ARGOVIA
23.08.18 - 17:440

Prima linea sotterranea ad altissima tensione

I costi dell'opera, che vede la luce dopo una lunga battaglia legale, ammontano a 20 milioni di franchi

AARAU - Il cantiere della prima linea sotterranea ad altissima tensione della Svizzera si è aperto oggi nel canton Argovia, con la posa della prima pietra. I cavi saranno interrati su un tratto di 1,3 chilometri. I costi dell'opera, che vede la luce dopo una lunga battaglia legale, ammontano a 20 milioni di franchi.

Il cantiere di Swissgrid, la società incaricata della gestione della rete svizzera di trasmissione della corrente, è parte della linea di 380 chilovolt (kV) tra la centrale nucleare di Beznau (nel comune argoviese di Döttingen) e Mettlen (LU), una strettoia nella rete di trasporto elvetica. La nuova infrastruttura permetterà di migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento in particolare nella regione di Zurigo e nella Svizzera centrale.

Il tratto interrato si trova nella regione di Gäbihübel, in territorio di Riniken, poco a ovest di Brugg. Il cantiere aperto oggi in realtà si estende su un tratto di 6,5 chilometri, in massima parte costituiti da una linea aerea. I costi complessivi ammontano a 34 milioni di franchi.

Il progetto di interramento è stato elaborato solo dopo una battaglia giuridica. Riniken (ma anche vari privati) si è opposto alla linea aerea soprattutto in quanto essa avrebbe deturpato il paesaggio tipicamente rurale del Gäbihübel.

Gli argomenti del Comune sono stati sbaragliati dall'Ufficio federale dell'energia (UFE) e dal Tribunale amministrativo federale, secondo cui l'interesse della regione dal profilo paesaggistico è "medio". Le due istanze avevano inoltre sottolineato gli inconvenienti e il costo particolarmente elevato delle linee interrate rispetto a quelle aeree.

Nell'aprile 2011 il Tribunale federale (TF) ha invece condiviso gli argomenti di Riniken. Il TF ha tra l'altro sottolineato la migliore efficienza energetica delle linee sotterranee rispetto a quelle aeree, che registrano perdite di corrente nettamente superiori. I giudici di Losanna hanno anche ritenuto che l'interramento si giustifica anche per paesaggi di importanza media o locale. Nel luglio del 2016 l'UFE ha poi dato il nulla osta per il progetto concreto di interramento.

Pur vedendo la luce per prima, la linea argoviese non è una novità in Svizzera. È infatti già stata rilasciata l'autorizzazione di costruzione per 1,3 chilometri di cavi interrati di collegamento all'impianto ad accumulazione con pompaggio di Nant de Dranse, a Finhaut, nel Basso Vallese.

In una pubblicazione relativa al cantiere argoviese, Swissgrid sottolinea che l'interramento dei cavi ad altissima tensione costituisce un'"opzione" e non la "soluzione ideale".

La società prevede che l'infrastruttura sarà pronta all'utilizzo alla fine del 2020. L'anno successivo l'attuale linea ad alta tensione (220 kV) sarà demolita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVITTO
2 ore
Voci dal villaggio dei super no-vax
«Non bisogna dettare agli altri quello che devono fare», spiega la residente Nicole Bertschart.
VALLESE
2 ore
«La quarantena è un'esagerazione»
Il consigliere di Stato vallesano Christophe Darbellay critica le attuali norme d'ingresso introdotte contro la variante
SVIZZERA
2 ore
I Verdi puntano al Consiglio federale, anche attaccando il seggio PS
Dipende tutto dai risultati delle elezioni federali 2023, come afferma il presidente Balthasar Glättli
SVIZZERA
2 ore
Trasporti al Nazionale, preventivo 2022 agli Stati
Ecco l'odierno programma dei lavori alle Camere federali
Berna
4 ore
Quarantena in vista, prenotazione cancellata
A soffrire particolarmente sono i comprensori sciistici che lamentano una pioggia di soggiorni annullati
SVIZZERA
14 ore
Cresce la lista nera: dentro altri quattro Paesi
La disposizione segue il rilevamento della variante Omicron nelle rispettive nazioni.
SVIZZERA
14 ore
Minaccia Omicron, il Governo si ritrova d'urgenza
Dopo l'emergenza della nuova variante e il boom di casi, domani pomeriggio saranno discussi eventuali cambi di marcia.
SVIZZERA
18 ore
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
18 ore
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
18 ore
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile