Fotolia
SVIZZERA
12.07.18 - 10:050
Aggiornamento : 12:02

Giovani alla guida: ecco i passeggeri più "pericolosi"

A seconda dell'età il trasporto presenta diversi livelli di rischio. Lo conferma un nuovo studio dell'upi

Distrazioni alla guida

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - L’interazione tra conducente e passeggero, soprattutto quando entrambi sono di sesso maschile, può essere fonte di pericoli alla guida. È quanto rivela un nuovo studio realizzato dall’Ufficio prevenzione infortuni (upi) sull’influsso dei passeggeri sugli automobilisti.

Guida pericolosa tra coetanei - La situazione potenzialmente più rischiosa riguarda in particolare i giovani maschi al volante che trasportano coetanei del medesimo sesso. In questi casi - rivela l’upi - i conducenti tendono infatti ad uno stile di guida più rischioso. Il medesimo effetto, anche se in misura minore, è stato constatato anche nel caso di giovani conducenti e passeggere di sesso femminile.

L’effetto positivo degli “anziani” - Al contrario, le passeggere esercitano un influsso positivo sui ragazzi al volante, che in tal caso adottano tendenzialmente uno stile di guida più prudente. Lo stesso avviene quando i giovani automobilisti sono accompagnati da passeggeri adulti più anziani, la cui influenza tende a riflettersi positivamente sulla guida.

La presenza di un passeggero può essere però anche il sinonimo di distrazione. Se da un lato infatti i conducenti accompagnati sono meno inclini a lasciarsi distrarre dal cellulare, esistono in ogni caso rischi legati alle conversazioni. Il tempo di reazione può essere più lungo, la velocità più elevata. Allo stesso tempo però, un'altra persona in macchina può riconoscere delle situazioni critiche e sostenere il conducente interrompendo la conversazione.

La chiave: sensibilizzare - La chiave per migliorare la situazione risiede nella sensibilizzazione, sottolinea l'upi, che raccomanda di affrontare l'argomento nel corso dell'istruzione alla guida. Il pericolo derivante dai passeggeri sarà così meno presente per i giovani alla guida.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
siska 1 anno fa su tio
Concordo con Hardy e al 300%.
Hardy 1 anno fa su tio
Non ci voleva uno studio...Basta farsi una passeggiata e osservare i conducenti delle auto che passano. Ci si potrebbe scrivere un libro.
Frankeat 1 anno fa su tio
Ci voleva uno studio dell'UPI per sapere queste cose EVIDENTI?
KilBill65 1 anno fa su tio
@Frankeat Quelli dell' UPI devo giustificare lo stipendio che prendono o no!!!....
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
46 min
Senza lavoro a causa della sua statura
È la storia di una 26enne discriminata dall'Ospedale della Svizzera orientale, dal quale ha ricevuto una mail offensiva
FOTO
EMIRATI ARABI UNITI / SVIZZERA
5 ore
Ecco come appare il lussuoso appartamento di Federer a Dubai
L'asso di tennis ha preferito trascorrere l'inverno nell'esclusivo attico con la sua famiglia
SVIZZERA
7 ore
Swiss: entro l'autunno sarà servito l'85% delle destinazioni
La compagnia aerea continua ad ampliare la sua offerta: a fine giugno voleranno 37 aerei su 91
SVIZZERA
7 ore
I viaggi all'estero sono a proprio rischio
La Confederazione sottolinea che non saranno più organizzati voli di rimpatrio
SVIZZERA
8 ore
No al taglio dell'IVA per sostenere ristorazione e turismo
Il Consiglio degli Stati è stata respinta una mozione in tal senso di Marco Chiesa
SVIZZERA
8 ore
La distanza sociale? È raccomandata, ma non c'è più la multa
Nell'ambito dell'attuale situazione epidemiologica, per il Consiglio federale le sanzioni non sarebbero più giustificate
VAUD
9 ore
Uccise il figlio di 11 mesi, 6 anni ed espulsione
La morte è stata provocata scuotendo il piccolo con violenza
FOTO
SVIZZERA / MALDIVE
9 ore
Da 4 mesi alle Maldive a causa del Coronavirus
Lo svizzero Tom Allemann e la sua ragazza cinese stanno vivendo un'esperienza alla Robinson Crusoe
Berna
10 ore
Noi succubi dell'OMS? Scatta l'interpellanza ticinese a Berna
L'accusa di Lorenzo Quadri: "Svizzera ancora una volta acritica e succube nei confronti di organismi sovranazionali"
SVIZZERA
11 ore
Violenza domestica, con la quarantena non sono aumentati i casi
In alcuni cantoni dalla metà di maggio è però cresciuto il numero delle consulenze
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile