Keystone
SVIZZERA
22.09.18 - 20:170
Aggiornamento : 20:36

Arriva Fabienne: «Potrebbe raggiungere la forza di un uragano»

Un'intensa tempesta autunnale si sta avvicinando alla Svizzera. Gli esperti raccomandano in particolare di stare lontano dagli alberi

ZURIGO - A causa dell'arrivo di Fabienne (dagli anglosassoni chiamata anche Bronagh), una tempesta autunnale che dalla Groenlandia è in avvicinamento verso l'Europa centrale, MeteoSvizzera ha diramato un'allerta vento di grado 3 (pericolo marcato). Da domenica sera a lunedì mattina, al Nord delle Alpi, sono infatti previsti venti tempestosi con raffiche comprese tra 80 e 110 km/h a media quota e tra 110 e 140 km/h in montagna. Un situazione che dunque non riguarderà il Ticino.

Attenzione agli alberi - Proprio a causa delle forti raffiche di vento, «che potrebbero raggiungere la forza di un uragano», non è consigliabile recarsi nel bosco o in generale stare vicino agli alberi, fa dal canto suo sapere MeteoNews. La maggior parte degli alberi è infatti al momento ancora ricca di foglie e offre una grande superficie al vento. Il rischio di rottura di rami o di caduta delle piante è quindi decisamente elevato, «e lo sarà anche dopo il passaggio della tempesta», ammoniscono gli esperti. 

A giocare un fattore importante è poi il fatto che primavera e estate siano state particolarmente secche, aspetto che ha indebolito molti alberi.

Fronte freddo e vento forte - Secondo il servizio meteorologico, raffiche di vento da 50 a 70 km/h saranno già possibili domenica pomeriggio nelle zone di pianura. La sera e nella prima metà della notte, dopo una calda giornata di sole, arriverà un fronte freddo e alcune piogge.

La situazione peggiorerà poi gradualmente fino a lunedì sera, quando sono previste raffiche che potranno raggiungere i 140 km/h.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
AUSTRALIA
1 ora
Ci sono 28 svizzeri a bordo della crociera contagiata in Australia
La Artania, che per giorni non ha potuto attraccare a causa del coronavirus. Previsti presto voli di rimpatrio
SVIZZERA
5 ore
«Non è il momento per andare a fare la spesa all'estero»
A Berna si è tenuta la consueta conferenza stampa con diversi rappresentanti della Confederazione.
BERNA
6 ore
Maurer: «Potrebbe essere necessario stanziare nuovi fondi»
«È necessario trovare un equilibrio tra economia e banche»
BERNA
6 ore
Coronavirus, più di 13'000 persone positive
I decessi ammontano a 235. I dati sono stati comunicati dall'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
10 ore
Koch: «Non c'è penuria di mascherine»
Al momento la Confederazione dispone di circa 17 milioni di maschere protettive
BERNA
10 ore
Berset: «Stiamo correndo una maratona, non i 100 metri»
«Gli esperti sostengono che il virus rimarrà. Dobbiamo ascoltarli. Occorre sviluppare un vaccino».
BERNA
11 ore
Stöckli: «La democrazia e lo stato di diritto non devono essere vittima del coronavirus»
«L'Assemblea federale non deve in alcun caso rinunciare all'obbligo costituzionale di vigilare sul Consiglio federale»
BERNA
19 ore
Uomo uccide l'ex figliastra con cui ha avuto quattro figli
A raccontarlo è la «sorellastra» della vittima: «Mio padre ha già due donne sulla coscienza».
ZURIGO
22 ore
Penuria di personale negli ospedali: c'è la piattaforma
Si chiama Care Now Platform e serve a dislocare i professionisti della sanità a seconda del bisogno.
BERNA
1 gior
La Posta dice stop ai pacchi ingombranti
Per l'invio di divani, mobili, biciclette sono necessarie più persone. Impossibile garantire il "distanziamento sociale"
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile