorano in "campi" diversi. Oh no ?
pillola rossa 11 mesi fa su tio
Non stupiamoci se i CEO saltano dalla barca..
tip75 11 mesi fa su tio
direi molto di più del 14% e non solo dei poveri
rojo22 11 mesi fa su tio
Non credo sia solo il 14%. Per una persona che vive con l’AVS e paga 5/600 CHF al mese di CM, l’incidenza è ben superiore. Il fatto Che poi possa chiedere le complementari, non cambia nulla in merito all’incidenza. A mio parere, tutte le persone con un reddito che non raggiunge la soglia di CHF 4000.—/mese lordi, dovrebbe avere un premio che non supera i CHF 200.— e non dover pagare la franchigia e la partecipazione. Dover mendicare le complementari è una rottura e, spesso, le persone anziane fanno una fatica dannata a seguire l’iter necessario ad ottenerle. Troppa burocrazia.
Diablo 11 mesi fa su tio
ti dicono che la Lamal é un concetto basato sulla solidarietá poi se tu prendi 1000,000 di franchi all'anno come salario o 40,000 poco importa....si vero ci sono i contributi che si possono chiedere , ma alla fine questi contributi che vengono dati arrivano dalle imposte, quindi gira e rigira siamo sempre noi stessi che ci riversiamo il contributo.....il sistema prima o poi arriverá al collasso
GI 11 mesi fa su tio
@Diablo la solidarietà è confermata dal fatto che coloro che hanno redditi oltre certo livello "sostengono" attraverso le imposte coloro che non li hanno (e di riflesso di imposte e premi CM non ne pagano) Finché la düra, lasemala düraa !!!
Diablo 11 mesi fa su tio
@GI mi spiace non condivido la logica solidale é decisamente diversa....il premio CM deve essere proporzionato al reddito, come le imposte ne piu ne meno
Amina Domeniconi 11 mesi fa su fb
Non solo i reddito dei "più poveri" perché gli aumenti toccano tutte le Cittadine/Cittadini indipendentemente dal loro stato sociale. Che vengano effettivamente promosse delle azioni per limitare i costi. Che non vengano promosse delle campagne (dall'apparato statale) per aumentare i costi che poi ricadno su tutta la collettività. E poi siamo noi Cittadine/Cittadini ad essere i colpevoli perché non facciamo nulla per cambire le cose; subiamo e ci lamentiamo!
Trasp 11 mesi fa su tio
Secondo me i premi continuano ad aumentare perchè c'è grande disorganizzazione, si manca di metodi per poter valutare l'operato e capire dove potere ottimizzare e quindi ridurre finalmente i costi. Mi sorprende molto che ad oggi non esiste ancora una scheda personale della salute univoca dove vengono reigistrate tutte le analisi e trattamenti fatti presso tutte le strutture, ma ci si deve affidare al medico di famiglia che tiene in modo approssimato un storico (e non è colpa sua). La mancanza di chiarezza su analisi fatte tra diverse strutture mediche porta a dover rifare analisi inutili.
TIA84 11 mesi fa su tio
E se fissassero un tetto massimo è uno minimo? Non sarebbe più democratico?
GI 11 mesi fa su tio
potrei anche sbagliarmi ma forse (giusto che sia così !) chi non raggiunge un certo reddito NON paga premi....
sedelin 11 mesi fa su tio
a cosa serve saperlo (già lo si sa!)?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 min
Stop alla triturazione dei pulcini vivi
La decisione è stata presa oggi dal Consiglio federale. La procedura sarà vietata a partire dal prossimo 1° gennaio
SVIZZERA
9 min
San Gallo ristruttura i suoi ospedali
Cinque dei nove nosocomi a vocazione locale saranno ridotti a centri per urgenze con alcuni letti. 60-70 posti saranno cancellati, ma il taglio dovrebbe avvenire tramite fluttuazioni naturali
SVIZZERA
47 min
È così che l'assassino Zoran P. ha ingannato le autorità svizzere
Fuggito dal carcere in Bosnia, si era rifatto una vita in terra confederata. I vicini sono scioccati
BERNA
2 ore
Da Coop niente più sacchetti di plastica gratis
L'iniziativa interessa Coop Edile+Hobby, Coop City, Interdiscount, Fust, Coop Vitality e Import Parfumerie
SVIZZERA
4 ore
Assassino plurimo latitante da 24 anni, viveva in incognito in Svizzera
In Bosnia aveva rapinato e ucciso una famiglia negli anni '90, era evaso e fuggito nella Confederazione dove si era sposato. Lunedì è stato rimpatriato
LIECHTENSTEIN
11 ore
Una Ferrari rubata rispunta dopo dieci anni
La vettura, sparita nel 2009 nel principato, è stata ritrovata a Londra
ITALIA / LUCERNA
13 ore
Cristiano Ronaldo? No, un 25enne lucernese
Il video che ritrae il "giocatore" a Torino ha totalizzato quasi quattro milioni di visualizzazioni. «L'idea mi è venuta questa estate, quando due ragazze mi hanno scambiato per CR7»
FRIBORGO
15 ore
La fattura (milionaria) che Migros contesta
Il colosso della distribuzione ha pagato 1,7 milioni di franchi all'imprenditore Damien Piller. Ma ora vuole indietro i soldi
FOTO
VALLESE
16 ore
Il San Bernardo con una madrina molto speciale
Karin Keller-Sutter quando ha visto Zeus, 70 centimetri per 45 chili, ha detto «è il mio cane»
SVIZZERA / ITALIA
16 ore
Turista svizzera scomparsa e ritrovata «in stato confusionale»
La giovane aveva mandato un messaggio vocale in cui chiedeva aiuto a un'amica. Qualche ora dopo è stata ritrovata in stato di shock. Non si esclude che abbia subito violenze
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile