Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA / ITALIA
06.11.18 - 12:190

Ponte Morandi, i reperti sono a Zurigo

I resti saranno esaminati nei laboratori dell'Empa. I lavori saranno eseguiti a porte chiuse

DÜBENDORF / GENOVA - Importanti reperti del ponte Morandi di Genova (I), crollato lo scorso 14 agosto provocando la morte di 43 persone, sono arrivati ieri in prima serata all'Empa di Dübendorf, vicino a Zurigo.

«I reperti saranno scaricati oggi con la massima cura» dai due tir partiti ieri da Genova e saranno preparati per essere esaminati nei nostri laboratori, ha detto a Keystone-ATS Rainer Klose, portavoce del Empa, il Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca di Dübendorf (ZH), confermando notizie di stampa.

Il lavori nei laboratori dell'Empa saranno eseguiti "a porte chiuse", precisa in una nota il Laboratorio federale. Lo scorso 13 settembre il giudice per le indagini preliminari di Genova ha nominato tre periti incaricati di coordinare le operazioni di sopralluogo, e catalogazione dei resti dei monconi del Ponte Morandi. Fra questi figura il professor Bernhard Elsener, del Politecnico federale (ETH) di Zurigo.

I tre esperti hanno dato incarico all'Empa di esaminare i reperti per valutare lo stato di corrosione e la qualità dei materiali usati ai tempi della costruzione del viadotto. Alla fine di settembre, al termine dell'udienza dell'incidente probatorio, la giudice per le indagini preliminari (gip) Angela Nutini aveva dato ai tre periti 60 giorni di tempo per consegnare il loro rapporto.

Il materiale trasportato all'Empa comprende i reperti numero 132 e 134, di grandi dimensioni, ed altri pezzi più piccoli. Il reperto numero 132 è in particolare considerato un pezzo nevralgico per verificare lo stato di corrosione degli stralli, i tiranti ricoperti di cemento armato che sostenevano il ponte. Si tratta di un tirante strappato lungo 3,5 metri che era esposto sul lato mare del viadotto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
6 ore
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
8 ore
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
9 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
FOTO
URI
10 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
BERNA
13 ore
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
13 ore
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
16 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
17 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
18 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile