Tipress
Foto d'archivio
SVIZZERA
01.09.18 - 17:280
Aggiornamento : 19:39

Parità salariale, UNIA prepara lo sciopero

La conferenza ha inoltre chiesto misure preventive contro la violenza e i comportamenti sessisti

BERNA - Unia scende in campo per la parità salariale e contro le discriminazioni di genere: oggi a Neuchâtel oltre 100 partecipanti alla conferenza delle donne del sindacato si sono dette pronte a passare alla lotta attiva in favore dell'uguaglianza di stipendio, contro la violenza sessuale e a sostegno di un congedo parentale di 38 settimane.

Le presenti hanno deciso di preparare uno sciopero delle donne nel 2019, insieme ad altre organizzazioni, informa Unia in un comunicato odierno. Stando al sindacato le disparità salariali in Svizzera sono «scandalose»: nel corso della loro vita professionale alle donne vengono sottratti in media 300'000 franchi. Le proposte avanzate dal parlamento federale vengono definite vergognose: per fare pressione è prevista una manifestazione il 22 settembre a Berna.

La conferenza odierna ha chiesto anche misure preventive efficaci contro i comportamenti sessisti e le violenza. «Recentemente, cinque donne sono state brutalmente aggredite da uomini a Ginevra. Purtroppo, non si tratta di casi isolati. Secondo diversi studi, oltre il 40% delle donne ha già subito violenze fisiche o minacce», si legge nella nota.

Altro tema trattato è stato quello del congedo parentale, un campo in cui secondo le donne Unia la Svizzera funge da lanterna rossa in Europa: per legge gli uomini hanno a disposizione solo un giorno di libero pagato in occasione della nascita di un figlio, lo stesso lasso di tempo che hanno per un trasloco, lamenta il sindacato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Credit Suisse: a rischio centinaia di posti di lavoro
Lo afferma la SonntagsZeitung, secondo la quale ci sarebbero dei piani di riduzione dei costi
SVIZZERA ROMANDA
4 ore
Boom di false petizioni, la polizia mette in guardia
Finti non udenti, ma non solo. Cambiano i "beneficiari", ma la sostanza resta la stessa.
SVIZZERA
5 ore
Passi avanti... in Borsa
La società zurighese punta per l'anno prossimo a una quotazione dal valore di circa 2 miliardi di franchi.
GRIGIONI
6 ore
Esce di strada e viene sbalzato dall'abitacolo: morto un anziano
Il corpo è stato ritrovato ieri pomeriggio dal figlio nei pressi di un maggengo sopra Seewis.
BERNA
6 ore
I positivi tornano sotto i 100
Resta fortunatamente invariato il numero dei decessi.
SVIZZERA
8 ore
I pesticidi finiscono anche nell'Evian
Diversi ricercatori hanno trovato residui di clorotalonil nella famosa acqua minerale.
FOTO
SVIZZERA / BULGARIA
9 ore
La cella invece del mare greco
Un giovane vacanziero è stato bloccato all'aeroporto di Sofia perché il suo passaporto era scaduto da due settimane.
BERNA
9 ore
Scandalo pedinamenti: la polizia zurighese ha commesso negligenze
Gli investigatori coinvolti nella vicenda non sarebbero stati sentiti in maniera adeguata, secondo il TF.
SVIZZERA
10 ore
Criminalità sul web: Google sempre più chiamata in causa
La Fedpol e i Cantoni hanno inoltrato ben 1'097 richieste d'informazioni per ottenere dati di utenti svizzeri nel 2019.
CAPO VERDE
1 gior
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile